Btp Italia: scopriamo tutto sul nuovo Titolo di Stato italiano

Pubblicato da: MatteoT - il: 15-03-2012 17:03

Semplice, prudente, economico (zero commissioni di sottoscrizione) e flessibile, perché si può sottoscrivere via Internet, ma anche in banca e alle Poste: è questo l’identikit del nuovo titolo di Stato, il nuovo Btp Italia, pensato espressamente per il risparmiatore (ma sottoscrivibile anche dagli investitori istituzionali).

Semplice.
Secondo i tecnici del Ministro dell’Economia è uno strumento particolarmente semplice perché viene emesso alla pari, a cento, per cui il risparmiatore può decidere quanto investire con grande facilità. Il conto è presto fatto: può investire mille euro e multipli, mentre nelle aste il prezzo di emissione non è mai esattamente quello nominale (di 100). Non solo, verranno emessi tanti Btp quanti ne richiederanno i risparmiatori, non c’è una quantità prestabilita (sarà un’emissione “a rubinetto”).

Prudente.
La cedola del nuovo Btp sarà variabile e con cadenza semestrale. Il rendimento è costituito da un tasso fisso – che verrà comunicato a conclusione del periodo di sottoscrizione – ma che verrà calcolato sul capitale rivalutato in base all’inflazione registrata in Italia (indice Foi ex tabacchi). La rivalutazione del capitale verrà a sua volta corrisposta semestralmente, insieme alla cedola. Questa è la prima delle differenze con il “cugino” già in circolazione, il Btp indicizzato all’inflazione europea, che invece “accumula” la rivalutazione del capitale e la restituisce alla fine, quando viene rimborsato il titolo. La seconda differenza è appunto il criterio di indicizzazione, l’inflazione italiana, cioè quella che realmente sconta il risparmiatore italiano. Insomma, questa forma di indicizzazione dovrebbe difendere di più il potere di acquisto del sottoscrittore italiano.

Flessibile.
Il nuovo Btp potrà essere sottoscritto via Internet, anzi è proprio questo il canale su cui il ministero punta molto, ma chi non ha dimestichezza o conti on line può rivolgersi direttamente allo sportello bancario o alle Poste, senza pagare le commissioni (trattandosi di emissioni). Poi, per le sole persone fisiche che tengono il Btp fino alla scadenza (di quattro anni) c’è un piccolo vantaggio in più, un rendimento supplementare del 4 per mille.

Fonte: www.repubblica.it

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IG.com
IG.com OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

MatteoT

Lascia un commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com