Indicatori Forex migliori: gli indicatori Trading più affidabili

Indicatori di analisi Tecnica Forex

Prima di prendere una decisione sull’entrata a mercato nel commercio di valuta, si deve essere consapevoli di molte cose connesse con l’analisi tecnica e gli indicatori Forex trading nel mercato Forex. E’ davvero impossibile fare commercio di valute sul forex senza strumenti tecnici fondamentali e tattiche. L’analisi tecnica è l’approccio principale per il commercio Forex. Dedica il tuo tempo per imparare l’analisi tecnica nel mercato del Forex: leggi libri e ascolta video per comprendere come il mercato funziona.

indicatori-Forex

Ogni indicatore di trading forex e oscillatore ha la sua propria natura, destinazione e coerenza. Questi indicatori tecnici sono stati creati per aiutare il trader osservare il mercato e di ottenere il segnale di fare le offerte. Alcuni commercianti utilizzano la combinazione di indicatori specifici per rafforzare la conferma di un segnale ed essere certi di entrare l’affare. Ci sono differenti tipologie di indicatori:

  •  indicatori di tendenza;
  • indicatori del cambiamento dei prezzi;
  • indicatori di volume;
  • indicatori di volatilità, ecc. 

Cercate sempre di utilizzare la giusta combinazione di indicatori specifici per le condizioni del mercato Forex. Dedicate il vostro tempo e sforzi per imparare l’analisi tecnica Forex e applicarla praticamente nel vostro trading. È possibile raggiungere risultati positivi nel Forex grazie al’ausilio dell’analisi tecnica.

Indicatori di trading: definizione

Negli indicatori di trading, confluiscono indicatori e oscillatori. Ma di cosa si tratta? Vediamolo insieme.

Gli indicatori rappresentano uno dei mezzi più utili per analizzare tecnicamente il mercato Forex. Sono degli strumenti in grado di prevedere l’andamento del trend monetario e indicare la giusta via da seguire nel trading. Essendo essi combinabili tra loro, ogni investitore sarà in grado di programmare il proprio sistema di trading.

In tutti i casi, oscillatori e indicatori rappresentano degli strumenti matematico-statistici utili al fine di sintetizzare l’andamento passato del mercato finanziario di riferimento, attraverso lo studio delle dinamiche del prezzo.

Caratteristica di oscillatori e indicatori è che non sono caratterizzati da un intervallo di applicazione definito a priori, ma oscillano attorno ad un livello (generalmente 0 e 50) ed avranno, un canale definito a priori, compreso tra 0 e 100.

E’ importante notare, che gli indicatori, si basano essenzialmente sul concetto di media mobile, e saranno in grado di fornire segnali di inizio o fine trend nel Forex, quando cioè i corsi hanno avviato movimenti direzionali di ampio respiro.

Gli oscillatori, invece, saranno più utili e gratificanti nelle fasi di range, quando i prezzi si muovono in orizzontale all’interno di un gap definito.

Migliori Indicatori Forex: quando e perché utilizzarli

Gli indicatori Forex sono utilizzati dai trader per una serie di ragioni. Inoltre rappresentano una guida sul mercato del Forex fornendo, rapidamente e facilmente, risultati sull’azione del movimento dei prezzi da diverse prospettive di analisi. Gli indicatori tecnici che possono essere utilizzati sono diversi. Ciò che li accomuna è che fanno uso di formule matematiche per l’analisi dei prezzi di mercati.

Ma quali sono in migliori indicatori tecnici? Gli indicatori si dividono, fondamentalmente, in 4 grandi categorie:

  1. Indicatori di trend: sono i più comuni e vengono utilizzati per individuare le tendenze dominanti del mercato e la direzione auspicabile che verrà presa nel futuro.
  2. Indicatori di volatilità: calcolano le estremità del movimento dei prezzi nel mercato rispetto alla loro media storica. Sono ottimi per comprendere se siamo in una situazione di ipercomprato o ipervenduto.
  3. Indicatori di Momentum: questi misurano la velocità della direzione del mercato.
  4. Indicatori collegati al volume dei prezzi: sono di fondamentale importanza dal momento che conferma gli indicatori precedenti. Misurano il volume di mercato che può determinare la forza dei movimenti del mercato.

Abbiamo detto che Indicatori ed oscillatori sono strumenti matematico statistico molto in voga tra coloro che si approcciano per le prime volte nel mercato del Forex, in quanto sintetizzano con poche linee, l’andamento del mercato. Ma quali sono gli indicatori Forex Trading migliori e più affidabili ? Scopriamolo assieme.

Prima di analizzare attraverso l’analisi dei 3 strumenti più utilizzati:

  • il momentum;
  • la media mobile esponenziale;
  • L’indicatore RSI.

Indicatore di Trading: Momentum

L’indicatore Momentum, è uno degli indicatori di oscillazione del mercato maggiormente utilizzato. Rappresenta un’indicatore tra i più antichi e semplice da utilizzare. In sostanza l’indicatore di trading momentum consente di capire se il mercato si trova in una situazione di ipercomprato o di ipervenduto.

