L’elasticita della domanda

elasticita-domanda

Un concetto economico di notevole importanza è quello della elasticità della domanda che può essere considerata rispetto al prezzo oppure rispetto al reddito. La misurazione esatta della variazione della domanda al variare del prezzo o del reddito consente di conoscere le reazioni dei consumatori di fronte a questi cambiamenti del prezzo o del reddito.

In realtà ciò che ci interessa in questa sede non sono le variazioni assolute, ad esempio la variazione del prezzo da 950 a 1000 euro, da 50 a 100 euro, ma bensì le variazioni percentuali. Considerando l’esempio appena fatto dunque è facilmente intuibile che nel primo caso la variazione di 50 euro è insignificante in termini percentuali, mentre nel secondo caso la variazione è rilevante.

L’economista inglese MARSHALL ha stabilito di misurare l’elasticità della domanda attraverso un coefficiente di elasticità che viene ricavato dal rapporto fra la variazione percentuale della domanda e la variazione percentuale del prezzo o del reddito. Per cui per calcolare l’elasticità della domanda rispetto al prezzo dovremmo eseguire la seguente formula:

E = variazione % della quantità domandata / variazione % del prezzo

Da ciò l’elasticità della domanda rispetto al prezzo viene definita come “il rapporto fra la variazione percentuale della quantità domandata e la variazione percentuale del prezzo“. In particolare la domanda di un bene è elastica quando una variazione del prezzo provoca una variazione della quantità domandata (che deve essere del 20% e oltre). Al contrario la domanda di un bene è rigida o poco elastica quando una variazione del prezzo provoca una variazione meno che proporzionale della quantità domandata (nell’ordine del 3%-2%).

I beni di prima necessità (pane, pasta, abitazioni popolari, medicinali ecc.) sono beni a domanda rigida o poco elastica, perciò non subiscono notevoli contrazioni nel caso di un aumento consistente dei prezzi. Sono beni a domanda poco elastica anche certi beni secondari (benzina, televisori, elettrodomestici, telefono, certi generi di abbigliamento ecc.) che fanno parte dei consumi abituali della famiglia media.

Lascia un Commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com