Operazioni di mercato aperto e altri controlli della banca centrale

controlli della banca centraleUn mezzo più moderno, che proviene dagli Stati Uniti, e che dimostra particolare efficacia nel regolare il volume del medio circolante è rappresentato dalle operazioni di mercato aperto.

Tali operazioni consistono nell’acquisto, da parte della banca centrale, di titoli pubblici quando si vuole aumentare la circolazione monetaria; nella vendita degli stessi quando si vuole diminuirla.

Nel nostro paese, tuttavia, tali operazioni hanno avuto, almeno per il momento, uno scarso impiego: si è notato, infatti, che esse non sono idonee ad influire sulla condotta delle banche ed è per questa ragione che si sono preferiti altri strumenti, che si concretano in un più stretto controllo da parte della banca centrale sugli istituti di credito ordinario.

Ad esempio:

a) l’obbligo per gli istituti di credito ordinario di depositare parte delle loro riserve presso la banca centrale;

b) l’obbligo per gli istituti di credito ordinario di investire in titoli parte delle loro disponibilità e di vincolarli presso la banca centrale. A dire il vero, tali controlli erano caduti in disuso; ma nel 1947, che fu un anno di pericolo per la stabilità della lira, Luigi Einaudi economista di fama internazionale e poi Presidente della Repubblica fece varare una legge che richiamò in vigore tali controlli. Si distinsero pertanto i depositi anteriori al 30 settembre 1947 da quelli posteriori. Per i primi, fu stabilito un vincolo del 20% della parte eccedente il decuplo del capitale di ciascuna banca e fino ad un massimo del 25% dell’ammontare complessivo degli antichi depositi. Per i depositi posteriori al 30 settembre 1947, la quota vincolata si elevò al 40%;

c) il controllo, non solo quantitativo, ma anche qualitativo del credito: la banca centrale trasmette istruzioni alle banche minori per incoraggiare o scoraggiare certi settori economici, a seconda che le attività svolte siano ritenute o no produttive ed inseribili nello sviluppo economico del paese.

Lascia un Commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com