Copertura del mercato Forex con Opzioni

Pubblicato da: RobertoR - il: 06-09-2013 9:03 Aggiornato il: 29-05-2015 11:18

Le opzioni di copertura sul mercato Forex sono degli strumenti molto utili per tutelare l’investitore dal rischio di cambio. Seppure possano essere proficuamente utilizzate per perseguire obiettivi di protezione da tale rischio pregiudizievole, frequentemente le opzioni vengono adottate per condurre strategie piuttosto aggressive, che conducano l’investitore a ottenere del guadagno finanziario nel breve termine.

Debito pubblico

Coprirsi dal rischio di cambio con le opzioni

Ma andiamo con ordine. Supponendo che il nostro obiettivo non sia prioritariamente quello di fare “profitto” attraverso le opzioni, quanto quello di tutelarci da sfavorevoli evoluzioni del cambio tra due valute, potremmo ipotizzare di utilizzare le opzioni per beneficiare delle seguenti “assicurazioni”:

  • Protezione contro le oscillazioni di cambio tra l’euro e una valuta differente da quella nazionale, sulla quale abbiamo investito in strumenti finanziari a prossima scadenza;
  • Protezione contro le variazioni negative del tasso di cambio nella valuta oggetto di regolamento di una transazione di import;
  • Protezione a breve e lungo termine sui movimenti del tasso di cambio tra l’euro e una valuta di riferimento su listini azionari internazionali sui quali si è scommesso.

Un “facile” esempio di copertura

Per chiarire in maniera più trasparente in che modo operano le opzioni sul mercato Forex, facciamo un rapido esempio e ipotizziamo di aver acquistato un titolo in una valuta straniera, con regolamento della transazione in un tempo futuro.

L’investitore potrà adottare tre comportamenti differenti:

  • Non fare niente, e sperare che al momento del regolamento della transazione (cioè, quando dovremo pagare lo strumento finanziario) il tasso di cambio sia favorevole,
  • Acquistare a termine lo stesso quantitativo di valuta straniera contro euro,
  • Comprare un’opzione (in questo caso, call).

Ogni comportamento ha la sua conseguenza

Ognuna delle scelte di cui sopra ha delle conseguenze particolarmente importanti. Se per esempio scegliamo di non fare niente, ci esponiamo al pericolo che il tasso di cambio “rafforzi” la valuta straniera (cioè quella che dovremo pagare a scadenza), e al privilegio che lo stesso cambio indebolisca la moneta di riferimento. In altre parole, se non facciamo nulla nel momento “t”, dovremo sperare che al momento “t+1” la valuta di riferimento dell’operazione si indebolisca, poiché in questo modo potremo acquistarla con minore esborso di euro.

Nella seconda ipotesi dovremo invece sperare che la valuta straniera si rafforzi. In questa fattispecie abbiamo infatti acquistato a termine la valuta straniera “congelando” il cambio al momento attuale: se la valuta straniera si dovesse rafforzare più del cambio a termine, il nostro comportamento sarà stato propizio, e avremo di fatti “guadagnato” la differenza tra il cambio del momento e quello stabilito nell’operazione. Di contro, se il cambio ha generato un indebolimento della valuta straniera, subiremo una perdita dalla copertura. Ne consegue che questa strategia potrà essere utilizzata proficuamente solamente se abbiamo delle convinzioni sul movimento rialzista della valuta straniera.

Nel terzo caso, relativo al tema del nostro approfondimento odierno, il nostro vantaggio dipenderà dall’esercizio o meno dell’opzione. Acquistando un’opzione call, infatti, pagheremo un premio iniziale a fronte della possibilità di esercitare o meno l’opzione acquistata: se lo strike price (più il premio) venisse superato dalla quotazione della valuta straniera, avremo beneficio dall’esercizio dell’opzione. Di contro, se la valuta straniera dovesse deprezzarsi, o dovesse comunque rimanere sotto lo strike price, non avremo alcun vantaggio dall’esercizio dell’opzione (che rimarrà, appunto, inoptata, generando la sola perdita del premio dell’opzione in capo all’investitore). Alla luce di quanto sopra, pertanto, l’acquisto dell’opzione è di per sé “utile” quando la situazione di mercato è particolarmente incerta, o quando non ci sentiamo in grado di esercitare delle previsioni sull’andamento rialzista o ribassista di un determinato tasso di cambio o, ancora, quando l’importo dell’operazione sottostante è talmente rilevante che diventa più opportuno innalzare il livello delle cautele.

1) Forex Tutorial: introduzione al mercato delle valute

2) Analisi Tecnica e Indicatori Tecnici

3) Strategie di Forex: scopri il tuo stile di trading

4) Forex: i vantaggi

5)Forex Trading: Recensioni Software

6) Come aprire un Conto Demo Forex (o di Opzioni Binarie) sui migliori Broker

7) Strategia: Copertura del mercato Forex con Opzioni

8) Diversificare il portafoglio nel Forex

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
IQ Option
IQ Option OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
AvaTrade
AvaTrade OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

RobertoR

Lascia un Commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com