Investire in azioni MPS conviene?

Pubblicato da: TommasoP - il: 27-12-2016 14:37

Quante volte ci siamo chiesti se conviene o meno investire oggi in azioni MPS, ma sopratutto ci siamo chiesto se convenga o meno investire in azioni o obbligazioni subordinate della banca monte dei pachi di Siena.

In questa guida, cercheremo di analizzare dettagliatamente, se convenga o meno investire in azioni MPS e sopratutto come comportarsi per non incappare nel rischio di perdere il proprio capitale investito.

azioni-MPS

MPS – Monte Dei Paschi Di Siena

Conviene investire in azioni MPS?

Per comprendere meglio quello che sta succedendo alla banca Monte dei Paschi di Siena, dobbiamo tenere sotto stretto controllo tutti i movimenti messi in campo dalla CONSOB e dal governo, i quali ancora una volta puntano a non sembrare per nulla interessati a tutelare i piccoli investitori.

Questi si ritrovano infatti ad essere in una situazione estremamente complessa, sopratutto in vista delle incertezze future non solo sul titolo azionario ma anche in merito ad un possibile fallimento della banca stessa. La maggior parte degli investitori si è trovato a dover fare i conti con l’incertezza se convenga o meno continuare a puntare sulla monte dei paschi o se meglio cambiare istituto e sopratutto meglio investire in altri modi. In questa guida cercheremo ancora una volta di fare chiarezza e sopratutto esaminare se conviene investire in azioni MPS, e in obbligazioni subordinate.

Maggiori approfondimenti su come e dove conviene investire oggi: Dove non investire oggi: errori da evitare negli investimenti

MPS: ricapitoliamo la vicenda

La Banca MPS necessita di un aumento di capitale per 5 miliardi. Questi dovrebbero servire a far fronte ai troppi crediti che sono in sofferenza e di cui per altro si dovrebbe sbarazzare comprendo poi il tutto con un aumento di capitale.

Il 17 Novembre scorso la Monte dei Paschi ha deciso di dare atto all’aumento di capitale e la conversione volontaria delle obbligazioni subordinate in azioni.

Il 28 Novembre, poi la banca MPS lancia un’offerta di cambio. In questo frangente interviene la Consob, la quale verificata la situazione, non approva il comportamento della banca senese di contattare i propri clienti per altro già possessori di obbligazioni, al fine di sollecitare un ulteriore investimento.

Il tutto è stato però bloccato perchè la monte dei Paschi non ha il profilo di rischio per poter sottoscrivere le azioni. Di conseguenza, dei 5 miliardi di cui si ha bisogno, si riesce a recuperarne solo 1 attraverso le adesioni di investitori  istituzionali.

A peggiorare la situazione e la quotazione in borsa delle azioni PMS è stata anche il No della BCE sull’allungo dei tempi per l’aumento di capitale. Quindi non avendo avuto il nulla tutto il capitale lo si deve trovare entro la fine dell’anno.

Monte dei paschi: situazione attuale

azioni-monte dei paschi-di-siena

Oggi la situazione è allo stallo; in queste settimane l’Italia ha assistito alla formazione del nuovo governo, il quale dovrebbe prevedere a trovare una situazione al fine di salvare la banca ed i creditori. Secondo quanto affermato dal ministro dell’economia, in caso di fallimento della MPS, a causa dell’aumento di capitale, lo Stato è pronto ad intervenire facendosi garante.

Adesso dobbiamo aspettare il 22 Dicembre entro il cui termine dovrebbe essere emanato un emanato un decreto legge che prevede la possibilità di salvare le banche in difficoltà usufruendo di un fondo pari a 15 milioni di euro disponibili di liquidità al fine di entrare a far parte del capitale sociale delle banche in difficoltà. A questo si aggiunge un fondo pari a 80 milioni di euro come garanzia per l’emissione di strumenti finanziari.

Stando alla situazione attuale, ci verrebbe da consigliare meglio l’investimento nel trading online ma questa soluzione la vedremo in seguito. Monte dei Paschi di Siena, tenta dunque di richiedere alla CONSOB (ottenendo il nullaosta) la possibilità di un aumento di capitale privato chiedendo possibilità di estendere una offerta tale anche agli investitori che non hanno il profilo di rischio adeguato.

Attenzione:

Tutto questo raggiro viene proposto al cliente, il quale firma la finzione giuridica, ovvero che l’operazione è un’operazione voluta dal cliente anche se sia chiaro che l’informazione e la sollecitazione sia stata fatta attraverso le telefonate delle filiali.

A questo punto nessun obbligazionista sarà in grado più di comprendere quelli che saranno gli scenari futuri a partire dal 19 Dicembre 2016.

Monte dei Paschi di Siena: la svolta finanziaria

Oggi, si parla di conversione in azioni delle obbligazioni. Ma cosa vuol dire questo?

Per prima cosa dobbiamo tenere presente la differenza esistente tra obbligazionisti ed azioni .

