Investimenti: consigli per l’uso

Pubblicato da: MatteoT - il: 23-07-2011 4:00 Aggiornato il: 08-07-2011 6:44

Un ampio consenso è emerso a fine 2010 in favore degli investimenti in attività rischiose nel 2011, le intenzione dei partecipanti al mercato si misurano principalmente dal loro grado di ottimismo circa la crescita economica.

I più ottimisti stanno fortemente sostenendo le azioni. La richiesta di una stock mix più conservatrice e di obbligazioni di società (credito aziendali), titoli di Stato dei paesi sviluppati meritano di essere guardato con attenzione, dopo un calo dei rendimenti ai minimi storici nel mese di agosto e il deterioramento delle finanze pubbliche.

Un secondo dato, che è diventato un luogo comune, è anche il consenso che la crescita globale continuerà ad essere gestito dai paesi emergenti, guidati da Cina, che si riflette negli investimenti sui valori locali, ma anche e soprattutto, grandi titoli le società occidentali sono ben posizionate per trarre vantaggio dalla nuova “Eldorado”.

Terzo punto di consenso: la crisi del debito sovrano continuerà a pesare nel 2011 ma l’area dell’euro non scoppia. Le tariffe saranno aumentate, ma rimangono a livelli bassi.
Gli strateghi di Societe Generale si aspettano un aumento del 11% al 15% delle borse nei prossimi 12 mesi, le azioni di asset class miglioreranno le condizioni economiche, valutazioni interessanti, la politica accomodante della crescita monetaria e del profitto.

Ma ci si aspetta un avvio difficile a causa di timori per la crescita all’estero. Perciò gli strateghi del credito credono che nel 2011 le obbligazioni corporate SG conserveranno un’attrazione rispetto ai titoli azionari, almeno durante la prima metà dell’anno a causa di incertezza che circonda la crescita.

La protezione del capitale rimarrà una priorità per gli investitori in quanto la visibilità economica non è migliorata e rimarrà un fattore importante a sostegno del credito alle imprese, dicono, avvertendo che la prestazione di credito sarà meno spettacolare 2009 e 2010.
Le misure di austerità fiscale concordata in Europa potrebbe frenare la crescita già morbido, la Germania, che ha riconquistato una buona salute economica, potrebbe essere un’eccezione.

I capricci creati dal debito pubblico europeo non dovrebbero nascondere un certo numero di argomenti positivi per le attività rischiose, si tratti di credito o le azioni.
Ci sono probabilmente agli albori del 2011 un’ondata di M & A (fusioni e acquisizioni) sarà attivato, a causa di imprese posizione finanziaria altamente redditizia.

La prospettiva di una crescita più debole ma più forte nel 2011, sostenuta da politiche monetarie accomodanti nei paesi sviluppati, dovrebbero sostenere le azioni a breve termine del credito mondiale.
Per i più pessimisti circa l’economia ci sarà un indebolimento della crescita globale nel 2011 a causa di politiche di austerità nei paesi sviluppati e l’inasprimento delle condizioni monetarie nei paesi emergenti come la Cina.

Le aziende europee sono più sane di quelle degli Stati che hanno accumulato una montagna di debiti dal 2008. Si stima che nel 2011 gli utili dovrebbero continuare a progredire e dare ‘interesse per azioni e in misura minore del credito.

Fonte: investimenti-sicuri.it

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
IG MARKETS
IG MARKETS OpinioniConto demo
XTrade
XTrade OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com