Broker finanziario: chi è, cosa fa, quanto guadagna

Pubblicato da: Luca M. - il: 28-03-2016 19:37

Il broker finanziario è un professionista che, per conto della propria clientela e su mandato di quest’ultima, compra e vende l’asset migliore secondo le necessità e le preferenze del mandante. Il broker finanziario può essere indistintamente una persona giuridica o fisica, e si pone come figura intermediaria tra il cliente e i mercati nei quali vengono offerti i prodotti finanziari.

Cosa fa nel concreto il broker finanziario ?

broker

In parole semplici, il broker è quel professionista che risponde a due funzioni fondamentali. Con la prima, cerca di individuare le necessità del cliente, acquisendo una consapevolezza di quale possa essere il suo profilo finanziario di rischio, il suo orizzonte temporale e i suoi “contorni” potenzialmente operativi. Si tratta pertanto di una funzione che richiede serietà e sensibilità nel broker finanziario, e che viene accresciuta nel tempo, operazione dopo operazione.

Con la seconda, il broker finanziario cerca di conoscere approfonditamente anche il mercato, selezionando prodotti e operatori più qualificati per ogni tipologia di rischio e di segmentazione di clientela. Una volta sbrigata anche tale seconda funzione, effettuare un matching delle parti sarà relativamente semplice.

Posso diventare broker finanziario?

Se vi state domandando se anche voi potreste diventare un broker, la risposta è: “forse”. Innanzitutto, è bene precisare che per poter diventare broker non serve nessuna laurea, anche perchè non esistono, nel mondo accademico italiano, dei corsi di laurea che “nascano” per poter cavalcare tale disciplina. Probabilmente i corsi delle facoltà di Economia sono quelli che possono preparare al meglio a tale professione, a patto di scegliere dei programmi che integrino tante (tante!) lezioni di finanza, e non solo di economia. Oltre a una buona laurea, può essere utile cercare di affiancare anche altri percorsi di studio, come un Master in Business Administration, e una formazione continua che possa supportare la propria competenza multidisciplinare, e il superamento dei necessari esami.

Altri requisiti – invece, obbligatori – che supporteranno l’iscrizione all’albo dei broker, sono quelli di onorabilità: l’intermediario finanziario dovrà dunque dimostrare di avere la giusta idoneità morale e tecnica, certiicata dal superamento di un esame di Stato (scritto e orale).

Broker e mediatore: quali differenze?

broker-finanziario

Giunti a questo punto, e prima di rispondere alla domanda che forse stuzzica maggiormente la vostra curiosità (quanto guadagna un broker finanziario?) cerchiamo di chiarire il campo da un frequente dubbio: il broker finanziario NON è un mediatore, poichè tra la sua figura professionale (intermediario) e quella di mediatore, sussistono profonde differenze, che finiscono con il caratterizzare in maniera peculiare le due distinte professioni, il percorso per poter avere accesso a tale professione, la remunerazione e tanto altro ancora.

Gli intermediari finanziari sono infatti dei professionisti che possono fornire informazioni significative sui mercati e possono rappresentare una delle due parti in causa (acquirente o venditore). Il mediatore, invece, è il professionista che, per definizione, cerca di perseguire gli interessi di entrambe le parti: si pensi, a titolo di esempio, alla figura di agente immobiliare, il cui obiettivo è quello di facilitare la vendita di un bene immobile, operando però anche nell’interesse dell’acquirente.

Dunque, bando agli equivoci: il broker è un intermediario, NON un mediatore!

Si, ma quanto guadagna un broker?

Eccoci giunti alla parte finale del nostro approfondimento. Una parte finale che cerca di rispondere in maniera sinerca a una domanda molto frequente da parte di coloro che stanno cercando di avvicinarsi al mondo dell’intermediazione finanziaria, e che forse immaginano già una brillante carriera internazionale. Ovvero: quanto guadagna un broker?

In linea di massima, la risposta è: dipende. Dipende da come opera, dipende da quanti clienti ha, dipende dalla struttura remunerativa che è riuscito a negoziare con la clientela. A titolo di chiarezza, si può tuttavia già introdurre come il mondo dell’intermediazione finanziaria sia molto meno dorato di quanto si possa pensare, soprattutto per chi è appena entrato in questo mercato. Se infatti è vero (verissimo!) che ci sono numerosi professionisti che riescono a percepire una remunerazione molto elevata per il proprio lavoro (anche oltre 10 – 20 mila euro al mese), è altrettanto vero che i giovani broker finanziari spesso si devono accontentare di condizioni di lavoro piuttosto pressanti, altrettanto spesso alle dipendenze di un’agenza di brokeraggio, e altrettanto spesso mediante ricompensa di uno stipendio fisso, integrato da eventuali provvigioni.

Insomma, considerato che il mercato è ampio e la libera concorrenza è assicurata, anche nel mondo professionale dei broker finanziari tutto dipenderà da voi, dalla vostra professionalità e competenza, dalla vostra capacità di conquistare nuovi clienti e traghettarli verso una situazione di successo. Studiate sempre, mantenete una sana voglia di imparare, e curate sempre con trasparenza e corretteza ogni relazione. Il resto, forse, verrà da sè. Consigliamo la nostra pagina dedicata ai migliori broker forex regolamentati per chi volesse conoscere le migliori piattaforme dedicate al trading forex in Italia.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
IG MARKETS
IG MARKETS OpinioniConto demo
XTrade
XTrade OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Lascia un commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com