Analisi Giornaliera Valute Forex 4 giugno 2013 e previsioni

Pubblicato da: MatteoT - il: 04-06-2013 9:17 Aggiornato il: 04-06-2013 9:18

Nella giornata di ieri abbiamo avuto, come protagonisti e market mover assoluti, i dati del PMI manifatturiero in Europa e dell’ISM manifatturiero in America. La release migliore delle attese per i primi e peggiore per i secondi ha portato un’altra giornata negativa per il dollaro americano che, dopo i recenti massimi di settimana scorsa, sta ritracciando tornando a livelli di inizio maggio.

grafico

Questa settimana, però, è fondamentale anche dal punto di vista delle riunioni delle Banche centrali: Australia, Regno Unito ed Eurozona. Bisognerà decidere se adottare un approccio “wait and see” aspettando o se, invece, ridurre i tassi ed aumentare le misure straordinarie per alleviare le tensioni finanziarie.

Dollaro che verrebbe acquistato, a differenza di quanto accaduto ieri, in quanto i livelli di liquidità trasmessi al sistema (se parliamo di UK) o uno sblocco, seppur lieve, del mercato del credito (parlando di UE), potrebbero tornare a livellare il grado di fiducia degli investitori, che potrebbero decidere di dare nuovamente fiducia a questo tipo di misure.

La vendita di ieri avvenuta sulle borse ha interessato anche il dollaro americano, che, seguendo le logiche di analisi che da qualche tempo abbiamo intrapreso, è andato a perdere valore contro tutte le maggiori valute quotate in concomitanza di acquisti sul fronte rifugio, con yen e franco svizzero che si sono rivelati degli ottimi performer, in grado di compiere delle sostanziose salite soprattutto contro il dollaro americano (l’effetto della discesa doppia di UsdChf rispetto alla salita di EurUsd ha fatto sì che anche EurChf scendesse in maniera interessante, riportandosi sui supporti di breve periodo).

Il risk-off è sempre presente, ma è leggermente rientrato visto che nella notte appena trascorsa, il Nikkei ha mostrato una ripresa chiudendo guadagnando oltre il 2% e riportandosi vicino all’area di resistenza a 13.700 punti. Il mercato è fortemente dollaro centrico e mosso da venti di risk on e risk off.

Veniamo alla nostra Analisi giornaliera delle Valute Forex partendo dalla coppia EUR/USD: ieri l’area a 1,2940 ha funzionato molto bene da supporto e si è finiti al di sopra di 1,3065. Ci troviamo sopra un’area di supporto statica, con una figura di continuazione a bandiera e al di sopra della EMA 21 oraria. L’idea è rialzista, ma occhio a discese se si viola al ribasso 1,3025. In caso di rottura di 1,3085 possibile target a 1,3125.

USD/JPY: dopo la rottura di 100,20 si è arrivati a 99,50. Ora siamo sotto i minimi precedenti, vicini alla resistenza di 100-100,20. Qui si può pensare ad acquisti dello yen, con target a 101,15. Attenzione in caso di violazione al ribasso di 99,50: potremmo arrivare facilmente ai minimi precedenti.

EUR/JPY: così come il “papà” USD/JPY, buona la rottura ribassista del cross EUR/JPY che si è fermato subito sotto il livello a 129,60. Ora siamo vicini alla resistenza che passa tra 130,50 e 131,00. Solamente in caso di superamente di queste aree si può pensare a vendere l’euro con obiettivi a 130 prima e 129,50 poi. Per tornare rialzisti dobbiamo attendere 131,10 con target a 131,45.

GBP/USD: ieri mattina il cable è andato alla ricerca dei supporti, ma è ben presto ripartito. Attualmente siamo al di sopra della EMA 21 oraria e per acquistare la sterlina possiamo fare riferimento all’area 1,5280. Sotto 1.5265 è possibile che il mercato tenti delle accelerazioni verso 1.52.

AUD/USD: chiudiamo con il dollaro australiano che, nella notte, ha portato la major a rompere al rialzo. Dopo aver violato 0,97 ed aver sfiorato 0,98, i prezzi hanno corretto di circa 100 pip, sfruttando il mantenimento dei tassi della RBA al 2,75%. In caso di scivolamento sotto 0.9700, crediamo sia prudente non avventurarsi in operazioni short se non sotto 0.9665, dove potrebbero partire diversi ordini ribassisti.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IG.com
IG.com OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com