Gestire la crisi dell’auto: il noleggio a lungo termine

Pubblicato da: Luca M. - il: 08-11-2012 16:59 Aggiornato il: 01-07-2014 16:13

La crisi economica ha messo in difficoltà anche, e soprattutto, i possessori di un’automobile. Il prezzo della benzina, l’aumento continuo delle accise, le spese generali che si sommano all’assicurazione e al mantenimento dell’automobile e via dicendo… Uno scenario non esattamente favorevole, e infatti il risultato è stato un calo generale delle vendite di automobili che è andato ad incidere pesantemente su un mercato in difficoltà già da anni, e non solo in Italia, del resto.

Come fare ad affrontare dunque questi cambiamenti? Cosa fare se non ci si può più permettere una vettura ma se ne ha comunque bisogno? Per i privati, una soluzione ottimale potrebbe essere il car sharing, attività che sta prendendo fortemente piede anche in Italia. Si tratta in pratica di utilizzare un’automobile su prenotazione, andando a prelevarla in uno dei punti di raccolta sparsi in giro per la città e riportandola poi nel medesimo posto una volta finito di utilizzarla, pagando una minima cifra mensile di abbonamento e per il tempo di utilizzo. Una soluzione che va a salvaguardare non solo le tasche ma anche l’ambiente, incentivando l’utilizzo dei mezzi pubblici qualora l’auto non sia strettamente necessaria.

Per i professionisti e per chi possiede un’attività commerciale, e magari ha bisogno di un’automobile costantemente a disposizione per sé o per i propri dipendenti, la soluzione tuttora più conveniente è invece ancora quella del noleggio a lungo termine. Cosa significa? Come si può intuire dal nome, si tratta di un servizio di noleggio esteso nel tempo: nei termini di Carplanning nlt, ad esempio, si va da un minimo di 12 mesi ad un massimo di 60, durante il quale l’utilizzatore può usufruire del mezzo, previo un chilometraggio definito al momento del contratto, senza doversi preoccupare di manutenzione, assistenza e assicurazione, che sono a carico dell’azienda di noleggio.

Questo servizio è al momento disponibile solamente ad aziende, dipendenti di enti pubblici e detentori di partita IVA, ma chiunque rientri nella categoria dovrebbe farci più di un pensierino, dato che al momento si tratta del modo più economico di gestire un’automobile (od un intero parco auto, nel caso di un’azienda che le dia ai propri dipendenti), e di questi tempi si tratta di un dettaglio certamente non secondario.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IQ Option
IQ Option OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com