Rendimenti: ora i Btp tirano il freno

Pubblicato da: Luca M. - il: 21-07-2008 1:27

La crisi finanziaria globale in corso sta colpendo le Borse e agevolando la corsa dei risparmiatori verso i titoli pubblici di massima sicurezza, alzandone il prezzo e di riflesso riducendone il rendimento.

Sul mercato obbligazionario nazionale continua la retromarcia dei rendimenti alle aste dei titoli di Stato: è iniziata con il calo del rendimento del Bot a un anno nel collocamento di due settimane fa, ed ora anche le due aste di Btp a medio e a lungo termine di lunedì 14 luglio hanno registrato un dietrofront.

Il rischio di una forte salita dell’inflazione sta anche stimolando emittenti privati internazionali, come la Merrill Lynch, a emettere bond strutturati, in euro, agganciati all’inflazione dei prezzi europei. Un esempio è un bond a due anni con garanzia del 100% del capitale, cedola lorda del 6% per il primo anno, e cedola per il secondo anno pari all’inflazione dell’anno più due punti percentuali, offerta in queste settimane. Questa emissione è semplice e comprensibile, e di breve periodo. Il suo termine di paragone è il Ctz a 12 mesi, la cui ultima asta di giugno ha dato il 4,80% di ritorno lordo. Btp a 5 anni.

Richiesto per 4.157 milioni di euro a fronte di un bando per 3.000, il titolo con cedola annua del 4,25% e scadenza il 15 aprile 2013, ha visto il rendimento lordo cadere di un decimo di punto, dal 5% al 4,90% di giugno, per un ritorno al netto del fisco del 4,35%. Un anno fa il tasso fu del 4,14%, due del 3,85%, tre del 2,69%, quattro del 3,49%, cinque del 2,91%, sei del 4,54%, sette anni fa del 4,77%. Per trovare un rendimento più elevato in giugno bisogna riandare al 2000, quando fu del 5,39%.

Btp a 15 anni. Il titolo a cedola annua fissa del 4,75% e scadenza l’1 agosto 2023 è stato piazzato per 1500 milioni di euro contro i 2252 milioni di prenotazioni. Il tasso lordo emerso dall’asta è stato del 5,24%, per un netto dal fisco pari al 4,61% (fonte Assiom). Anche in questo caso c’è stato un calo di un decimo secco di rendimento lordo rispetto a quello rilevato nell’asta di giugno (5,34%). Un anno fa il Btp quindicennale aveva reso il 4,60%, due anni fa il 4,38% (asta di giugno), tre anni fa il 3,73%, quattro anni fa il 4,76%, cinque anni fa il 4,71% e nel luglio 2002 il 5,28%.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IG.com
IG.com OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Lascia un commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com