Le obbligazioni hanno la caratteristica che ad una data di scadenza la banca deve restituire il capitale oltre gli interessi ai propri creditori. Quindi se la banca è solvente, si rientra in possesso del proprio capitale oltre agli interesi.

Le azioni, invece, hanno la caratteristica di far diventare socio della banca il possessore. Queste non hanno data ne di scadenza, ne hanno un prezzo prefissato al quale si potrà poi vendere azioni in futuro. Il valore delle azioni dipenderà dall’andamento delle quotazioni MPS in borsa.

Nel caso delle azioni MPS uno dei principali motivi che potrebbe farle crollare e quindi perdere di quota,, di prezzo, è determinato dai crediti in sofferenza, ovvero dai soldi che la banca ha prestato e che il debitore non è più in grado di restituire.

Questo è il motivo principale che ha spinto l’istituto verso il fallimento quasi totale.  In questo senso le quotazioni di MPS sono crollate vertiginosamente; le azioni hanno perso praticamente tutto il loro valore ed hanno bruciato una serie di precedenti aumenti di capitale.

Nel caso si venisse quindi a verificare un aumento di capitale per 5 Miliardi, gli azionisti/obbligazionisti, diventerebbero proprietari di una banca che non ha più 27 miliardi di crediti deteriorati, ma asset per circa 7 miliardi. Inoltre MPS, è una banca il cui patrimonio netto è ancora positivo, guadagna grazie alla gestione ordinaria,e tutto sommato la potremmo definire come un’operazione potenzialmente positiva.

Azioni MPS: perché nessuno le vuole sottoscrivere?

Stando a quanto affermato ci verrebbe da chiedersi come mai nessuno sottoscrive tali azioni… Purtroppo, dobbiamo precisare che nel momento in cui si sottoscrivono tutte le pagine, i clienti sono obbligati a firmare di aver letto e compreso che c’è una parte molto sibillina che afferma:

il Nuovo Piano Industriale non considera gli impatti negativi che potrebbero derivare dall’ispezione in corso da parte di BCE, non essendo noti allo stato i relativi esiti (cfr. successivo punto 10) nonché i possibili effetti che derivino dall’eventuale mancato rispetto delle condizioni alle quali sono subordinate le autorizzazioni concesse da BCE nell’ambito dell’Operazione.

Cosa vuol dire tutto questo? Secondo quanto affermato dalla stessa MPS,

  • l’ispezione ha per oggetto l’esame della quasi totalità del portafoglio, alla data del 31 dicembre 2015, e si concentra, secondo quanto comunicato alla Banca dalla BCE, su classificazione del rischio di credito per l’intero portafoglio crediti del Gruppo BMPS;
  • accantonamenti effettuati in relazione a detto portafoglio; revisione dei valori dei collaterali inerenti le esposizioni non performing;
  • controlli di primo, secondo e terzo livello relativi alla valutazione del rischio di credito;
  • nell’ambito dell’ispezione è in corso una credit file review inerente alcune posizioni creditizie oggetto di specifico approfondimento da parte dell’Autorità di vigilanza”.

In breve questo lascia intendere che la BCE vuole verificare se i crediti siano da considerarsi effettivamente tali o se invece siano dei crediti in sofferenza e che sono stati mascherati dalla concessione di ulteriori finanziamenti, i quali sono serviti a pagare i vecchi finanziamenti che non potevano essere saldati diversamente.

Attenzione, perché una tale operazione non può essere effettuata prima dell’anno 2017. Solo il prossimo anno si potranno sapere se queste ispezioni si sono concluse con esito positivo o meno. da questa verifica si potrebbe venire a verificare una svalutazione al fine di coprire rischi che invece oggi non sono neanche menzionati nei bilanci ufficiali.

Purtroppo oggi non ci è dato sapere a quanto potrebbero ammontare le svalutazioni. ecco perché al momento nessuno si sbilancia a ad acquistare MPS.

MPS: cosa succederà se non avverrà l’aumento di capitale?

L’ipotesi non remota che non si verifichi l’aumento di capitale, potrebbe portare entro fine anno, alla perdita del proprio capitale. Se invece la scelta ricade su un aumentano del capitale, il rischio di perdere il capitale non vi sarà, tanto che è possibile anche prevedere un rimborso del capitale investito tramite sottoscrizioni di obbligazioni.

Al momento purtroppo non possiamo sbilanciarci e non possiamo fare previsioni. Ecco perché consigliavamo anche l’investimento in borsa tramite altri strumenti come ad esempio gli indici azionari ed il trading online.

Nel primo caso, ovvero nel caso in cui si deve attendere l’aiuto dello stato, a seguito di non avvenuto aumento dei capitali, in ragione anche di quelle che è la direttiva comunitaria BRRD, si dovrà imporre agli Stati membri che soccorrono le banche di far partecipare principalmente alcune categorie di capitali privati.

