L’idea di Polegato: Geox nella Next (Nuova Economia per Tutti)

Pubblicato da: MatteoT - il: 01-07-2012 11:58

Nella giornata di oggi vi presentiamo un articolo che riteniamo essere molto interessante. Porta la firma di Emanuele Plata ed è stato pubblicato in data venerdì 29 giugno 2012 su Affaritaliani.libero.it:

In questa settimana Milano mi ha coinvolto in due momenti tra i tanti che contraddistinguono la sua frenetica passerella di convegni: il primo è stato al Centro San Fedele dove Gian Battista Costa, presidente della nuova associazione “NEXT Nuova economia per tutti”, costituitasi recentemente con sede a Roma ed un comitato scientifico presieduto da Leonardo Becchetti, ha annunciato l’avvio di un portale dedicato alle imprese virtuose nell’espressione della responsabilità sociale d’impresa, alimentato dai cittadini e da tutti i portatori d’interesse, così da dare sostanza e visibilità alla cosiddetta “DEMOCRAZIA DEL PORTAFOGLIO“, versione riveduta e corretta in positivo del boicottaggio.

Si tratta di un’iniziativa che coinvolge e permette di riconoscere soggetti del Commercio equo-solidale, dell’Economia sociale, del movimento dei Focolarini, di Sodalitas, della Cisl, delle Acli, dell’Unicid e, assieme a tanti altri, anche di PLEF; tutti soggetti convinti che il paradigma economico stia cambiando e che prima si afferma un nuovo modello sostenibile, meglio è per tutti!

Il giorno successivo, l’associazione Alumni del MIP (Politecnico di Milano) mi ha cortesemente invitato alla loro serata annuale di Gala in cui l’ospite centrale, invitato ad una breve presentazione e successiva discussione, era Polegato, inventore ”della scarpa che respira“ e presidente di GEOX.

Serata festosa e affollata di gioventù quarantenne che si distribuiva fra i tavoli per non rimanere solamente tra compagni di corso, ma piuttosto per fare nuove conoscenze e aumentare quell’Intangibile che tutti ormai chiamano NETWORK.

Polegato ha raccontato la sua storia di successo: un’idea apparentemente banale, non far puzzare i piedi, una soluzione quasi scontata, fare dei buchi nella suola, un processo più compiuto, integrare la suola con una “suoletta” sperimentata dalla NASA; da qui, un’altra serie di azioni come brevettare l’idea, registrarla internazionalmente, sviluppare un progetto industriale per fasi, ottenere un primo fido bancario, soddisfare le condizioni delle banche per poter ripetere il fido, allargarlo assicurando sempre il debito, espandere l’attività commerciale, quella industriale e quella commerciale, cedere il 21% per fare cassa mantenendo il controllo, accelerare la crescita, entrare nei mercati internazionali, fare negozi monomarca, quotarsi in borsa, fregandosene dell’up and down del listino, tenere cassa a sufficienza e assicurare sempre i debiti. Quindi investire il 2% in ricerca e sviluppo, estendere l’offerta anche al di fuori delle scarpe “LIFE STYLE”, ma sempre nel rispetto del posizionamento, ovvero FAR RESPIRARE IL CORPO!

Mi chiedo quindi: GEOX meriterebbe il posto nella piattaforma NEXT?
Probabilmente sì. Durante il dibattito il presidente di GEOX ha spiegato che bisogna puntare al CAPITALISMO CULTURALE, un modello che fonda la costruzione del valore e della ricchezza sulle idee, sul saper fare e sulla conoscenza, ma alle domande “come fare se i già pochi iscritti alle università addirittura calano?”, “come fare se non si hanno come lui 15 studi di avvocati a disposizione?”, “come fare a farsi capire dalle banche se non si è figli come lui di una famiglia benestante e conosciuta nel Trevisano?”, “come fare se ancora oggi permangono molteplici difficoltà a condividere le ricerche e le scoperte?” Polegato ha risposto che bisogna faticare, tirarsi su le maniche, non aspettare aiuti da altri, men che meno dallo Stato, credere nel nostro bel paese, credere nella nostra attitudine a cavarcela, essere ottimisti, perché di alternative nell’Unione Europea non ce ne sono, e in conclusione che bisogna sapersi muovere nella jungla, per giunta in una notte buia e tempestosa.

Sulle relazioni tra il suo modello di business, la sua strategia della proprietà intellettuale e l’universo che cambia con ineludibili domande ambientali, sociali ed economiche nessuna risposta; sulle nostre prospettive, un condivisibile augurio che cambino le generazioni al potere e sull’attuale situazione italiana la necessità, anch’essa condivisibile di sostenere Monti, ma, a suo parere, affinché possa fare quello che gli chiede l’Europa.

Torno pertanto alla domanda che mi ero posto: meriterebbe GEOX il posto nella piattaforma NEXT?!

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
IQ Option
IQ Option OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
AvaTrade
AvaTrade OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un Commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com