I rincari colpiranno trasporti e sanità

Pubblicato da: Luca M. - il: 16-11-2010 4:37 Aggiornato il: 09-12-2010 10:34

san

Bisogna andare a coprire gli ammanchi nel bilancio del paese ed ecco che spuntano i primi settori “vittima” dell’enorme “buco” finanziario. La sanità, con la reintroduzione del ticket da 10 euro, è una delle vittime: i ticket saranno “congelati” per 5 mesi in un anno. 347,5 milioni, è questa la cifra del costo dell’operazione (contro gli 834 mln indicati per il 2011 nel Patto per la salute del biennio 2010/2012). Ricordiamo che nel 2007, due senatori dell’allora “Ulivo”, avevano richiesto l’abolizione del ticket aggiuntivo che in sostanza non andava a pesare sulle finanze degli enti locali.

Colpito dagli aumenti è anche il settore dei trasporti: si prevede una forte riduzione del finanziamento dei trasporti che andrà a colpire maggiormente quello ferroviario, con l’aumento dei biglietti dei treni. Nel maxi-emendamento incluso nella Finanziaria, è presente una riassegnazione di alcuni fondi per le infrastrutture (locali) ferroviarie del paese.

Dal 15 al 35%. Questo è l’aumento, secondo le associazioni dei consumatori, di biglietti ed abbonamenti che andrà a pesare dagli 80 ai 380 euro nelle tasche dei pendolari italiani e se consideriamo i continui disservizi, scioperi, condizioni dei treni e quant’altro è una cifra esageratamente alta.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IQ Option
IQ Option OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com