Analisi settimanale Euro/Dollaro americano 1° luglio 2013

Pubblicato da: MatteoT - il: 01-07-2013 21:28

Economia 3

Sono due le settimane consecutive in cui vediamo che l’Euro/Dollaro americano, major per eccellenza del mercato Forex, chiude le contrattazioni in ribasso. Il motivo? Il rafforzamento della valuta statunitense nel post-Fed&Fomc e la speculazione riguardo ad un possibile intervento della Bce sui mercati finanziari.

Mario Draghi riuscirà a spingere nuovamente al ribasso il cambio? L’appuntamento più atteso della settimana, infatti, sarà giovedì quando la Banca centrale europea deciderà cosa fare nelle prossime settimane. Draghi, durante un discorso a Parigi, è tornato a ripetere che la politica monetaria della Bce rimarrà accomodante e che la banca è pronta ad intervenire per arginare gli effetti negativi della recessione economica che si sta abbattendo sui Paesi dell’area euro.

Dagli Stati Uniti, la revisione ribassista del dato sul Pil del primo trimestre ed i tentativi dei membri FOMC di placare i timori sul tapering hanno sortito pochissimo effetto sulla forza del dollaro. Fintanto che l’economia continua sul percorso di crescita, le possibilità di un assottigliamento del piano di acquisto titoli della Fed rimangono in atto, e certamente questo è un elemento a supporto del dollaro.

Ma quali sono i principali market mover della settimana?

Domani sarà la volta dell’indice dei prezzi di produzione. Ad aprile la release ha mostrato un calo dello 0,6% dopo il calo dello 0,2% di marzo 2013. Per questa lettura, il calo previsto è più modesto allo 0.2%. Mercoledì, invece, sarà la volta del Pmi dei servizi per il mese di maggio. Per questa lettura è atteso un miglioramento fino a 48,6 punti rispetto ai 47,3 di aprile 2013.

Giovedì e venerdì, però, saranno le due giornate decisive. Giovedì sarà pubblicato il PIL finale del primo trimestre dell’Eurozona. Questo dato sembra in calo: – 0,2% la previsione a fronte di una contrazione dello 0,6% risalente all’ultimo trimestre del 2012.

In generale, l’economia della zona Euro continua ad essere estremamente debole; nonostante alcuni segnali positivi che potrebbero indicare un miglioramento, uscire dalla recessione non sarà facile. Aspettative di mercato vogliono che questa lettura finale sul Pil, confermi la contrazione dello 0.2% relativa al primo trimestre.

Oltre al Pil, giovedì sarà la volta dell’appuntamento con la Bce. Alle 13.45 sarà comunicato ciò che il consiglio direttivo dell’istituto centrale guidato da Draghi ha deciso sui tassi di interesse. Alle 14.30, invece, avrà luogo la conferenza del numero uno dell’istituto di Francoforte. Secondo l’opinione generalizzata, la BCE non annuncerà importanti cambiamenti di politica monetaria.

Il mese scorso Draghi ha lanciato l’idea di tassi negativi sui depositi. Tuttavia, da allora, le condizioni dei mercati finanziari sono sensibilmente cambiate: i rendimenti sui titoli di stato sono aumentati e allertano su un possibile revival della crisi del debito.

Venerdì, invece, appuntamento classico con i Non Farm Payrolls americani, in assoluto una delle pubblicazioni più importanti e più influenti nel mercato Forex.

Veniamo ora agli aspetti tecnici

Il cambio euro/dollaro americano, nella scorsa settimana di trading, ha iniziato le contrattazioni muovendosi in un range tra 1,3050 e 1,3160. La direzione degli scambi, nelle sedute successivo, è stata assolutamente ribassista arrivando a testare il supporto in area 1,30 e chiudendo a 1,3013.

Il sentiment sull’Eur/Usd potrebbe essere ribassista anche per questa settimana. Draghi, infatti, potrebbe dire che la ripresa economica in Europa è più lontana del previsto e potrebbe anche non decidere nulla di nuovo sul fronte tassi di interesse. D’altra parte, gli Usa potrebbero anche vedere un dato sui NFP migliore delle attese, o comunque non inaspettatamente peggiore.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
IG MARKETS
IG MARKETS OpinioniConto demo
XTrade
XTrade OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

E-investimenti.com

E-investimenti.com