Crisi Ue: sul debito greco perdite fino al 60%

Pubblicato da: MatteoT - il: 23-10-2011 9:37

La perdita possibile per i creditori privati della Grecia dovrebbe aggirarsi sul 60% sul loro debito sovrano, ben oltre l’obiettivo del 21% concordato nel mese di luglio al fine di rendere sostenibile il debito greco nel lungo periodo.

Venerdì sera c’è stata una ventata d’aria fresca ad Atene: via libera al pagamento, entro la metà di novembre, della nuova tranche di aiuti internazionali che ammonta ad 8 miliardi di euro. Il Fmi deve però ancora accettare il pagamento.

Secondo gli scenari inclusi nel rapporto della troika – FMI, BCE e Commissione Europea – i rappresentanti dei “benefattori” internazionali in Grecia, un haircut del 50% sui titoli greci detenuti da investitori privati è necessario per ridurre il debito al 120% del PIL, contro il 162% attuale. Se dovesse essere portato al di sotto del 110%, avvertono gli ispettori, sarebbe necessaria una svalutazione del 60%. La troika non esclude che il debito greco possa arrivare ad un picco del186% del PIL.

Riflettendo un quadro sempre più condiviso dai leader europei, il ministro delle Finanze svedese Anders Borg ha chiesto “perdite sostanziali” sui titoli greci. “Non credo che dovremmo usare i soldi dei contribuenti. Il sistema di garanzie non può, da solo, ridare fiducia”, ha detto al suo arrivo alla riunione dei ministri delle finanze dell’UE.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
IQ Option
IQ Option OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
Plus500
Plus500 OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un Commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com