Edison: utili giù del 91%, niente dividendo

Pubblicato da: MatteoT - il: 21-03-2011 13:05

Per l’esercizio 2010 Edison non distribuirà nessun dividendo agli azionisti; il gruppo energetico milanese chiude il 2010 con un utile di 21 milioni di euro, in discesa di oltre il 90% rispetto ai 240 milioni dell’esercizio precedente; il tutto è causato da oltre 407 milioni di euro di svalutazione.

Per il 2011 l’azienda stima di ottenere un ebitda intorno ai 900 milioni; oggi il titolo a Piazza Affari ha ceduto oltre il 2%; il 2010 è stato per Edison un anno difficile soprattutto per il mercato del gas. La società parla, nel comunicato, di «una vera e propria bolla» che interessa Italia ed Europa: una forte riduzione della domanda, aggravata dall’aumento di circa il 25% delle importazioni e dall’arrivo sugli hub europei di gas Lng non più utilizzato dagli Stati Uniti diventati praticamente autosufficiente grazie allo sviluppo del cosiddetto gas scisti non convenzionale.

«Per la situazione attuale si può parlare di un grande disastro, ma dal quale riusciremo a riprenderci e alla stregua di quello che stanno facendo le altre società, come Eni, stiamo rinegoziando questi contratti», ha precisato l’ad Umberto Quadrino.

«Spero che Edf e A2A raggiungano un accordo sul controllo. L’impatto delle trattative fra i soci deve finire» in modo da permettere al gruppo Edison di effettuare i suoi piani di investimento. Così si è espresso Umberto Quadrino, amministratore delegato di Edison, parlando del congelamento dei patti in Foro Buonaparte e alle trattative in corso fra i soci di controllo per ridefinire la governance del gruppo. Nel corso della conferenza, Quadrino ha poi stimato che «sei mesi sono un tempo ragionevole per raggiungere un accordo sulla governance» e quindi «spero che in questo periodo sia trovata una soluzione fra gli azionisti. Altro non voglio commentare».

Gli azionisti di controllo di Edison hanno deciso di rinviare al 15 settembre la scadenza per trovare un accordo sugli equilibri del gruppo di Foro Buonaparte, con un intervento deciso del governo italiano che ha bloccato accordi che permettano a gruppi francesi di conquistare un altri ‘gioielli italiani’. «La società ha bisogno di muoversi – ha sottolineato l’amministratore delegato – abbiamo bisogno degli azionisti che ci sostengano».

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
IG MARKETS
IG MARKETS OpinioniConto demo
XTrade
XTrade OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com