Tassa sui depositi in Australia

Pubblicato da: MatteoT - il: 02-08-2013 21:56

tasse

Un nuovo pericoloso precedente. Il caso Cipro sembra aver fatto veramente scuola, anche in Australia dove d’ora in avanti aprire un conto corrente vorrà dire, in molti casi, contribuire con i propri risparmi depositati al finanziamento di un fondo per salvare la banca in questione.

Con una tassa dello 0,05% imposta sui conti superiori ai 250 mila dollari australiani (168.600 euro circa) a partire da gennaio 2016, il paese intende finanziare un fondo di salvaguardia contro l’eventuale collasso dell’istituto di riferimento.

La notizia, che viene riportata dalla Bbc, crea un pericoloso precedente anche se, almeno in linea teorica, verrà imposta sugli istituti e non sui correntisti. Le banche, però, hanno avvertito che i costi saranno trasferiti sui clienti.

Il governo aveva avvisato che il rallentamento della crescita e un deficit fiscale in ampliamento, più del previsto, avrebbero potuto portare a misure drastiche.

Chris Bowen, capo del Tesoro, con un comunicato ha fatto sapere che il governo prevede un deficit di 30 miliardi di dollari australiani (equivalenti a 26,7 miliardi di dollari americani) nell’esercizio fiscale attuale. La stima precedente era di 18 miliardi.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
IG MARKETS
IG MARKETS OpinioniConto demo
XTrade
XTrade OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

E-investimenti.com

E-investimenti.com