L’indice PMI nel Forex

Pubblicato da: MatteoT - il: 06-03-2013 15:20 Aggiornato il: 06-03-2013 15:06

Chi opera quotidianamente nel Forex sa bene l’importanza che riveste la pubblicazione di alcuni dati. Tra questi il PMI la fa da padrona visto che, in molti casi, fa da autentico market mover per, addirittura, più sedute. In questo articolo cercheremo di capire l’importanza di questo indice statistico che, iniziamo col dire, è relativo all’andamento del settore manifatturiero o di quello dei servizi.

azioni

L’indice PMI, acronimo che sta per Purchasing Manager’s Index, rappresenta delle indagini condotte su un determinato campione di aziende. Ai direttori degli acquisti di queste imprese viene chiesto di rispondere ad una serie di domande riguardo diversi aspetti dell’andamento dell’azienda che, nell’insieme, possono fornire un’istantanea delle singole unità economiche.

Ad esempio, viene chiesto di rispondere a domande sul numero di impiegati, sull’andamento della produzione, sui nuovi ordini, sui prezzi, sugli inventari e sulla distribuzione. Le risposte possono essere di tre tipi: miglioramento, peggioramento, nessun cambiamento.

Questo indice assume un valore compreso tra 0 e 100; se tutte le risposte indicano miglioramento, allora l’indice tenderà verso 100, mentre se tutte le risposte indicano peggioramento, l’indice tenderà verso 0. Per lo stesso meccanismo, nel caso di risposta “nessun cambiamento”, l’indice si manterrà al livello di equilibrio, posto a 50,0.

Da questa linea di equilibrio si può comprendere che un valore del PMI maggiore indica che la maggior parte degli intervistati ha indicato un miglioramento delle condizioni e, quindi, si può parlare di espansione del settore. Al contrario, un valore inferiore a 50 fa presagire un settore in contrazione.

Sono due gli indici PMI che vengono solitamente rilasciati. Si fa riferimento da un lato alle aziende del settore manifatturiero e, dall’altro, a quelle dei servizi. Inoltre, per queste sue caratteristiche, l’Indice PMI è uno dei principali indicatori dello stato di salute di un’economia. E’ per questo che tali indici vengono rilasciati per ogni nazione, da un ente specifico e, ad ogni pubblicazione, richiamano l’attenzione di economisti e traders.

Per quanto riguarda l’Europa, l’indice PMI viene rilasciato ogni mese dall’istituto Markit in due versioni: flash e finale, che vengono pubblicate a distanza di una settimana l’una dall’altra. Generalmente, la versione Flash è la prima ad essere rilasciata e tende ad essere una sorta di anticipazione e, dunque, risulta come la più impattante sui mercati e sulla stampa.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IG.com
IG.com OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com