Dividendi 2017 Ftse Mib – Borsa Italiana

Pubblicato da: TommasoP - il: 14-02-2017 14:27 Aggiornato il: 15-02-2017 7:47

Sono in tanti gli investitori che vogliono garantirsi un flusso costante di reddito. Per far questo molti di loro sanno bene che devono pianificare i loro investimenti, proprio al fine di garantirsi un futuro semplice e senza pensieri.

Molti di questi basano le loro strategie di investimento sui dividendi azionari i quali possono garantire flussi di rendimenti significativamente alti rispetto a obbligazioni e liquidità.

In questa sezione potrete trovare indicazioni in merito ai maggiori dividendi borsa italiana 2017,  utile per tutti gli investitori che non ignorano l’investimenti in borsa come altri che vedono questi solo come un investimento speculativo.

Di seguito potrete trovare i migliori dividendi della borsa italiana in pagamento nel 2017, secondo quanto proposto dai consigli di amministrazione delle maggiori società presenti a Piazza Affari. Questo perché in un periodo di turbolenze dei mercati finanziari, molti investitori sono interessati alle azioni di società le quali prevedono un generoso stacco del dividendo.

Sono questi che propongono alle proprie assemblee dei soci i dividendi borsa italiana 2017 che avranno poi valenza sui bilanci 2016.

Infatti è da qualche giorno che è iniziata la stagione della presentazione dei conti relativi all’anno 2016. Quelli che di seguito vi riporteremo sono solo alcune società che formano il paniere del FTSE Mib, le quali hanno comunicato i loro risultati (in via preliminare ma anche in via definitiva).

In questo modo essi hanno già ufficializzato l’entità della cedola relativa al 2016 la quale sarà staccata come dividendo 2017 solo nel caso in cui venga approvata dalle relative assemblee.

In questo caso , parliamo di colossi come Fiat Chrysler Automobiles, o anche IntesaSanpaolo, o la nota Ferrari e CNH Industrial.

Al fine di conoscere l’importo dei dividendi 2017 presenti al FTSEMib vi invitiamo a proseguire con la lettura di quest’articolo.

Tenete presente che per ogni cedola la data di stacco e la data di pagamento, solitamente avviene con 2 giorni di ritardo.

Di seguito possiamo trovare i valori delle cedole 2017, attraverso cui è possibile vedere:

  • l’entità del dividendo per il 2017;
  • la data di stacco e d pagamento;
  • il corrisposto dell’anno 2016.

Calendario dividendi 2017 FTSE Mib

Nota bene: le tabelle di seguito riportate verranno aggiornate via via che le società del FTSEMib forniranno indicazioni.

Stacco dividendi borsa italiana: esempio di come incassarli

Sappiamo bene che per incassare un dividendo maturato nel 2016 si deve possedere l’azione nel giorno in cui il titolo in questione stacca a cedola. 

Anche se il titolo viene venduto il giorno stesso in cui viene staccato il dividendo, questo ha diritto comunque ad incassare la somma poiché il titolo è stato staccato lo stesso giorno e di conseguenza quoterà come ex dividendo e quindi l’operazione non può essere che neutrale.

Nel caso contrario, invece, se l’azione viene ceduta il giorno prima dello stacco non si avrà diritto ad alcuna cedola. Allo stesso modo, non si avrà diritto a nessun dividendo se si compra l’azione lo stesso giorno dello stacco.

Per comprendere meglio quanto fin qui detto facciamo un esempio.

Supponiamo che un titolo stacchi il suo dividendo il 24 Maggio del 2017 con cedola pari a 0,5 € per azione. Ancora, supponiamo che il titolo chiuderà il 20 Maggio 2017 con una quotazione pari a 20,00 €.

Ora, il 24 Maggio 2017 si aprirà la contrattazione del titolo in questione con una cedola staccata a 19,5 €. Il prezzo sarà dato dalla differenza tra il prezzo della chiusura e il dividendo staccato (20,00 € -0,5 ).

Quindi ne deriva che chi acquista il titolo il giorno dello stacco del dividendo non ha diritto a ricevere il dividendo (operazione neutrale). Mentre, il giorno del pagamento, chi ha l’azione in mano, riceve il pagamento (riceve materialmente i soldi).

Dividendi 2017 previsioni: quali sono i più remunerativi?

A seguito della pubblicazione delle prime decisioni delle quotate in materia di dividendi, possiamo fare una prima stima di quelli che sono i più remunerativi riconosciuti (o stimati) in relazione al periodo di esercizio 2016.

La classifica sulle azioni che rendono più del 5% ingloba circa 20 titoli. A tal fine è stato utilizzato il metro di paragone rappresentato dal dividend yield ossia dal rapporto tra dividendo e prezzo dell’azione stessa.

Nel momento in cui si studia l’analisi, possiamo notare come al momento il miglir titolo, il miglior dividendo che rende di più è quello di Intesa Sanpaolo, pari all’8,1%, nel caso delle azioni ordinarie.

Tra gli altri titoli che vantano dividendi sostanziosi vi sono poi anche sono anche Unipol e UnipolSAI, con dividendi rispettivamente del 5,3% e 6,5%.

Infine molto interessante è anche la situazione di Poste Italiane. Al momento il dividendo è ari a 0,38 euro mentre il dividend yield dovrebbe essere par al 6,3%.

Di seguito alcuni importanti titoli che vale la pena considerare.

Retail Food Group Limited (RFG.AX)

Franchisor australiano, proprietario di diversi marchi popolari di fast food. Definito come il business del caffè al momento segna una forte crescita, con profitti in aumento del 4,8%, e previsioni di un + 20%.

Iress Limited (IRE.AX)

Società leader nel settore dei software finanziari. Essa possiede un solido track record di dividendi. Gli analisti al momento hanno previsto un dividendo per azione di pari a 50 centesimi ovvero un rendimento del 4.4%.

Ventas Inc. (VTR)

Considerato come uno dei migliori investimenti a basso rischio, il fondo di investimento immobiliare del settore sanitario (ospedali, studi medici, cliniche specializzate, ambulatori….), oggi paga un dividendo per azione pari a 73 centesimi, ovvero un dividend yield del 4%.

Digital Realty Trust, Inc. (DLR)

Titolo del settore REIT, che fa registrare una crescita costante e che garantisce un ottimo dividendo pari al 3,2%.

McDonald’s Corporation (MCD)

Anche se la compagnia ha subito un rallentamento lo possiamo intendere come uno dei pochi marchi globali che ha sfidato e battuto la volatilità dell’ultimo anno. L’ultimo suo piano di rilancio ha fatto si che la società rimanesse tra le aziende leader del settore. Oggi MCD garantisce un rendimento del 3%.

Philip Morris International Inc. (PM)

Le sigarette fanno male alla salute, ma non al portafoglio se si investe su di loro. Esse rappresentano un business molto interessante in chiave investimenti. Philip Morris fa registrare dunque forti profitti grazie ad un margine operativo del 40% e garantisce un ottimo dividendo pari al 4,1%.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IG.com
IG.com OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

TommasoP

Lascia un commento

  • Fia Johansson

    This no doubt, according from what I have read FTSE Future (http://i-trader.uk/ftse-100-performances/) its 2016 will affect the 2017 performance. As we can remember that he FTSE 100 on January 6 finished at 7210.05, 5 percent higher than the start of December. Also. analysts said that there will be a bigger chance for FTSE to reach 7,500 before 2017 ends

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com