Fondi Comuni ed Etf: costi riassunti nel Ter

Pubblicato da: MatteoT - il: 30-12-2012 14:43

In un precedente articolo ci siamo occupati dei fondi comuni di investimento. Per questi strumenti, ma anche per altri come gli Etf, i fondi a gestioni individuali e le Sicav, è necessario tenere presente che bisogna pagare agli investitori diversi tipi di costi e commissioni. Il tutto è sintetizzato in un indice, il TER: Total Express Ratio.

Rispetto alle altre forme di investimento, gli ETF hanno poi un altro tipo di costo: quello legato alle commissioni di negoziazione e lo spread da calcolare come differenza tra prezzo di acquisto e di vendita. Solamente chi fa trading su questi strumenti finanziari, però, sosterrà costi veramente rilevanti. Per gli altri i valori saranno comunque su cifre contenute.

Il Ter va considerato anche perchè ha un impatto pesante sul rendimento dei nostri investimenti; facciamo un esempio: un investimento di 10.000 euro per 5 anni con un rendimento medio annuo del 5%. Ipotizziamo di avere un Ter del 2-3%; 250-300 euro se ne vanno in commissioni.

L’indice TER, poi, non contiene tutti i costi pagati da chi investe in questi strumenti. Non comprende, ad esempio, i costi che il gestore del fondo sostiene quando, investendo o disinvestendo una somma di denaro, deve sostenere per le commissioni di negoziazione di borsa, banche o broker.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IG.com
IG.com OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com