Dividendi 2012: secondo Standard & Poor’s saranno deludenti

Pubblicato da: MatteoT - il: 04-04-2012 15:38

Anche il settore bancario, per il 2012, rilascerà dividendi magri. Dopo le brutte notizie sul fronte degli assicurativi e da altre realtà come Enel, secondo il rapporto pubblicato da S&P sono molte le aziende che preferiscono investire gli utili piuttosto che accontentare gli investitori.

Molte banche italiane, così come nel caso delle controparti degli Stati Uniti e dell’Europa, sono cresciute velocemente in dimensione negli ultimi due decenni. Hanno pagato un premio per l’acquisto di business, in un momento in cui le stime sull’economia e sulla crescita apparivano maggiormente positive.

Dopo anni di fusione e di acquisizione, le banche italiane sono tra coloro che al momento stanno effettuando aggiustamenti strutturali nel contesto e operativo e considerando le condizioni economiche profondamente differenti

Ciò che sorprende realmente sono le aspettative nel lungo periodo; se per il 2012 era quasi scontato che i dividendi sarebbero stati quasi assenti, per gli anni a venire il discorso è ben diverso da quanto ci si aspettava. Secondo l’agenzia di rating, nel 2013 e nel 2014, ci potrebbero essere ancora dividendi quasi nulli.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IG.com
IG.com OpinioniConto demo
Fibo Group
Fibo Group OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com