Questo vuol dire l’obbligo per lo stato di convertire le obbligazioni subordinate in azioni.

Attenzione perché le condizioni non sono le stesse determinate dalla Banca, bensì peggiori. Allo stesso modo, dovrebbe essere lo Stato a prevedere delle forme di risarcimento per tutti i piccoli investitori.

Purtroppo al momento le ipotesi sono tante e le incertezze anche.

MPS: cosa succede se si aderisce con la conversione volontaria?

Anche in questo caso non possiamo are previsioni ma il tutto dipende dal successo o meno dell’intera iniziativa.

Nel caso si prospetta lo scenario del fallimento inerente all’aumento di capitale, ovvero se noi acquistiamo azioni MPS e gli altri sottoscrittori No, allora ci ritroveremo nelle stesse condizioni in cui saremmo stati se non avessimo aderito. In ostanza, se non si raggiunge il capitale minimo, acquistare o non acquistare azioni MPS non cambierebbe nulla.

se invece decidiamo di aderire e tutti gli altri investitori privati aderiscono, allora ci troveremmo nella condizione di accettare tutti i rischi connessi all’adesione, ma con il vantaggio che non ci ritroveremmo in una situazione peggiorativa.

In questo caso, tutti gli obbligazionisti si ritroveranno a partire da gennaio 2017 con azioni in mano le quali saranno esposte alle oscillazioni di mercato tipiche della azioni.

Quotazioni MPS – scenari possibili: prezzo di mercato superiore o inferiore a quello attuale?

In questo senso, ci ritroveremmo ad affrontare una corsa al pari degli ex-obbligazionisti al fine di liquidare l’investimento. In questo senso, la maggior parte delle quotazioni MPS si abbasserebbe, ovvero i prezzi sarebbero spinti al ribasso.

Non ci resta che attendere le informazioni sull’indagine della Banca Centrale Europea al fine di valutare se convenga o meno per gli obbligazionisti liquidare o meno le azioni.

Si potrebbe anche sperare che i prezzi delle azioni, a seguito dell’aumento di capitale rimanessero stabili. In questo senso, gli obbligazionisti potrebbero, liquidare subito la posizione senza rimettere nulla o quasi.

Infine, vi è anche un’ultima ipotesi: le azioni inizino a salire, basandosi sul fatto che il provvedimento previsto del Governo possa portare buone speranze all’intero sistema bancario, cambiano bruscamente il trend.

Potrebbe quindi succedere che una possibile adesione da parte di tutti gli azionisti, porterebbe ad un aumento di capitale. Purtroppo, la realtà, non è rosea come può sembrare; sarebbe scorretto far passare la possibile tesi che gli oltre 40 mila titolari di obbligazioni subordinate MPS vogliano veder volatilizzarsi i propri soldi.

Azioni MPS: quotazioni in tempo reale

In ultima analisi, non resta dunque che seguire gli andamenti di mercato delle azioni MPS, le quali, potrebbero essere questi a favorire o meno un possibile acquisto delle azioni MPS.

Ogni singolo invertitore, dovrebbe però valutare personalmente il proprio investimento. Tutto dipenderà anche dal peso che hanno queste obbligazioni sul complesso dei nostri investimenti finanziari.

Nel caso in cui i piccoli investitori sotto garanzia dello Stato Italiano, prevedano un possibile risarcimento, congruo alle loro aspettative, potrebbero aderire e poi rivenderle.

Azioni MPS conviene o no convertire le obbligazioni in azioni?

Infine, a nostro avviso, sarebbe meglio poter dirottare i propri investimenti, almeno per il momento su altri settori. In questo caso, è possibile che alcuni investitori, preferirebbero investire in borsa, magari su titoli di banca più soldi direttamente da casa, grazie al trading online.

Di seguito potrete trovare una serie di broker, che offrono la possibilità di investire in borsa direttamente da casa, senza commissioni e senza spese di intermediazione. L’unica raccomandazione, nel caso si voglia investire in borsa da casa, è quella di scegliere broker regolamentati ed autorizzati, come quelli di seguito riportati. Questi sono sottoposti a stretta sorveglianza della CONSOB, o della CySEC o da altro ente internazionale di regolamentazione.

Inoltre con i broker di trading online è possibile scegliere innanzitutto di operare con un conto demo, il quale permette di acquistare e vendere azioni senza perdere denaro reale, al fine di valutare la convenienza o meno e poi si può decidere se investire o meno con il denaro reale. Inoltre tutti i nostri broker recensiti offrono al possibilità di formarsi grazie alla formazione proposta dal broker e dall’account manager, il quale vi guiderà nella formazione e nella scelta dei mercati finanziari più adeguati al vostro investimento.

Argomenti che potrebbero essere di vostro interesse:

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
IG MARKETS
IG MARKETS OpinioniConto demo
XTrade
XTrade OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

TommasoP

Lascia un commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com