Conclusioni sul prezzo in regimi di monopolio

Conclusioni sul prezzo

Da quanto finora esposto si vede come il prezzo in regime di monopolio sia in ogni caso superiore al costo di produzione. Mancando, infatti, la tendenza livellatrice della libera concorrenza, il monopolista sarà in grado di realizzare profitti più ampi di quello normale. Perciò il monopolio è stato considerato un regime a solo beneficio del produttore, ma dannoso ai consumatori e all’equilibrio dell’economia. Ciò spiega come, in alcuni casi, lo Stato e gli enti pubblici si siano assunti il compito di erogare direttamente alcuni servizi che, lasciati ai monopolisti privati, sarebbero stati offerti ad un prezzo troppo alto rispetto alle possibilità degli strati sociali meno abbienti.

Ma il monopolio puro ha scarso riscontro nella realtà: in pratica, vi sono situazioni di prevalente concorrenza o di prevalente monopolio. Non è escluso, anzi, che in alcuni casi il prezzo di monopolio sia addirittura inferiore a quello che si sarebbe fissato in libera concorrenza: il monopolista ha infatti scarse spese pubblicitarie e può meglio impiegare i fattori produttivi realizzando una notevole diminuzione di costi. Ma la qualità dei prodotti può essere più scadente di quella che sarebbe stata in regime di concorrenza, poiché viene a mancare il confronto e la conseguente possibilità, per il consumatore, di un’alternativa.

E-investimenti.com

E-investimenti.com