Insider trading alla banca centrale svizzera: Hildebrand non si dimette

Pubblicato da: MatteoT - il: 06-01-2012 21:57

Philipp Hildebrand, il presidente della Banca Nazionale Svizzera, al centro di una bufera politica e mediatica, perché sospettato di insider trading sul franco, insieme alla moglie, respinge le accuse e rifiuta, categoricamente, le dimissioni.

Ho la fiducia del Governo e, di conseguenza, non intendo dimettermi“, ha detto oggi pomeriggio a Zurigo, nel corso di una conferenza stampa cui hanno partecipato 150 giornalisti.

L’operazione – ha rivelato ieri Philipp Hildebrand – è avvenuta il 15 agosto, a mia insaputa“. “L’indomani – ha aggiunto – alle 7.30 del mattino – ho mandato una e-mail al nostro consulente bancario, pregandolo di non operare più senza la mia autorizzazione”. Il presidente della banca centrale elvetica, dunque, si chiama fuori da qualunque responsabilità, rimproverandosi, unicamente, di “non aver annullato quell’operazione del 15 agosto” e riconoscendo che l’opinione pubblica può avervi individuato “una questione morale”.

Quattro mesi dopo quell’operazione, il 15 dicembre, chiamato a rapporto dalla Presidente della Confederazione, Micheline Calmy-Rey, cui Christoph Blocher aveva consegnato documenti sui presunti traffici valutari della coppia Hildebrand, il presidente della Banca Nazionale ne è uscito rinfrancato e assolto.

“Non ho violato alcun regolamento”, ha detto ai giornalisti, durante la conferenza stampa di Zurigo, dicendosi comunque pronto “a rendere pubblici i suoi conti bancari, nel caso in cui il Governo mi chiedesse di farlo”.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IG.com
IG.com OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com