Indicatore MACD: come utilizzarlo nel trading Forex

Pubblicato da: Trader - il: 05-01-2016 12:44 Aggiornato il: 05-01-2016 13:44

L’indicatore MACD è uno strumento dell’analisi tecnica, utilizzato dalla maggior parte dei trader, proprio per la sua affidabilità nei segnali che offre e per la sua semplicità di utilizzo ed interpretazione e si basa completamente sull’utilizzo delle medie mobili esponenziali per seguire e confermare l’andamento di un trend in corso nel grafico dei prezzi, ma anche per individuare la possibilità di una inversione di trend.

Come noi di e-investimenti non ci stancheremo mai di sottolineare, avere un’ottima strategia di trading può davvero fare la differenza nel trading online, specialmente se stiamo parlando di trading nel mercato Forex. Ecco perché in questo nostro articolo andremo a trattare l’indicatore MACD ed il suo impiego.

Risulta assolutamente necessario dotarsi dei giusti strumenti per creare una propria strategia di trading per il Forex, partendo proprio dall’analisi tecnica ed i suoi strumenti. Tra gli strumenti dell’analisi tecnica che risultano essere più utili ai trader, troviamo proprio gli indicatori ed oscillatori dell’analisi tecnica. Tra cui, il sopracitato indicatore MACD, uno dei tanti indicatori dell’analisi tecnica che viene utilizzato ogni giorno da moltissimi trader.

L’indicatore MACD infatti si classifica come uno degli indicatore più affidabili ed utilizzati dalla maggior parte dei trader, proprio per la sua affidabilità nei segnali che offre e per la sua semplicità di utilizzo ed interpretazione. Un altro indicatore dell’analisi tecnica che offre caratteristiche molto simili (facilità di utilizzo e alta affidabilità) è l’indicatore RSI, che abbiamo già trattato.

Per maggiori approfondimenti sull’indicatore RSI consigliamo la lettura di un nostro articolo: Indicatore RSI: come utilizzarlo per fare trading nel Forex, utile anche nell’utilizzo congiunto di diverse strategie Forex

Andiamo adesso a focalizzarci invece su questo nuovo indicatore, l’indicatore MACD, spiegando nel dettaglio che cos’è e come può essere utilizzato al meglio ed implementato in una strategia di trading per il Forex.

Che cos’è l’indicatore MACD

L’indicatore MACD è uno strumento dell’analisi tecnica, che come il già citato indicatore RSI, rientra nella categoria degli oscillatori. Gli oscillatori sono indicatori dell’analisi tecnica che oscillano (da qui il nome) attorno a dei valori prefissati. A seconda dell’oscillazione dell’indicatore, si ottengono dei segnali di vendita o di acquisto. Gli oscillatori dell’analisi tecnica di solito non vengono applicati direttamente sul grafico, bensì vengono inseriti in un grafico a pare posizionato al di sotto del grafico dei prezzi principale.

L’indicatore MACD si basa completamente sull’utilizzo delle medie mobili esponenziali. In caso non sappiate cosa sia una media mobile, fondamentale strumento dell’analisi tecnica, vi consigliamo di leggere il nostro articolo proprio a riguardo: Tecniche di trading fondamentali: Le medie mobili ed il loro funzionamento.

Infatti il nome MACD significa: “Moving Average Convergence-Divergence” (Moving average è l’equivalente inglese per media mobile). Per costruire l’indicatore MACD vengono utilizzate tre medie esponenziale, ma alla fine sul grafico verranno riportate solamente due linee. Ciò perché una delle tre medie mobili esponenziali viene unicamente utilizzata per calcolare la differenza tra le altre 2 medie mobili esponenziali.

indicatore-macd-esempio

L’ideatore dell’indicatore MACD, Gerald Appel, ha creato questo indicatore proprio basandosi sul concetto di medie mobili, e per utilizzarlo per individuare potenziali fasi di inversioni di trend. Nell’immagine qui sopra avete un esempio di indicatore MACD applicato ad un grafico finanziario. Come potete già immaginare, i segnali di trading dell’indicatore MACD provengono proprio dalla convergenza e divergenza delle due linee che lo compongono, ovvero dalle due medie mobili esponenziali che si avvicinano incrociandosi e poi si allontanano. Andiamo perciò a vedere nel dettaglio come utilizzare questo indicatore per ottenere segnali di trading nel Forex.

