Cambio Euro Dollaro: Analisi Tecnica EUR-USD dall’11 al 18 Gennaio 2016

Pubblicato da: TommasoP - il: 11-01-2016 8:34 Aggiornato il: 11-01-2016 15:17

Settimana sull’ottovolante per il cambio Euro – Dollaro. Quando ormai tutto sembrava compromesso per la moneta unica europea nei confronti del dollaro statunitense, in seguito alla violazione dei minimi della settimana precedente, è arrivata in soccorso la lettura dei verbali della Fed, dalla quale si evince che, dato la permanente bassa inflazione negli USA, la banca centrale americana potrebbe essere costretta ad un rallentamento del rialzo dei tassi d’ interesse. Dopo aver toccato un minimo settimanale in area 1,071, quindi, con la diffusione della suddetta News, il cross EUR/USD si è riportato velocemente nel giro di una seduta, di nuovo sopra 1,09 ( 1,0941 massimo settimanale ), salvo poi retrocedere ancora a 1,081 questa volta, invece, per effetto dati economici relativi ai nuovi occupati negli Stati Uniti, estremamente positivi, e quindi favorevoli ad un rialzo dei tassi. La settimana, alla fine, si è conclusa a 1,0926, al di sopra dell’ importante supporto a 1,08, con un bilancio su 5 giorni nonostante tutto positivo. Non dimentichiamo di ricordare che a far esplodere la volatilità sul cambio Euro – Dollaro e su tutte le principali valute mondiali ha influito la mossa a sorpresa della banca centrale cinese che non ha esitato ancora una volta a svalutare la propria moneta nazionale per sostenere un export in calo.

GRAFICO EURO DOLLARO (EUR/USD)

Grafico-Eur_USD

Dal punto di vista operativo registriamo l’ ottima performance della nostra strategia Short, attivata con la perdita di 1,0835 in chiusura oraria, e che ha centrato il Target Price previsto a 1,0735 ( vedasi precedente analisi tecnica cambio Euro – Dollaro ). Attualmente non abbiamo alcuna posizione in portafoglio, in quanto le quotazioni non hanno soddisfatto i requisiti necessari per portare la posizione in Overnight.

Per quanto riguarda la prossima strategia rialzista sul cross EUR/USD entreremo Long in seguito alla violazione in chiusura oraria di 1,0984, Target Price identificati a 1,1048 e 1,1106, previsto uno Stop Loss nel caso in cui si verifichi un close orario inferiore a 1,0927. Mantenere la posizione rialzista per effetto di una chiusura giornaliera superiore a 1,1147 per accompagnare gli acquisti fino ai livelli 1,1217 e 1,1266. Opportuno cautelarsi con uno Stop Profit per preservare parte dei guadagni, in caso di un close orario minore di 1,1068. Suggeriti Long speculativi in caso di flessioni fino a 1,0565 per sfruttare eventuali rimbalzi tecnici a ridosso di 1,0655 e 1,069, Stop Loss da far scattare nel caso in cui si verifichi una chiusura oraria minore di 1,0497.

La strategia ribassista, invece, si attiva nel caso in cui si verifichi una chiusura oraria inferiore a 1,0875, Target Price previsti a 1,0835 e 1,0735, Stop Loss da applicare in caso di un ritorno sopra 1,0984 in chiusura oraria. Lecito mantenere la posizione ribassista nel caso in cui si assista ad una chiusura giornaliera inferiore a 1,069, per cercare di sfruttare eventuali cali fino a 1,0655 e 1,0565. Applicare uno Stop Profit per proteggere parte del guadagno, nel caso in cui si verifichi un close orario maggiore di 1,071. Suggeriti Short speculativi in caso di rimbalzo tecnico in area 1,1296, per cercare di sfruttare eventuali pull-back fino a 1,1217 e 1,117. È opportuno piazzare uno Stop Loss nel caso in cui si verifichi una chiusura oraria oltre 1,1344.

Segui la Quotazione Euro Dollaro in tempo reale >>

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
IG MARKETS
IG MARKETS OpinioniConto demo
XTrade
XTrade OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

TommasoP

Lascia un commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com