Dollaro australiano: inizia la ripresa

Pubblicato da: Luca M. - il: 14-09-2011 21:17

Nella scorsa settimana, le parentesi di deprezzamento del dollaro australiano e di quello neozelandese sono state piuttosto ampie e di questo ve ne abbiamo parlato. La causa, all’epoca, era il deterioramento della crisi del debito europeo, con la super critica situazione della Grecia.

Ma buoni aspetti per la ripresa delle due valute sopracitate arrivano dai dati su inflazione e disoccupazione provenienti dalla Cina e dagli Stati Uniti; un primo segnale di risveglio era stato apportato dalle dichiarazioni del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama sul pacchetto da quasi 450 miliardi di dollari al fine di rilanciare l’occupazione americana.

All’interno di questo programma sono previsti diversi lavori infrastrutturali e sussidi dai governi locali; completano la riforma americana anche una serie di riduzioni fiscali che dovrebbero andare ad alleggerire le famiglie e le aziende Usa.

La ripresa dei due dollari, australiano e neozelandese, non ha però consentito alle due divise di recuperare terreno nei confronti di un’altra importantissima valuta mondiale: lo yen giapponese.

La moneta nipponica ha beneficiato dell’andamento negativo della crisi europea, divenendo una valuta di rifugio internazionale, rubando tale soprannome al franco svizzero.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IG.com
IG.com OpinioniConto demo
Fibo Group
Fibo Group OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Lascia un commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com