Fenomeno "phishing": Chiusi 4000 siti di false banche

Pubblicato da: Luca M. - il: 14-06-2007 8:31

Sono stati chiusi oltre 4.000 siti web si spacciavano con nomi di famose banche italiane e per chi non era attento osservatore potevano sembrare i siti ufficiali mentre in realtà erano solo dei siti truffaldini che non avevano assolutamente niente a che fare con i siti ufficiali delle banche vere e proprio che a loro insaputa sono state colpite e anche danneggiate come immagine e serietà da questi falsari!

Questo fenomeno  è chiamato in termine tecnino ” phishing”, le truffe online nella maggior parte dei casi arrivano per e-mail attraverso finti messaggi di posta elettronica che sembrano spediti proprio dalla propria banca o dalle poste italiane in quanto come intestazione e grafica sono del tutto simili o quasi identiche al sito ufficiale e un utente poco attento può cascarci facilmente, queste mail con la scusa che il proprio istituto bancario ha bisogno di aggiornare i dati del cliente in quanto incompleti o non corretti  chiedono di andare ad aggiornare i dati cliccando sul link presente nella mail che sembra portare al sito web della propria banca invece non è altro che un falso indirizzamento e poi viene chiesto di eseguire login e password con le quali si accede ai propri conti correnti bancari online e questi vengono così rubati e possono essere utilizzati da terzi ad insaputa dei malcapitati!

Questo è un fenomeno che sicuramente quasi tutti voi che leggete questo articolo conoscete perchè avrete ricevuto una di queste email.

Il giro scoperto dalla Finanza italiana questa volta è il più grosso di cui finora si conosca l’esistenza in Italia, tanto da essere stato in questi giorni in primo piano anche su tutti i giornali e telegiornali nazionali!

La quantità di denaro rubato dai conti correnti online è abbastanza ingente ed ammonta a circa 1 milione di euro.

Finora sono state arrestate solo due individui della Lettonia, ma tra gli indagati ci sono altre 152 persone, molte delle quali non avevano mai avuto problemi con la giustizia italiana.

In seguito questo denaro truffato veniva riciclato attraverso e-mail o messaggi su forum e newsgroup fingendo di essere una società che aveva bisogno di conti bancari di intermediazione e in cambio per le cifre scambiate tra questi conti  ricevevano una percentuale tra il 5 e il 10% della somma spostata verso conti correnti esteri.

Anche queste persone che pur non sapendi di essersi trovati in questa situazione ma hannoi fatto da intermediari veri e propri rischiano di essere incriminati per riciclaggio di denaro.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IQ Option
IQ Option OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com