Piazza Affari e Mibtel chiudono in pari. Crolla Unicredit

Pubblicato da: Luca M. - il: 24-04-2008 7:00

E’stata una giornata piena di alti e bassi quella di mercoledì sulle piazze europee che hanno preso la via del rialzo nel finale grazie alle buone notizie dagli Usa che hanno tonificato Wall Street. Piazza Affari a Milano era arrivata a -1,4% annulla le perdite e chiude a -0,09Dopo una riunione caratterizzata dall’incertezza, le Borse europee chiudono in denaro, grazie all’accelerazione registrata nell’ultima ora di negoziazione. Piazza affari recupera il forte ribasso di metà giornata e conclude vicina alla parità con l’indice Mibtel che segna un minimo calo dello 0,09%, a 25.367 punti, mentre l’S&P/Mib cede lo 0,19% e l’All Stars lo 0,06%. Scambi attivi, a 5,7 miliardi di euro di controvalore.

A sostenere i listini europei ha contribuito il tono ottimista di Wall Street, grazie ad una serie di positive indicazioni arrivate dai conti delle corporation ma anche all’impennata dei titoli petroliferi causata dal caro-greggio. Infatti il WTI ha mostrato una reazione molto nervosa agli ultimi dati diffusi, scivolando prima attorno a minimi di 116,45 usd e poi rimbalzando oltre i 118 dollari al barile.

Dopo un buon avvio con un massimo del +0,5% Piazza Affari ha perso terreno accusando la debolezza di alcuni titoli guida, toccando fino a un minimo del -1,4%. Anche con il recupero finale il nostro listino risulta oggi il peggiore in Europa.

Particolarmente colpita Unicredit, che chiude con un calo del 2,05% dopo aver segnato anche un minimo del 4,6% alla notizia delle svalutazioni di portafoglio della controllata Hvb per la crisi finanziaria. Il ribasso si è attenuato quando il gruppo ha comunicato di attendersi un utile trimestrale di 1 miliardo di euro. Effetto negativo sugli altri titoli bancari, con Monte Paschi (-0,57%) e Banco Popolare (-0,73%) che restano in calo, mentre Ubi Banca si riscuote (+1,76%) anche grazie a un report favorevole. In parità Intesa. Flettono assicurativi e risparmio gestito.

In campo energetico scende Saipem (-4,12%) dopo la trimestrale e il warning sull’impatto dell’euro, bene Snam Rete Gas (+1,15%) anch’essa all’approvazione dei conti. Eni segna +0,66%, boom per la Erg (+5,46%). Scende Enel (-0,33%).

Tra i tecnologici si muove Stm (+3,13%), conferma per Prysmian (+1,34%). Pirelli sale del 2,77%, Fiat guadagna l’1,65% in attesa dei conti (domani il cda). Tra gli industriali bene i cementieri, positiva Parmalat.

Alitalia chiude con un ribasso del 3,31%, a 0,5995 euro, senza particolari riflessi alle notizie sulla possibile formazione della cordata italiana.

Tra le piazze europee si segnala in controtendenza solo Zurigo che lima lo 0,06% a 7.324,38 punti. La migliore è Parigi con un guadagno dell’1,48% a 4.944,65 punti, mentre Amsterdam sale dell’1,11% a 471,24 punti, Francoforte dello 0,99% a 6795,03 punti, Londra dello 0,81% a 6083,6 punti, Bruxelles dello 0,52% a3879,15 punti e Madrid dello 0,49% a 13660,6 punti.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IG.com
IG.com OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com