Nel primo caso, banalmente, ci si attenderà un calo delle quotazioni, nel secondo un aumento. L’unico inconveniente di questo indicatore è rappresentato dal fatto che può rimanere in una zona di ipercomprato (generalmente livello che va da 80 a 100) o di ipervenduto (livello che va da 0 a 20) anche per diverse sedute.

Indicatore EMA: media mobile semplice

indicatore-EMA

L’EMA, o media mobile esponenziale, viene inteso come l’indicatore per eccellenza che, seppur con time-frame di riferimento differenti, viene utilizzato da tutti i trader per identificare il trend. Viene calcolato con una versione moderna della media mobile semplice, o aritmetica e consente di livellare la serie definendo, a seconda del dominio temporale su cui si calcola, il trend di breve, di medio o di lungo periodo.

La caratteristica che contraddistingue questo indicatore dagli altri è il fatto che se più il dominio temporale di riferimento è alto, maggiore sarà il livellamento della stessa e quindi la sua lontananza dai corsi.

L’EMA (media mobile esponenziale), viene calcolata servendosi di 3 elementi:

  • la costante di smoothing.
  • il valore precedente della stessa EMA.
  • il prezzo attuale.

Rispetto alla media semplice, quella mobile esponenziale si differenzia perché il peso dei prezzi di chiusura è differente. Questo perché c’è un prezzo che andrà ad influire in modo particolare con l’avvicinarsi alla data attuale, mentre influirà in maniera minore quando si allontanerà nel tempo. Proprio questa sua caratteristica specifica, va a dare alla media mobile esponenziale una reattività superiore, rispetto a quella della media semplice.

Quando parliamo di media mobile esponenziale, dobbiamo sottolineare che quelle da 12 a 26 giorni, sono senza dubbio le più usate in assoluto; e vengono usate per creare degli indicatori molto importanti come il MACD ed il PPO. Per quanto riguarda, invece, le medie da 50 a 200 giorni, queste vengono usate per definire un trend a lungo termine.

Indicatore RSI: relative Strenght Index

indicatori-tecnici-rsi

L’indicatore RSI, acronimo di Relative Strenght Index è un altro degli oscillatori più diffusi, che venne concepito per ovviare ai problemi riguardanti il tempo ed il fatto che le trend line diventavano irregolari a causa di cambiamenti nel mercato.

Questo oscillatore, identifica come il momentum zone di ipercomprato e di ipervenduto, e serve a misurare l’ampiezza e la velocità dei prezzi.

L’RSI è traccitato su una scala da 0 a 100. Come detto in precedenza va ad indicare la direzione media in cui stanno chiudendo i prezzi in valuta in un periodo recente, che di solito si attesta negli ultimi 14 giorni.

L’indice rimane superiore a 50, quando i prezzi stanno chiudendo e le candele sono in alto; mentre lo stesso indice si muove sotto il livello 50, quando i prezzi iniziano a chiudere e più avanti chiude le candele precedenti. L’RSI si può anche definire come un indicatore Forex, che consente di confrontare lunghezza totale del bianco e del nero, ovvero i corpi candela.

Quando l’RSI arriva al livello 70, il mercato viene definito ipercomprato, se invece arriva a toccare il livello 30, il mercato viene definito ipervenduto.

I segnali che scaturiscono dall’indicatore RSI sono suddivisi in 3 differenti categorie:

  • Divergente dai prezzi in valuta;
  • Interazione con le linee di tendenza;
  • Movimento al di sopra o al di sotto delle sue linee di riferimento

Cosa succede quando si verifica una di queste situazioni?

  • Se l’RSI è divergente, allora i prezzi in valuta danno un segnale importante, che può far presagire ad un’inversione del trend.
  • Se i prezzi fanno un nuovo massimo e l’RSI non riesce ad impostare questo nuovo massimo, si verifica una divergenza ribassista.
  • Se invece i prezzi toccano un nuovo minimo, ma l’RSI non fa la stessa cosa, si verifica una divergenza rialzista.

Per quanto riguarda le linee di tendenza, invece, queste funzionano alla perfezione con l’RSI. Ogni 14 giorni l’RSI, rompe le sue linee di tendenza, in anticipo di qualche giorno rispetto ai prezzi in valuta, andando così ad evidenziare dei cambiamenti probabili per quel che concerne la direzione del trend.

L’RSI da un segnale rialzista, quando si rompe di sopra di quella che è la sua linea di tendenza che va verso il basso; in caso contrario si verifica un segnale ribassista.

Nel caso in cui invece si verifica un movimento al di sopra o al di sotto delle sue linee di riferimento, l’indice torna indietro da una zona di ipercomprato o ipervenduto. In questo caso si verifica un segnale rialzista, quando l’RSI attraversa nuovamente sopra la linea 30; al contrario, un segnale ribassista, quando l’indice incrocia sotto la linea 70.

