Fiat: è flop negli Stati Uniti

Pubblicato da: MatteoT - il: 17-11-2011 10:34

Nuovi showroom ed una testimonial d’eccezione come Jennifer Lopez basteranno per rilanciare il marchio Fiat e le relative vendite nel mercato degli Stati Uniti? A ottobre sono state acquistato 21,380 Cinquecento, meno delle metà delle 50 mila previste dall’amministratore delegato del Lingotto, Sergio Marchionne.

I vertici del gruppo sono convinti che le difficoltà che il gruppo torinese sta riscontrando siano dovute alla decisione di distribuire Fiat insieme a Chrysler; proprio per questo motivo si stanno preparando a lanciare dei nuovi concessionari ad esclusivo marchio Fiat.

Di certo, la partenza lenta ha fatto perdere al gruppo un’occasione per avvantaggiarsi nei confronti di Toyota e Honda che hanno rallentanto la loro produzione dopo il tragico tsunami di marzo. “Dobbiamo lavorare sulla distribuzione” ha ammesso Marchionne: “Negli Stati Uniti abbiamo 60 venditori di 500, credo la Ferrari ne abbia di più”. Solo che mentre Chrysler cerca di aumentare la forza vendita i concorrenti del Lingotto nel segmento delle piccole vetture, da Gm e Chevrolet e Hyundai, hanno registrato un’impennata delle vendite.

“Lo sviluppo dei concessionari Fiat è stato un fallimento” ha commentato Scott Hogle, ex manager di Chrysler. E così mentre i gli utili del gruppo americani sono stati visti in rialzo a 600 milioni per fine anno, le vendite non vanno di pari passo. Marchionne aveva previsto una progressione del 32% a 2 milioni, ma nei primi nove la crescita è ferma al 21%. “Con la 500 hanno fatto un buon lavoro, ma non da blockbuster” commenta un analista americano.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
IG MARKETS
IG MARKETS OpinioniConto demo
XTrade
XTrade OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com