KERSELF per investire sicuri in un futuro solare.

Pubblicato da: Luca M. - il: 19-09-2007 4:42 Aggiornato il: 01-07-2014 16:37

 Kerself, e l’Azienda leader nella produzione e installazione di pannelli fotovoltaici per energia solare. L’emiliana Kerself è impegnata in un aumento di capitale per raccogliere 22 milioni di euro con i quali sostenere i progetti di crescita. Grazie agli incentivi pubblici recentemente adottati in Italia su imitazione della legislazione tedesca, il settore fotovoltaico nel nostro Paese sta attraversando una fase di forte sviluppo.

La capacità installata totale in Italia era nel 2006 di 36 Megawatt e salirà alla fine di quest’anno a 80-100 Megawatt. Con il Conto energia, una formula di incentivi ad hoc approvata per decreto nel marzo scorso, il governo ha stanziato 3 miliardi di euro e l’obiettivo è arrivare 1.000 Megawatt di capacità installata nel 2010. In questo mercato Kerself è leader nazionale con una capacità produttiva annua di 36 Megawatt , seguito da Enipower che ha una capacità di 6 Megawatt.

Dopo avere chiuso il 2006 con un fatturato di 53,1 milioni di euro e un utile netto di 2,9 milioni, Kerself pensa di chiudere quest’anno con ricavi per 85/86 milioni. Collocate in Borsa (mercato Expandi) nel gennaio 2006 a 2,5 euro, le azioni Kerself hanno realizzato una performance impressionante fino a segnare il 5 settembre scorso il massimo di 9,13 euro.

Le nuove azioni di Kerself vengono offerte in opzione agli azionisti in ragione di 5 nuove azioni ogni 19 possedute a un prezzo di 6,3 euro, contro una quotazione, oggi, di 8,3 euro (sconto del 24%). Partito il 10 settembre, l’aumento di capitale si chiuderà il 28 settembre e il 21 sarà l’ultimo giorno per negoziare in Borsa i diritti di opzione.  Pier Angelo Masselli, fondatore, presidente e principale azionista di Kerself con il 27%, ha già sottoscritto la sua quota di aumento di capitale, e gli altri due principali azionisti, Franco Traverso (10,8%) e la famiglia Mutabakani (6,6%), si sono impegnati a fare lo stesso.

Non teme che sia difficile convincere gli investitori a comprare le vostre azioni, dopo che il titolo è già salito del 230% negli ultimi 20 mesi  e del 70% dall’inizio di quest’anno?

“Non credo, siamo un’azienda caratterizzata da tassi di crescita molto alti e lavoriamo in un settore in forte espansione”, risponde il presidente Masselli, il quale dice di condividere la previsione fatta da Intermonte che la società raggiungerà nel 2008 un fatturato di 140 milioni di euro. Intermonte guida il consorzio di garanzia dell’aumento di capitale.

Come utilizzerete i soldi che chiedete al mercato?

“Ci servono mezzi finanziari per sostenere una crescita organica che sarà a doppia cifra e per fare acquisizioni. Stiamo concludendo un investimento da 16 milioni di euro con il quale abbiamo aumentato la capacità produttiva della controllata Helios Technology da 10 a 30 Megawatt. Con la crescita delle domanda che prevediamo grazie al Conto energia potremmo anche realizzare un’ulteriore nuova linea produttiva da 60 Mw, sarebbe un investimento da 26 milioni di euro con il rientro garantito in tre anni”.

Che cosa vi farà decidere se farlo o no?

“Dipende dal costo del silicio, se riusciremo a raggiungere accordi che ci garantiscono silicio a basso costo. Di fatto per noi il vero business è la distribuzione, fabbrichiamo i pannelli perché ci servono. Oggi il costo del silicio è alto, perché c’è un eccesso di domanda rispetto all’offerta, ma sappiamo che nuovi player stanno per entrare in questo settore per cui ci aspettiamo in prospettiva una discesa dei prezzi”.

E le acquisizioni?

“Ci interessa crescere nella distribuzione, dove già abbiamo una rete piuttosto diffusa, e nei componenti: per fare l’energia solare, oltre ai pannelli, servono gli inverter che a noi mancano, ma in Italia ci sono tanti produttori di inverter”.

Grazie agli incentivi pubblici e all’accordo con Deutsche Bank, Kerself è in grado di proporre alle famiglie l’installazione a costo zero di pannelli fotovoltaici per le abitazioni, con vantaggi da subito in bolletta. Avete previsto spese di marketing-pubblicità per fare conoscere questa formula?

“Quello che andrebbe fatto conoscere è l’intelligente politica di incentivi adottata dal governo. Come ci sono le campagne pubbliche contro la guida in stato di ebbrezza, andrebbe fatta una campagna educativa sul Conto energia”.

Kerself è scalabile: che cosa fareste lei e gli altri soci principali di fronte all’offerta di un grande concorrente?

 “Al momento non abbiamo di certo intenzione di vendere: noi stiamo lavorando per fare crescere l’azienda e sono sicuro che fra due o tre anni varrà molto di più”.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IG.com
IG.com OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com