Indicatore MACD nel Forex Trading

L’indicatore MACD è  forse l’indicatore più efficace del Forex. Esso è formato dalla combinazione di ben 3 medie mobili esponenziali:

  • prima media: è una media mobile esponenziale su 12 quotazioni;
  • seconda media: e una media mobile esponenziale su 26 quotazioni;
  • terza media: è una media mobile esponenziale su 9 valori costituiti dalle differenze tra la prima e la seconda media.

La sua rappresentazione grafica indicherà al trader se acquistare o vendere.

  1. La linea delle differenze tra la prima e la seconda media è detta MACD line.
  2. La media mobile, su 9 valori, della macd line è detta signal line. 

Nel forex si acquista quando la MACD line perfora, verso l’alto, la signal line e si vende nel caso inverso. Il relative strength index, l’Rsi  è un indicatore di “momentum”: se il suo valore è sotto il 30 il Forex è in ipervenduto, se è sopra i 70 è ipercomprato. Si dovrà vendere o comprare quando  i due valori rientrano in un range di normalità.

Indicatore di Trading Alligator

L’indicatore Alligator è quello più utilizzato dai traders italiani. Esso è composto da 3 linee definite moving average, le quali formano la testa dell’alligatore; esse rappresentano i trend delle valute.

  • La prima rappresenta la mascella dell’alligatore;
  • la seconda i denti;
  • la terza le labbra.

Se le 3 linee si incrociano, l’alligatore dorme. In questo caso è meglio chiudere le posizioni aperte ed aspettare che l’alligatore si svegli prima di intraprendere un’altra operazione. Quando le 3 linee smetteranno di incrociarsi indicheranno all’operatore, a seconda del loro andamento se optare per il long o per lo short.

Per maggiori approfondimenti sull’indicatore Alligator, consigliamo Trading alligator (coccodrillo) indicator o in alternativa potrete consultare le diverse Strategie di scalping con l’indicatore Alligator

Indicatore tecnico Parabolic Sar

L’indicatore Parabolic SAR è stato sviluppato da J. Welles Wilder  e rappresenta un mezzo per individuare il punto di inversione del trend. Nel momento in cui esso viene raggiunto, è opportuno “invertire” e chiudere la posizione nella quale si sta scambiando per aprirne una nuova. Deve essere settato in maniera ottimale su gli algoritmi propri delle medie mobili per essere efficace e non dare false indicazioni.

Per maggiori approfondimenti consigliamo: Strategia Forex Trading: Combinare medie mobili esponenziali e Parabolic Sar

Indicatori Tecnici: errori da evitare

Nel Forex in molti utilizzando, gli indicatori tecnici come supporto per le loro scelte; molto spesso però i Trader Forex incappano in errori, che se conosciuti in anticipo, possono essere evitati.

Molti trader utilizzano troppi indicatori: questo deriva dal fatto che molti trader credono che più indicatori si usano e più successo si potrà avere. Niente di più sbagliato dato che il risultato finale è l’eccessiva confusione. Utilizzando maggiori indicatori si andrà solo ad aumentare la probabilità che essi diano risultati contrastanti. Di conseguenza non confermano un trend ma confondono le idee facendo sorgere nuovi dubbi.

Riteniamo per tanto utile scegliere alcuni indicatori solidi ed affidarsi unicamente a questi; molto spesso questi indicatori possono anche essere resi più efficaci semplicemente modificando le impostazioni predefinite al fine di soddisfare il proprio trading-style.

Un altro aspetto da tenere presente è il tempo per cui utilizzare questi indicatori: essi lavoreranno meglio se si aumenta l’intervento di tempo utilizzato; l’analisi tecnica più affidabile è quella che si ha sul lungo termine.

Quindi, per riassumere, è fondamentalmente utilizzare un numero limitato di indicatori, dato che questo impedirà molti falsi segnali e segnali in conflitto.

Per un maggior successo di trading Forex, consigliamo l’utilizzo degli Indicatori solo con Broker Forex & CFD regolamentati ed autorizzati come quelli di seguito riportati.

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
IG
IG OpinioniConto demo
AvaTrade
AvaTrade OpinioniConto demo
Plus500
Plus500 OpinioniConto demo
XTrade
XTrade OpinioniConto demo
Trade.com
Trade.com OpinioniConto demo
BDSwiss
BDSwiss OpinioniConto demo
Kawase
Kawase OpinioniConto demo
Alvexo
Alvexo OpinioniConto demo
24FX
24FX OpinioniConto demo
LCG
LCG OpinioniConto demo
IronFX
IronFX OpinioniConto demo
iFOREX
iFOREX OpinioniConto demo
XM – XeMarkets.com
XM – XeMarkets.com OpinioniConto demo
Easy Forex
Easy Forex OpinioniConto demo
FXGM
FXGM OpinioniConto demo

Inoltre potrete provare a fare trading con le migliori strategie Forex presenti sul nostro portale.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
IG
IG OpinioniConto demo
AvaTrade
AvaTrade OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

E-investimenti.com

E-investimenti.com