Citigroup lancia allarme: crisi mutui pesante

Pubblicato da: Luca M. - il: 04-10-2007 9:31 Aggiornato il: 06-04-2016 13:23

Pesante annuncio: la banca Usa Citigroup stima calo utili del 60% nel terzo trimestre. Ma il titolo sale a Wall Street

La crisi dei mutui non sembra archiviata. Anche se Alan Greenspan, l’ex timoniere della Federal Reserve, intravede segnali incoraggianti, Citigroup, il colosso finanziario leader al mondo, ha lanciato un preoccupante allarme utili, annunciando di aspettarsi per il terzo trimestre dell’anno un calo dei profitti del 60% circa su base annuale. Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Dow Jones, il gigante dei servizi finanziari ha motivato la propria decisione con i problemi relativi ai titoli garantiti dai mutui, alle condizioni in cui versa il mercato del credito e al deterioramento delle condizioni del credito al consumo.

algrado il tono delle notizie, la fiducia domina sui mercati finanziari: il titolo Citigroup, a metà giornata sui mercati americani, guadagna addirittura il 2%. Per gli operatori, evidentemente, i motivi che hanno causato il profit warning della banca sono eccezionali e soprattutto transitori e il mangement ha le risorse per tenere sotto controllo il disordine nel business.

Per il numero uno dell’istituto, Charles Prince, i risultati rappresentano comunque una evidente delusione. Commentando l’allarme utili di Citigroup, il presidente e ad ha sottolineato che la flessione dei profitti stata alimentata soprattutto dalla debole performance delle attività del mercato del credito a reddito fisso, dalle svalutazioni nei prestiti (per i leveraged buyout, ovvero le acquisizioni a debito, ndr) e dagli aumenti dei costi del credito al consumo. Parole ancora più severe sono state utilizzate con riferimento alle operazioni di trading delle attività a reddito fisso, definite aberranti. Prince si augura comunque che il ritorno a una reddività normale avvenga nel quarto trimestre dell’anno.

Tornando ai risultati del terzo trimestre, a pesare saranno svalutazioni pari a 1,4 miliardi di dollari in relazione alle operazioni di leveraged buyout al cui finanziamento Citigroup sta lavorando; perdite per un valore di 1,3 miliardi di dollari negli investimenti in titoli garantiti dai mutui; perdite di 600 milioni di dollari nelle attività di trading online che hanno per oggetto asset a reddito fisso. Ancora, Citigroup ha precisato che i costi relativi alle operazioni di credito al consumo saranno superiori di 2,6 miliardi di dollari a causa soprattutto della necessità di aumentare le riserve che coprono le perdite sui prestiti erogati. Gli utili di Citigroup saranno resi noti al mercato il 15 ottobre prossimo.

Insomma, si tratta di una situazione parecchio intricata e legata alla crisi che si è aperta nel settore dei mutui subprime, quelli meno garantiti. Una crisi che ha evidentemente contagiato altri settori della finanza. Eppure c’è chi vede rosa: nell’ennesima intervista rilasciata per promuovere la sua autobiografia, Alan Greenspan ha pronosticato la fine della crisi finanziaria. L’ex presidente della Federal Reserve, la banca centrale americana, a Londra, ha osservato come negli ultimi giorni le emissioni di bond di lungo termine da parte di aziende abbiano trovato una buona accoglienza sul mercato: Un buon segno, ha dichiarato. Questo significa che la crisi di agosto-settembre forse è terminata, ha concluso. Da Citigroup arrivano, però, segnali preoccupanti.

Anche Dominique Strauss-Khan, durante la sua prima conferenza stampa da presidente del Fondo monetario internazionale, nostra fiducia: la crisi dei subprime non avrà �effetti drammatici, ha detto il neo-presidente dell’Fmi.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IQ Option
IQ Option OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com