Come utilizzare l’indicatore MACD in una strategia di trading per il Forex

L’indicatore MACD risulta essere un ottimo strumento dell’analisi tecnica per seguire e confermare l’andamento di un trend in corso nel grafico dei prezzi, ma anche per individuare la possibilità di una inversione di trend (da rialzista a ribassista o da ribassista a rialzista). Innanzitutto vediamo di spiegarvi i tre importanti componenti dell’indicatore MACD:

  • MACD line: Si tratta di una media mobile esponenziale che è il risultato della differenza tra una media mobile esponenziale a 26 periodi ed una media mobile esponenziale a 12 periodi.
  • Signal line: Si tratta di una media mobile esponenziale relativa alla MACD line, impostata a 9 periodi.
  • Central line o linea dello zero: linea che rappresenta il valore dello zero attorno a cui le due precedentemente menzionate medie mobili esponenziali (MACD line e Signal line) oscillano in continuazione.

Questi sono i 3 componenti fondamentali di un indicatore MACD, che può essere applicato a qualsiasi grafico finanziario. Dobbiamo farvi notare che l’impostazione base dell’indicatore risulta essere quella sopracitata: MACD line che equivale alla differenza di 2 medie mobili esponenziali a 26 e 12 periodi; Signal line che equivale alla media mobile esponenziale a 9 periodi della MACD line.

Questi valori possono essere cambiati, diminuendoli per ottenere segnali destinati al breve termine; aumentandoli invece per ottenere segnali per il lungo termine. Anche se c’è da dire che la maggior parte dei trader preferisce non metter mano ai parametri standard dell’indicatore MACD.

Infatti, l’indicatore MACD con parametri standard risulta essere uno degli strumenti dell’analisi tecnica più utilizzato dai trader. Se si vanno a cambiare tali parametri, non si otterranno gli stessi segnali che gli altri trader invece otterranno: ciò significa che rischieremo di andare ad investire contro la restante “massa” di investitori, andando quindi a giocare contro il trend.

indicatore-MACD-incroci-medie-mobili

Passiamo ora a mostrarvi come riconoscere i segnali di trading che l’indicatore MACD ci offre. Il concetto base dietro al funzionamento dell’indicatore MACD è facile: vi è una media mobile esponenziale a breve periodo che serve per riscontrare i trend nel breve termine. Vi è poi la media mobile esponenziale a lungo periodo che serve per riscontrare trend a medio e lungo termine.

L’utilizzo di queste 2 medie mobili esponenziali contemporaneamente (come avviene nell’indicatore MACD), ci andrà a mostrare se il trend di breve termine trova conferma in quello a medio-lungo termine oppure no. Permettendoci quindi di trovare potenziali punti di inversione del trend.

Come avete visto dall’immagine precedente, la maggior parte dei segnali dell’indicatore MACD avvengono proprio quando le 2 medie mobili esponenziali che lo compongo si incrociano. A seconda di come avviene l’incrocio, si otterrà un segnale di acquisto o di vendita. Più precisamente:

  • Incrocio rialzista: avviene quando la MACD line taglia dal basso verso l’alto la Signal line. In questo caso otteniamo un segnale di trend rialzista e quindi un segnale di acquisto.
  • Incrocio ribassista: avviene quando la MACD line taglia dall’alto verso il basso la Signal line. In questo caso otteniamo un segnale di trend ribassista e quindi un segnale di vendita.

Infine, non è da sottovalutare la presenza della cosiddetta “central line” o linea del valore zero. Questa è la linea attorno a cui la MACD line e la Signal line oscillano. A seconda di dove oscillano e muovono le due linee (MACD line e Signal line), è possibile farsi un’idea generale del trend corrente. Movimenti che puntano verso l’alto e avvengono al di sopra della linea dello zero, segnalano la presenza di un trend rialzista in corso; quando tali movimenti verso l’alto si interrompono e le due linee incominciano a muoversi verso il basso, puntando alla linea dello zero, bisogna controllare se avvengano degli incroci tra MACD line e Signal line, perché vi è la possibilità di una inversione di trend (da rialzista a ribassista).

Viceversa, movimenti che avvengono al di sotto della linea dello zero segnalano un trend ribassista (con possibile inversione di trend se tali movimenti si interrompono e le due linee incominciano a salire verso l’alto, verso l linea dello zero).

indicatore-MACD-linea-dello-zero-incrocio

Come potete vedere anche da quest’altra immagine qui sopra, un altro incrocio tra linee da tenere sotto controllo risulta essere proprio l’incrocio tra MACD Line e Signal Line con la linea dello zero. Quando le due medie mobili esponenziali (MACD Line e Signal line) tagliano dal basso verso l’alto la linea dello zero, si ottiene un segnale di trend rialzista. Viceversa, quando le due medie mobili esponenziali (MACD line e Signal line) tagliano dall’alto verso il basso la linea dello zero, si ottiene un segnale di trend ribassista.

