Saras nel mirino di Gazprom

Pubblicato da: MatteoT - il: 27-01-2011 11:48

Con una semplice dichiarazione diffusa in tutto il mondo dalle agenzie si è scatenato una caccia agli acquisti sui titoli della Saras, la società della famiglia Moratti, leader europeo della raffinazione; dopo un rialzo eccessivo le azioni sono state sospese per eccesso di rialzo in seguito a quanto dichiarato da Igor Barsukov, responsabile per lo sviluppo delle attività petrolchimiche di Gazprom Neft.

Stando a quanto riportato, Barsukov ha detto che Gazprom Neft “sta considerando” l’acquisto di 4-5 raffinerie in Europa e ha sottolineato come Saras “sia nella lista” dei possibili obiettivi. Barsukov ha poi precisato che Gazprom Neft ha progettato di investire fino a 130 miliardi di rubli (4,4 miliardi di dollari) entro il 2020 per aumentare la capacità produttiva e migliorare tecnologicamente tre raffinerie in Russia.

Tanto è bastato per far piovere una valanga di ordini in acquisto che ha portato Saras a chiudere la seduta in rialzo dell’8,3%, ai massimi degli ultimi nove mesi. A oggi il valore di Borsa di Saras è di 1,7 miliardi di euro. Collocate a 6 euro nel 2006, le azioni Saras in questi anni sono scese fino a toccare il minimo storico a quota 1,33 nell’agosto scorso. A pesare sul titolo sono le difficili condizioni di mercato, con i margini della raffinazione in calo a causa della minore domanda di gasolio da parte dell’industria e dall’autotrasporto.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
IQ Option
IQ Option OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
Plus500
Plus500 OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un Commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com