Capire la borsa: la valutazione delle azioni

Pubblicato da: nikoperugia - il: 13-09-2013 19:02 Aggiornato il: 13-09-2013 19:06

Cos’è che determina il prezzo in Borsa di un’azione? La banale legge della domanda e dell’offerta! È solamente quando il prezzo di venditore e compratore si eguagliano che avviene uno scambio tra i due. Vediamo il meccanismo in dettaglio.

 Abbiamo spiegato il funzionamento dei principali mercati azionari, spiegando come possedere un’azione, equivale ad avere il controllo su un ”pezzetto” di società. Ricordiamo però che noi investitori ci muoviamo nel mercato secondario, scambiando cioè azioni con altri investitori.

Cos’è allora che determina il prezzo delle azioni in Borsa? Molto semplicemente, è la legge della domanda e dell’offerta.

La valutazione delle azioni

Se infatti molti investitori vogliono comprare le azioni di una stessa società, è inevitabile che il prezzo della stessa sul mercato tenda a salire (ricorda come funzionano le Borse a Wall Street).

Ma perchè un investitore dovrebbe comprare un’azione piuttosto che un’altra? Intuitivamente, è chiaro che dipenderà dalla valutazione che ciascuno di noi da alla società a cui appartengono. Più in particolare, è il caso di esaminare i meccanismi con cui un investitore può trarre profitto dal mercato azionario.

Supply-Demand-photo

Come si può guadagnare in Borsa

Ci sono due modi principali in cui l’investitore può trarre profitto dal possesso di azioni:

  • i dividendi, cioè pagamenti periodici di una parte dei guadagni della società. Come indicazione generale, in media le società pagano circa il 30% dei propri guadagni in forma di dividendi agli investitori, in maniera proporzionale al numero di azioni possedute da ciascuno. In pratica, di solito ogni sei mesi, l’investitore riceve una piccola somma di denaro per ogni azione che possiede. In linea generale, i dividendi annuali vanno dal 1–2% al 7% del prezzo dell’azione, a seconda di diversi fattori che esamineremo in un articolo più avanzato.
  • il guadagno capitale. Tuttavia, non tutte le azioni presenti sul mercato pagano dividendi ai propri azionisti. Per fortuna, l’investitore può trarre profitto anche dall’aumento del valore delle proprie azioni sul mercato. In altre parole, significa che gli altri investitori sono disposti a pagare di più per il privilegio di possedere l’azione di una determinata società.

Nota però come ci sia una differenza sostanziale tra il guadagno dovuto ai dividendi e quello dovuto al rialzo di prezzo. Il primo viene incassato automaticamente, mentre per godere del secondo è necessario che l’investitore venda le proprie azioni sul mercato, alleggerendo il proprio portafoglio azionario.

Supply-Demand-photo

Come si determina il prezzo di un’azione

Per quanto detto, ci aspettiamo che il prezzo attuale di un’azione rifletta le aspettative future dei guadagni, siano essi in termini di dividendi oppure di rialzo di prezzo. Questo è un concetto molto importante da tenere a mente, diffuso ed apprezzato anche nell’ambiente accademico. Prende il nome di teoria del mercato efficiente, e può essere interpretato dicendo che i prezzi delle azioni sul mercato racchiudono tutte già tutte le informazioni che gli investitori hanno sul futuro di una determinata società.

Immagina ad esempio di leggere sul giornale di un importante scandalo che ha appena coinvolto una multinazionale. Puoi aspettarti che nel giro di poche ore il prezzo della rispettiva azione scenda molto. Quello che sta succedendo è che il popolo degli investitori sta “aggiustando” le proprie aspettative sul futuro di quell’azienda.

In una situazione del genere, possono succedere cose molto interessanti. Infatti, se poche persone hanno fiducia in un futuro rialzo del prezzo dell’azione di quella società, questo innescherà un circolo vizioso, deprimendone ancora di più il prezzo. Sia ben chiaro che può accadere benissimo anche l’opposto, generando la cosidetta bolla di speculazione su una società che sembra particolarmente promettente agli occhi degli investitori.

La distinzione tra i proventi ottenibili dall’investimento in Borsa conduce in maniera naturale alla distinzione tra value stocks e growth stocks, che porteremo avanti in dettaglio nel prossimo articolo.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IG.com
IG.com OpinioniConto demo
Fibo Group
Fibo Group OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

nikoperugia

Lascia un commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com