La FED interviene e Piazza Affari decolla

Pubblicato da: Luca M. - il: 07-09-2007 4:08

La FED immette nuova liquidità e a Milano indici subito in leggero rialzo, bene soprattutto gli editoriali, Bpm e Alitalia.

Chiusura con il segno positivo per Piazza Affari. L’indice Mibtel ha fatto segnare nel finale un rialzo dello 0,2% mentre l’S&P/Mib guadagna lo 0,11%. Gli indici hanno imboccato la strada del rialzo sulla scia di Wall Street salita dopo la decisione della Federal Reserve di immettere sul mercato 5 miliardi di dollari di liquidità, nonostante la diffusione di dati macroeconomici inferiori alle attese.

Sono tornati sotto i riflettori i titoli che erano rimasti in ombra nelle ultime sedute, e a guidare i rialzi è stata Seat Pagine Gialle (+3,76%) spinta dagli acquisti di fondi esteri. Inoltre, per alcuni analisti, la società beneficia anche dell’attesa per i risultati del secondo trimestre, che saranno resi noti venerdì. In generale è andato bene tutto il comparto editoriale: L’Espresso è salita del 2,04%, Mondadori dello 0,92% e Mediaset dello 0,57% ed Rcs Media Group dello 0,41%.

Torna sotto i riflettori Bpm (+1,41%) al centro delle speculazioni nel giorno della riunione del nuovo comitato strategico che potrebbe esaminare nuove alternative per un’aggregazione. E tra le possibili alternative ci sarebbe anche di Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio salita oggi del 4,1%.

Recupera Alitalia (+1,24%) in attesa di novità sul futuro. I sindacati hanno detto che British Airways potrebbe essere interessata alla compagnia. Bene anche Finmeccanica (+1,16%) sostenuta da un report di Merrill Lynch che ha confermato il giudizio «buy» e il prezzo obiettivo a 25 euro, e dalla notizia che il gruppo parteciperà alla gara per una fornitura di carri armati alla Gran Bretagna. Seduta al rialzo per Telecom italia (+0,67%). Citigroup ha alzato il giudizio sul titolo da «neutral» a «buy», mentre ha pesato un pò l’incertezza sulla chiusura dell’operazione di passaggio azioni da Olimpia a Telco.

Tra i titoli negativi da segnalare Enel che perde l’1,26% alla vigilia della pubblicazione dei conti del secondo trimestre attesi in calo. Giù anche Eni (-0,12%), che ha però limato le perdite dopo che il capo della divisione esplorazione e produzione Stefano Cao ha parlato di dialogo «aperto e costruttivo» con le autorità kazake per sbloccare il veto posto dal governo al proseguimento dei lavori nel giacimento di Kashagan.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IQ Option
IQ Option OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com