I breakout di prezzo: una strategia operativa

Pubblicato da: MatteoT - il: 02-12-2012 15:00 Aggiornato il: 30-11-2012 23:16

Dopo diversi articoli di introduzione, iniziamo ad entrare nel novero delle strategie che i trader hanno a disposizione per poter ottenere, con una buona probabilità di certezza, profitti nel mercato del Forex. Oggi parliamo di strategia di breakout di prezzo.

I breakout, chiamati anche rotture di prezzo, sono una strategia operativa molto interessante che consente di impostare dei trade sfruttando la direzionalità che il mercato, da lì a poco, prenderà. Nonostante sia una tecnica che necessiti di un po’ di pratica, è davvero molto interessante la probabilità di profitto che riesce a far registrare.

Prima di vedere nel dettaglio l’operatività della strategia è bene andare a definire cosa si intende per breakout di prezzo; questo fenomeno si ha quando i corsi superano, al rialzo o al ribasso, dei livelli di prezzo storicamente difficili ed ostici, identificabili come importanti supporti o resistenze.

Nel momento in cui si verificano queste importanti rotture, la volatilità dello strumento finanziario sottostante aumenta, dando al trader la possibilità di aprire interessanti operazioni direzionali sfruttando l’andamento che, da lì a poco, si avvierà.

Innanzitutto, per poter avviare con correttezza una strategia di breakout, è importante andare a disegnare sul nostro grafico le linee di resistenza e di supporto, statiche o dinamiche, rilevanti per lo strumento finanziario analizzato.

Esse emergono in corrispondenza di quei livelli in cui i prezzi hanno fermato la propria corsa al rialzo o al ribasso. L’importanza delle resistenze e dei supporti diviene maggiore all’aumentare delle volte in cui prezzi hanno solamente tentato, senza riuscirci, una loro violazione.

Dal punto di vista del money management, una strategia di questo tipo presuppone l’inserimento di un ordine di acquisto al di sopra di una resistenza o di vendita al di sotto di un supporto, utilizzando come lo stop loss la stessa linea di resistenza o di supporto, magari mediata da qualche pips di riserva. Così facendo, una eventuale falsa rottura non pregiudicherà il nostro conto di trading.

Molte volte, infatti, ad un breakout viene accompagnato un ritracciamento; questo porta i prezzi a ripercorrere, in senso inverso, parte del movimento che ha condotto alla falsa rottura attivando gli stop loss definiti. Una maggiore sicurezza, quindi, la si potrebbe avere aprendo una posizione sul secondo breakout, in modo da evitare di dover subire questo ritracciamento.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IG.com
IG.com OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com