Indicatore MACD e divergenze

Un altro ottimo metodo tramite il quale è possibile utilizzare l’indicatore MACD in una strategia Forex, è proprio quello di sfruttare le divergenze che si vengono a creare tra l’indicatore MACD ed il grafico dei prezzi di un asset. Le divergenze possono essere riscontrate in quasi tutti gli indicatori ed oscillatori dell’analisi tecnica.

Una divergenza avviene quando i prezzi sul grafico si muovono in una certa direzione (per esempio rialzo), mentre l’indicatore (o oscillatore) dell’analisi tecnica applicato al grafico si muove nella direzione opposta (per esempio ribasso).

Le divergenze segnalano la possibilità di un inversione di trend, sono quindi segnali da considerare attentamente prima di aprire una posizione nel mercato del Forex.  Infatti,  se sappiamo quando un trend corrente invertirà il proprio corso (per esempio da rialzista a ribassista), sapremo come andare ad investire per portare a casa degli ottimi profitti, evitando invece delle potenziali perdite. Andiamo quindi a vedere alcuni esempi di divergenze tra indicatore MACD e grafico dei prezzi, così da riuscire a riconoscerle in futuro:

indicatore-macd-Bullish-Divergence

  • Divergenza Bullish: una divergenza di questo tipo, mostrata nell’immagine qui sopra, avviene quando vi è un ribasso nei prezzi sul grafico (“Lower Low in Prices” sul grafico) mentre nell’indicatore MACD è in corso un rialzo (“Higher Low in MACD” sul grafico). Quando avviene una divergenza bullish, si ottiene un segnale di possibile inversione del trend ribassista in corso. In pratica, vi è la possibilità che il trend ribassista si trasformi in un trend rialzista.

indicatore-macd-Bearish-divergence

  • Divergenza Bearish: una divergenza di questo tipo, mostrata nell’immagine qui sopra, avviene quando vi è un rialzo nei prezzi sul grafico (“Higher High in Prices” sul grafico) mentre nell‘indicatore MACD è in corso un ribasso (“Lower High in MACD” sul grafico). Quando avviene una divergenza bearish, si ottiene un segnali di possibile inversione del trend ribassista in corso. In pratica, vi è la possibilità che il trend rialzista si trasformi in un trend ribassista.

In caso di divergenze, vi consigliamo di controllare sempre il grafico tramite altri strumenti dell’analisi tecnica per avere la conferma della divergenza e della futura inversione di trend. Saper riconoscere in anticipo un inversione del trend in corso, può permettervi di aprire una posizione nella giusta direzione dei prezzi e portarvi a guadagnare ottimi profitti nel mercato del Forex. Ecco perché risulta fondamentale esseri più che sicuri che la divergenza non sia un falso segnale, ed utilizzare quindi magari un altro indicatore per averne la conferma.

Conclusioni

L’indicatore MACD risulta essere un ottimo oscillatore dell’analisi tecnica, ma vogliamo ricordarvi che seppur sia un indicatore apprezzato da tutti i trader del mondo, rimane pur sempre un indicatore dell’analisi tecnica. Ovvero non è uno strumento perfetto e infallibile, anzi. Come tutti gli strumenti dell’analisi tecnica è soggetto a falsi segnali. Se fosse un indicatore perfetto, non ci sarebbe bisogno di cercare conferme tramite altri indicatori, giusto?

Per questo motivo vi consigliamo di utilizzarlo in accoppiata con altri indicatori dell’analisi tecnica, magari proprio con l’indicatore RSI, altro ottimo indicatore dell’analisi tecnica.

Vi rimandiamo perciò alla nostra pagina dedicata alle migliori strategie Forex, da adottare in contemporanea agli indicatori descritti e con i migliori broker Forex & CFD. Vi invitiamo inoltre ad utilizzare solo Broker autorizzati e regolamentati per il vostro trading come quelli di seguito esposti.

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
IG MARKETS
IG MARKETS OpinioniConto demo
XTrade
XTrade OpinioniConto demo
Plus500
Plus500 OpinioniConto demo
AvaTrade
AvaTrade OpinioniConto demo
FXTM
FXTM OpinioniConto demo
BDSwiss
BDSwiss OpinioniConto demo
Kawase
Kawase OpinioniConto demo
Trade.com
Trade.com OpinioniConto demo
Alvexo
Alvexo OpinioniConto demo
24FX
24FX OpinioniConto demo
LCG
LCG OpinioniConto demo
iFOREX
iFOREX OpinioniConto demo
Easy Forex
Easy Forex OpinioniConto demo
FXGM
FXGM OpinioniConto demo
XM – XeMarkets.com
XM – XeMarkets.com OpinioniConto demo
IronFX
IronFX OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
IG MARKETS
IG MARKETS OpinioniConto demo
XTrade
XTrade OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

Trader

Lascia un commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com