Processo di capitalizzazione

capitalizzazione

Il risparmio si trasforma in capitale mediante un processo detto di capitalizzazione.

Nelle economie primitive il cacciatore conservava una certa parte di selvaggina che avrebbe consumato durante il tempo in cui, dedicandosi alla fabbricazione di armi rudimentali, non aveva la possibilità di andare a caccia; il pescatore salava una certa quantità di pesci per consumarla durante il tempo in cui, dedicandosi alla costruzione di una barca, non poteva andare a pescare. Quella selvaggina, quei pesci, costituivano capitale, il quale era utilizzato come fondo di sussistenza per tutto il periodo in cui l’uomo era impegnato alla costruzione di nuovi strumenti.

Nella moderna economia, il processo di capitalizzazione può avvenire in vari modi:

a) vi è il caso di chi cede ad altri una quantità di beni che ha prodotto ed impiega il ricavato nell’acquisto di nuovi beni strumentali;

b) vi è il caso di chi deposita in banca i propri risparmi e la banca, a sua volta, li fa pervenire ai produttori che impiegano tali somme nella produzione di nuovi beni strumentali;

c) vi è il caso delle società per azioni che non distribuiscono ai soci tutti gli utili ottenuti, ma ne accantonano una parte, a titolo di riserva, da destinarsi all’acquisto di nuovi beni strumentali. Attraverso l’acquisto di azioni, i soci fanno pervenire il risparmio alla società che lo trasforma in capitale.

Quando un paese ha iniziato il processo di capitalizzazione, lo stesso poi continua con ritmo accelerato. Infatti, i nuovi capitali ottenuti potenziano la produzione, ne accrescono il volume, rendono possibile la formazione del risparmio, di cui buona parte si trasformerà nuovamente in capitale.

Il processo di accumulazione di capitale è perciò abbastanza facile in quei paesi che hanno un reddito elevato, mentre è molto difficile nei paesi arretrati. In essi, infatti, la formazione del risparmio è molto lenta perché la popolazione, avendo bassi redditi, li spende tutti per procurarsi beni di consumo e non può risparmiare.

Ma, d’altra parte, se non si risparmia non si potranno ottenere nuovi capitali e la produzione sarà perciò molto scarsa ed a livello qualitativo molto basso. E’ questo un circolo chiuso, conosciuto sotto il nome di circuito della miseria, che si potrà superare solo se da parte dei paesi più progrediti sarà sentito il dovere di aiutare i paesi depressi.

Lascia un Commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com