EFT: investimenti sicuri e senza rischi

Pubblicato da: Luca M. - il: 18-06-2009 10:12

Chi vuole investire in modo sicuro il proprio denaro senza rischiare di perdere nulla a causa dell’inflazione o della crisi dei mercati può decidere di investire in fondi comuni o EFT specializzati in obbligazioni legate all’inflazione.

Dovete sapere che in Italia esistono 77 fondi comuni che hanno queste caratteristiche ai quali bisogna aggiungere 4 EFT.

Di questi 4 EFT uno chiamato “Db x-tracker iBoxx global inflation linked tr hedged” di Deutche Bank è indicizzato all’inflazione mondiale.

Gli altri tre EFT invece chiamati “Db x-tracker iBoxx euro inflation linked tr” che è sempre di Deutche Bank,  “Lyxor etf Euromts inflation linked” del gruppo Societe Generale e lo “Ishares euro inflation linked bond” sono legati all’inflazione europea.

Detto questo vi spieghiamo come scegliere l’investimento migliore tra fondi tradizionali ed EFT.

Dovete sapere innanzitutto che ci sono alcuni fondi “anti inflazione”, ossia che non sono indicizzati all’inflazione, che dall’inizio di quest’anno stanno ottenendo ottimi risultati.

Un esempio di questi fondi sono i comparti Schroder Isf global Inflation Linked, Axa wf global Inflation bonds, Caam funds euro inflation bond e Parvest euro inflation-linked bond.

Però se si considerano investrimenti a uno o a tre anni si nota subito che gli Etf garantiscono rendimenti molto più generosi e convenienti. In particolare da inizio 2009 i 77 fondi di categoria hanno fruttato in media il 2% contro il 2,92% offerto dagli Etf. Questa differenza di rendimenti si nota ancora di più se si considera l’investimento ad un anno infatti i fondi fruttano l’1,63% mentre gli EFT il 3,04%. Ancora più evidente nella lunga distanza a 3 anni con i fondi classici che fruttano il 5,97% contro il 10,1% degli Eft.

I motivi di questa grande differenza di rendimenti sono dovuti soprattutto ai costi. Infatti in un anno le spese complessive che gravano su un fondo indicizzato all’inflazione toccano si aggirano intorno allo 0,87% contro il solo 0,20% degli EFT.

Inoltre dovete sapere che a differenza di quanto succede con un investimento su in singolo Btpei o buono postale anti inflazione quando si acquista un fondo o un EFT speciale si può diversificare l’investimento su molte decine di titoli e questo permette di dilazionare il rischio.

Questo fa si che i fondi e gli Etf indicizzati all’inflazione possono essere alla portata di ogni categoria di investitore sia perché hanno un profilo di rischio normalmente inferiore ai fondi a reddito fisso europei sia perché, a patto che si mantengano in portafoglio per almeno 12-18 mesi, il «pericolo» non è molto superiore a quello di un fondo monetario.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
IG MARKETS
IG MARKETS OpinioniConto demo
XTrade
XTrade OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Lascia un commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com