analisi del dax dopo la close del 23 dicembre 2011

Pubblicato da: Luca M. - il: 26-12-2011 11:30 Aggiornato il: 26-12-2011 11:34

è arrivato il regalo di natale, una settimana verde, che cercheremo di analizzare bene;

sembra una partita di ping pong, il prezzo rimbalza da un livello all’altro con grande forza e dinamismo;

ho letto recensioni trionfalistiche di trader che credono convinti che il peggio sia alle spalle e di trader che invece credono che il peggio debba arrivare;

penso che la verità stia nel mezzo nel senso che il prezzo sta cercando una sua identità e per trovarla necessita di molto tempo;

cadute repentine come quelle vissute ad agosto e settembre non sono così frequenti, come non sono frequenti salite ripide e decise;

un mercato che cerca di ritrovare una sua identità si muove proprio come sta avvenendo, swinga con lentezza e noia, in un fazzoletto di qualche centinaio di punti tanto da sembrare senza una vera direzione;

in realtà la direzione la sta costruendo nel tempo, per far comprendere meglio questo pensiero, è necessario far riferimento alla fase di accumulazione come spiegato nelle seguenti due foto:

è importante visualizzare queste due foto, dove è indicata la fase di accumulazione, visibile sia sul grafico settimanale che su quello giornaliero, dalla quale è partito il ritracciamento long che non a caso si è arrestato a quota 6400 e da lì ha ritracciato con forza verso il basso;


la domanda che nasce spontanea è:

la fase di accumulazione, avrà determinato il minimo?
oppure esso dovrà essere ritestato ed eventualmente superato?

rispondere non è facile, l’impressione è che il minimo possa esser stato fatto, in quanto il prezzo non ha ancora violato quota 5383, fino a che si manterrà sopra tale livello dobbiamo credere che i minimi siano stati fatti.
entriamo nello specifico della nostra analisi, cercando di comprendere cosa sta accadendo e ciò che ragionevolmente potrebbe accadere;

prima però è necessario far riferimento al trend del mercato del dax, 
attualmente i trend sono i seguenti:

  • trend di breve periodo, short;
  • trend di medio periodo, short;
  • trend di lungo periodo, long.


nonostante che il trend di lungo periodo sia ancora orientato al rialzo, assisteremo ancora ad alti e bassi, in pratica assisteremo a questi continui spostamenti anche molto sostenuti fino a quando il prezzo non prenderà con decisione una sua strada, ma per ottenere questo forse sarà necessario attendere ancora molto tempo.
questo è l’insieme del grafico settimanale del dax, si noti come il prezzo sia arrivato a contatto con le medie e lì si sia fermato non riuscendo a superarle;

siamo abituati a queste dinamiche, lo siamo da settimane, il prezzo sente le medie in maniera importante, sente questa resistenza dinamica in maniera forte;

solo dopo che avremo oltrepassato e chiuso con forza sopra di esse, potremo pensare di attaccare i livelli di cui tratteremo nelle prossime foto.
nella prossima foto, evidenziamo sul grafico giornaliero del dax i livelli di supporto e di resistenza;
anche da questa foto si vede chiaramente come il prezzo si sposti di continuo in pochi punti tanto da determinare nuovamente i due livelli a 5872.50 e a 5715.50 nuovi supporti, dopo che avevano lavorato per una settimana da resistenze;

la foto del dax giornaliero è molto chiara, ci si muove in un fazzoletto di punti da troppo tempo e questo non giova al mercato, infatti questi livelli cambiano di continuo e non tengono assolutamente il prezzo, per capire di più dal movimento in atto dobbiamo attendere una direzione più convinta del mercato.
sul grafico settimanale del dax possiamo notare quelli che sono i livelli di supporto e di resistenza;

anche qui è evidenziato il livello a 5872.50 che è tornato, anche se di pochi punti a lavorare come supporto.
a questo punto, dobbiamo chiederci “cosa accadrà la nuova settimana?”

partiamo dal presupposto che il trend di lungo periodo è impostato al rialzo, come da foto seguente, dove ben si comprende quali sono i livelli da tenere d’occhio per l’eventuale inversione;
come possiamo ben vedere l’obiettivo reale di tutto questo movimento è area 6400, ovviamente non sapremo quando questo si realizzerà, ma il mercato è impostato per quel livello e lo sarà fino a quando il prezzo non scenderà sotto 5383 e lo dovrà fare con una close mensile.
e la prossima settimana?

tutto fa ipotizzare che i massimi settimanali possano esser rotti e se la forza dei supporti sarà effettivamente reale, l’attacco al livello di 6175 non sarà improbabile;

ovviamente prima di arrivare ad area 6400 il prezzo dovrà per forza di cose lottare con la resistenza posta a 6175.
Vi saluto e Vi ringrazio per l’attenzione mostratami 
Andrea Cintelli
ll presente articolo è curato e redatto per la sola passione dell’autore per i mercati finanziari e il mondo della borsa. Le informazioni, analisi e commenti presenti in queste pagine web non sono da considerare, in nessun caso, un’offerta o una sollecitazione all’acquisto o alla vendita di prodotti finanziari, né intendono rappresentare in alcun modo sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all’investimento. Il presente articolo, pertanto, non ha né in maniera diretta né indiretta, finalità di lucro. Le informazioni contenute in questo blog, sono frutto di analisi e opinioni strettamente personali che possono essere modificate in qualsiasi momento senza preavviso. Chiunque effettui operazioni prendendo spunto dal contenuto di questo articolo lo fa a proprio rischio e pericolo. L’autore del presente articolo, nello spirito del web inteso come libertà di espressione, consente la riproduzione parziale o totale dei suoi contenuti, purchè se ne citi sempre la fonte.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IG.com
IG.com OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Lascia un commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com