Vantaggi del credito

Vantaggi del credito

L’introduzione del credito ha avuto innegabili vantaggi per lo sviluppo dell’economia. Esso infatti:

a) consente il passaggio della ricchezza dalle mani di coloro che non sanno farla fruttare alle mani di chi ha la capacità di impiegarla produttivamente;

b) è un ottimo mezzo di distribuzione della ricchezza nello spazio (facendola affluire in quei luoghi in cui essa difetta) e nel tempo (permettendo l’uso della ricchezza anche nei momenti in cui essa scarseggerebbe) ;

c) è un ottimo mezzo di accumulazione del risparmio, per la formazione di ingenti masse di capitale.

Si aggiunga, inoltre, che il credito adempie anche una funzione circolatoria, in quanto, come abbiamo già avuto modo di notare, i titoli di credito (assegni e cambiali) possono sostituire, ed in effetti oggi sostituiscono, in gran parte la moneta come strumenti di scambio.

A tali vantaggi fa da contrappeso un certo svantaggio: il credito , infatti, può compromettere seriamente la stabilità monetaria a causa delle operazioni compiute dagli istituti di credito e, inoltre, a causa delle vendite rateali le quali, consentendo una maggiore domanda di beni di consumo, provocano un aumento del prezzo degli stessi.

È per questa ragione che il credito deve essere disciplinato dalla politica economica degli Stati; ed è pure necessaria la disciplina degli enti intermediari del credito. Essi sono, « in primis », gli istituti di credito che operano nel mercato monetario, distinti come meglio vedremo in seguito in varie categorie; poi, le borse valori e gli istituti di credito che operano nel mercato finanziario; inoltre, gli enti assicuratori.

Lascia un Commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com