Bankitalia: pressione fiscale record a 42,3%

Pubblicato da: Luca M. - il: 06-08-2007 10:00

Il governatore di Bankitalia,Draghi,all’audizione sul Dpef dice: “Il primo investimento a favore dei giovani deve ridurre il debito, garantire sostenibilità del sistema previdenziale”. Dice sì all’aumento delle pensioni basse ma ritiene necessario”aumentare gradualmente l’età media per la pensione e sviluppare la previdenza complementare” “Servono scelte coraggiose”. Critica il rinvio al 2011 del pareggio di bilancio Rinunciare al riequilibrio durante la ripresa,dice,porta il rischio di doverlo fare in “condizioni più difficili”.

Draghi, governatore di Bankitalia,rimarca: serve il “controllo della qualità e della quantità della spesa” per “conciliare il risanamento dei conti con il calo della pressione fiscale”, ora vicina “ai massimi degli ultimi decenni”. “E’ passata -dice- dal 40,6% al 42,3%”. E indica la “linea guida:far pagare le tasse a tutti quelli che le devono pagare per diminuire le aliquote di tutti i contribuenti onesti”. Poi Draghi contesta l’uso del termine “tesoretto” per le entrate non previste “E’ fuorviante -spiega- con un debito e un disavanzo come il nostro non esiste un tesoretto da spendere. Deve essere usato per ridurre disavanzo e debito”.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IG.com
IG.com OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com