Banche e investimenti sicuri: conoscere su cosa investire

Pubblicato da: Luca M. - il: 01-02-2009 7:26 Aggiornato il: 18-12-2015 10:47

Nel 2008 c’è stata una vera e propria debacle delle banche: una inglese, una danese e 11 americane, questo il bilancio delle banche fallite.

Sino ad oggi il rischio del fallimento di una banca è stato spesso sottovalutato.

Molti non sapevano neanche che potesse avere così tante conseguenze sulle proprie finanze, ritenendo erroneamente che il proprio denaro fosse stato sotto investimenti sicuri e tranquilli.

Per esempio chi possedeva un certificato di investimento a capitale garantito emesso da Lehman Brothers, nonostante avesse diritto a scadenza di vedersi restituito il capitale nominale, nel momento in cui la banca americana è fallita ha perso il suo denaro.

Di conseguenza molti ne hanno dedotto che fosse lo strumento da loro scelto a non funzionare.

Tuttavia ciò non è corretto: infatti la garanzia della restituzione del capitale per questo tipo di strumenti normalmente data dall’emittente fallisca.

In realtà, quindi il problema non era la struttura del certificato di Lehman, bensì Lehman stessa. Il prodotto non ha potuto mantenere le sue promesse perchè la banca è diventata insolvente.

Nulla di nuovo però per chi conosce il mondo degli strumenti finanziari d’investimento.

Infatti lo stesso rischio esiste per molti altri prodotti.

In casi di fallimento di un azienda perdono valore per esempio anche le azioni o le obbligazioni emesse da questa società.

Persino i titoli emessi dagli Stati comportano il rischio d’insolvenza del relativo stato emittente.

Con i prodotti finanziari infatti se ne possono correre di diverso tipo: il rischio emittente, il rischio di liquidità, il rischio di tassi e il rischio valutario.

I rischi relativi ad un prodotto, compreso il rischio emittente, sono sempre descritti nella documentazione legale.

Chi desiderasse avere maggiori informazioni sulla solidità di un emittente potrebbe considerare i giudizi delle agenzie di rating.

La stima si esprime in una valutazione, questa viene espressa con lettere alfabetiche, la votazione massima corrisponde ad AAA, mentre quella minima a D.

Quindi l’investirore che decide di fare affidamento su questo sistema, deve assicurarsi che l’ultima sia stata effettuata in tempo recenti.

Per valutare gli strumenti finanziari con maggiore accuratezza è quindi necessario informarsi.

Prima dell’acquisto di un prodotto è bene cercare notizie sull’emittente, possibilmente con un consulente finanziario indipendente che non abbia nessun interesse nei confronti della banca a differenza dei promotori finanziari, e non soltanto sui servizi aggiuntivi che essa offre, ma anche sulla capacità di solvibilità.

Anche il prospetto ed in generale la documentazione legale predisposta dagli emittenti deve essere letta accuratamente: in questi documenti vengono descritti tutti i rischi che si corrono con l’acquisto di un prodotto, compresi i rischi meno probabili, come era considerato fino a qualche tempo fa il rischio emittente di alcune banche.

Solo così sarà possibile affrontare le crisi più serenamente, sapendo di poter contare sulla solidità dei propri investimenti.

D’altronde perchè un albero porti frutti buoni e abbondanti è necessario che sia in buono stato di salute.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
IG MARKETS
IG MARKETS OpinioniConto demo
XTrade
XTrade OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Lascia un commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com