Piazza Affari delude sulla scorta di Mps e del caos derivati

Pubblicato da: MatteoT - il: 23-01-2013 22:57

Il settore bancario non riesce proprio a migliorare la propria immagine verso il pubblico dei consumatori. Dopo la forte contrazione nella concessione di mutui, anche le banche italiane entrano nel mirino dei derivati.

E’ quanto accaduto a Monte dei Paschi di Siena che, nella giornata odierna, ha portato Piazza Affari a perdere lo 0,77% sulla scorta del titolo toscano che ha perso oltre otto punti percentuali dopo essere stato sospeso per eccesso di ribasso.

Mps è travolta dallo scandalo dei derivati che ha portato alle dimissioni da presidente dell’Abi, Giuseppe Mussari che, all’epoca dello scandalo, era il numero uno dell’istituto di Siena. Per Rocca Salimbeni è così andato in fumo – nel giro di due giorni – il rally scattato dopo l’annuncio del 7 gennaio dell’allentamento dei requisiti di liquidità di Basilea 3. Nel resto d’Europa, Parigi ha ceduto lo 0,39%, mentre Londra è avanzata dello 0,34% e Francoforte l’ha seguita a ruota (+0,19%).

L’America, invece, inizia gli scambi in positivo di pochi decimi di punto. Alla chiusura degli scambi in Europa, il Dow Jones segna +0,3% in linea con il Nasdaq, mentre lo S&P 500 è sulla parità. Pesano ancora in modo negativo le misure anti-deflazionistiche annunciate ieri dalla Banca del Giappone cui si aggiungono i timori per le trattative negli Usa sul debito americano: la più grande minaccia per l’economia globale secondo gli esperti interpellati da Bloomberg, che si potrebbe sbloccare con un’estensione dei termini di sforamento del tetto al debito fino al 19 maggio da parte della Camera.

Passando al mercato valutario, l’euro chiude stabile sul dollaro sotto quota 1,33. La moneta unica passa di mano a 1,3279 dopo aver toccato, nella seduta odierna, un massimo di 1,3354 dollari.

Il differenziale di rendimento tra Btp e Bund si allarga in area 265 punti base, con i titoli italiani che rendono il 4,18%. Sul versante obbligazionario il Portogallo, che sta offrendo sul mercato il primo bond dal salvataggio del 2011 (con scadenza ottobre 2017), sta procedendo con una raccolta ordini superiore alle aspettative oltre 8 miliardi.

Sul fronte macroeconomico bisogna registrare notizie positive provenienti dalla Spagna, dove l’economia ha registrato una flessione dell’1,3%, meno di quanto previsto dagli analisti. Anche in Gran Bretagna ci sono news positive: disoccupazione al 7,7% sui minimi dal 2011.

Sul fronte delle materie prime, il prezzo del petrolio si muove in calo a New York, dove fa segnare una flessione dello 0,2% a 96,49 dollari in corrispondenza della chiusura delle contrattazioni europee. In calo anche l’oro, quotato a 1.686,2 dollari l’oncia (-0,4%).

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IQ Option
IQ Option OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com