Piazza Affari: pronta la correzione? Tutti i temi caldi

Pubblicato da: MatteoT - il: 20-01-2013 14:00 Aggiornato il: 19-01-2013 15:08

“Alle morbide Fruit Joy, tu resistere non puoi, devi devi devi devi devi, masticaaar!” Solo qualche mese fa i mercati finanziari e la Borsa nello specifico erano un luogo orribile, pieno di delusioni e possibili catastrofi, la casa degli orrori! Improvvisamente accade che quel mondo si riempie di colori e come per magia, le tenebre diventano luce, si accendono i rialzi e la casa degli orrori, si trasforma nel pianeta dei balocchi, pieno di dolci e di caramelle, uno tira l’altro.

I titoli salgono, all’inizio sei sbigottito, frastornato e poi inizi a comprare, senza chiederti il perché, compulsivamente, lo fai come scartando una caramelle, una tira l’altra. Ricordate il mitico spot degli anni ’80? Le Fruit Joy, caramelle morbide e colorate, ne mettevi in bocca una, non resistevi, masticavi e subito dopo ne prendevi un’altra. Ecco, quando in borsa si innesca il meccanismo dell’euforia, succede più o meno questo, vi basta guardare l’elenco dei titoli che stanno salendo: Dmail, Cdc, Meridiana Fly, Ciccolella, Poligrafica San Faustino, Cape Live etc etc Non mi verrete a dire che sono titoli saliti per meriti fondamentali, o di particolare innovazione vero?

I +20%, +30% in un giorno e a catena, si realizzano solo in particolari situazione ambientali e di sentiment: euforia! E’ bastato che circolasse il rumor di Daniela Santanchè, interessata ai giornali (poche e misere copie) distribuiti dal gruppo Dmail, per far letteralmente volare il titolo, siamo a +100% in meno di una settimana.

E che dire di CDC, gruppo sull’orlo di una crisi da concordato liquidatorio, sul gruppo certo non si aprono le porte dell’innovazione tecnologica, ma il mercato se ne frega, fa spallucce e qualcuno compra. E compra forte, visto che dall’uscita del rigetto dell’istanza di proroga del termine ex articolo 161 della legge fallimentare, fatta dal Tribunale di Pisa, il titolo è salito quasi del 40%.

Per non parlare di Meridiana Fly, una compagnia aerea in continua avaria, ormai affogata in un lago d’inchiostro rosso, improvvisamente salvata dall’immolazione finanziaria dell’Aga Khan. Probabilmente ora sarà lanciata un’Opa (offerta pubblica d’acquisto) sul titolo, ma a prezzi inferiori degli attuali, e il mercato cosa fa? Se ne frega, e compra!

Sembra che nella notte, quando i mercati chiudono e fintamente riposano, ci sia un pastaio, un Antonio Banderas qualunque, che lavora sotto la luce di una lampadina e impasta, prepara i suoi dolci che il mattino dopo offrirà al banco della Borsa e se il clima e l’umore è questo, chi saprà resistere? Fiesta ti tenta, tre volte tanto, ma a lungo andare, troppi dolci rischiano di fare male.

L’assurdo lo si raggiunge guardando due titoli: Ciccolella e Poligrafica San Faustino, il secondo è il titolo classico del rally estivo, improvvisamente sale, fa la sua fiammata e tutti si chiedono il perché, e poi, al tramontare del sole di ferragosto, improvvisamente si spegne, da solo e ritorna da dove era venuto. E poi c’è Ciccolella, azienda florovivaistica, cosa avrà mai potuto inventare per meritarsi tali rialzi? Un fiore che resiste a ogni stagione e a tutte le temperature? Scrivo un’assurdità, perché anche di assurdità si alimentano questi rialzi, e quando una Ciccolella sale in questo modo, la sensazione che si percepisce è solo una: esuberanza irrazionale. Li senti, sono tutti euforici, improvvisamente e quando accade io mi preoccupo. State attenti a quello che comprate, in fondo anche se certi titoli vengono comprati e venduti come fossero caramelle da scartare una tira l’altra, si tratta pur sempre di caramelle ricevute da uno sconosciuto. Il motore della Borsa e dei mercati finanziari è la fiducia, ed è proprio su questo che si muovono gli scambi, si compra una quantità a un dato prezzo, senza conoscere la controparte, fidandosi ed è quando la fiducia viene meno che i mercati vanno in tilt.

Ma anche la fiducia ha un limite, soprattutto quando vengono trattati certi titoli, non solo si tratta di caramelle ricevute da uno sconosciuto, ma spesso capita che siano le stesse caramelle sconosciute a chi le assaggia. Non mi stupirei sapendo che molti comprano un titolo, senza nemmeno sapere quale sia il business della società acquisita, si compra solo per l’effetto che fa, perché il titolo sale e a quella caramella non so resistere.

Una tira l’altra, come le ciliegie, ma alla fine troppe ciliegie fanno venire il mal di pancia. Mi ritorna in mente la favola del “pifferaio magico” (figura ora prestata alla politica), suona e incanta gli investitori, sei ipnotizzato e felice, ma non ti rendi conto che stai andando incontro alla morte. La BCE ieri ha nuovamente avvisato che la crescita in Europa non c’è e che l’Italia è ancora in difficoltà, aggravata dalla fuga di capitali, ma Piazza Affari fa spallucce e continua a salire. Attenzione però, una prima correzione è dietro l’angolo, sempre più vicina, lo sconosciuto sta passandovi una caramella, questa volta avvelenata, cercate di frenare il vostro appetito, quella caramella potrebbe essere la vostra, con educazione sarebbe preferibile rispondere: “No grazie, sono a dieta”.

Fonte: affaritaliani.libero.it/economia

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
IG MARKETS
IG MARKETS OpinioniConto demo
XTrade
XTrade OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

E-investimenti.com

E-investimenti.com