Regole sociali e norme giuridiche

Abbiamo visto che qualsiasi società è basata sulla esistenza di regole di condotta che disciplinano il comportamento dei suoi componenti, cioè degli individui che ne fanno parte.
Le regole di condotta possono essere regole sociali o norme giuri­diche in senso stretto.

Regole sociali

Le regole sociali sono caratterizzate dal fatto che la loro osservanza si fonda non su una costrizione esterna ma su una spontanea e interiore adesione ai valori che esprimono.

Si possono distinguere tre diverse categorie di regole sociali: le regole religiose, le regole morali e le regole di costume.

Le regole religiose disciplinano i rapporti trascendenti tra l’individui duo e la divinità e si concentrano in precetti o comandamenti che impongono o vietano determinati comportamenti (peccati).

Tali precetti, che sono ritenuti di origine divina o vengono posti dall’autorità religiosa che costituisce l’espressione terrena della divinità stessa, comportano in caso di inosservanza la minaccia. una punizione destinata a operare essenzialmente nella vita ultraterrena.

Le regole morali disciplinano la condotta dell’individuo in base allo fondamentale distinzione tra ciò che è ritenuto il bene (o la virtù) e ciò che è ritenuto il male e consistono in valori assoluti imposti alla conoscenza individuale al fine di promuovere il miglioramento o il perfezionamento etico.

La loro inosservanza produce una sanzione prevalentemente in­terna, consistente nel senso di rimorso o pentimentoche prova l’autore della violazione, o anche esterna, costituita dalla disapprovazioneda parte dei membri di una data cerchia sociale, ma comunque di carattere del tutto spontaneo e non organizzato.

Le regoledicostume comprendono diversi tipi di regole (di cortesia, di galateo, di etichetta, di deontologia professionale ecc.) che disciplinano la condotta dell’uomo in relazione a ciò che è socialmente corretto o non nei rapporti con altre persone in base a principi di convenienza sociale.

La loro trasgressione può comportare anche sanzioni esterne, che possono andare dalla semplice riprovazione o biasimo alla vera e propria messa al bandoda parte di un dato gruppo sociale (si pensi, ad esempio, alle regole molto rigide e alle gravi sanzioni che in passato disciplinavano il cosiddetto codice cavalleresco) ma che comunque non vengono mai imposte con la forza.

Norme giuridiche

Le norme giuridiche disciplinano la condotta degli esseri umani nei rapporti reciproci discriminando tra ciò che è lecito, cioè conforme al diritto, e ciò che è illecito, cioè contrario al diritto e quindi vietato.

L’inosservanza di una norma giuridica implica a carico del trasgressore la comminazione di una sanzione che viene applicata dall’esterno e incide su beni considerati di fondamentale importanza per l’individuo come la ricchezza, la libertà personale o, negli ordinamenti nei quali è prevista la pena di morte, anche la stessa vita.

La distinzione tra regole sociali e norme giuridiche non è quindi basata tanto sul contenuto, che può coincidere o meno, quanto piuttosto sulla loro diversa obbligatorietà, cioè sul tipo e sulle modalità di irrogazione della conseguenza negativa ricollegata alla loro violazione: le norme giuridiche infatti sono assistite dalla forza in quanto il loro rispetto viene imposto dalla pubblica autorità applicando coattivamente le sanzioni giuridiche a carico dei trasgressori. Abbiamo detto che il contenuto delle norme giuridiche e delle regole sociali può anche non coincidere.

Così, ad esempio, i. debiti derivanti da gioco o da scommessa, che sono anche detti debiti d’onore e il cui pagamento costituisce un preciso ob­bligo sociale, non sono giuridicamente obbligatori: il matrimonio religioso è indissolubile, mentre invece quello civile ammette la separazione e il conseguente divorzio; la regola morale non uccidere è assoluta, mentre il diritto può legittimare in alcuni casi (si pensi, ad es., alla guerra o alla pena di morte) l’uccisione di altre persone.

Si deve peraltro rilevare come il diritto si possa anche basare, quando siano coincidenti, sul contenuto delle regole religiose o morali per garantire una spontanea osservanza delle norme giuridiche, così come le norme giuridiche possano anche richiamare determinate regole di ca­rattere più propriamente sociale, come accade per le disposizioni che fanno riferimento a obblighi di correttezza o di buona fede o a principi di solidarietà.

Sezioni che potrebbero interessarti:

  • Forex Trading – Corso completo sul Forex Trading dalla A alla Z
  • Broker Forex: Elenco di broker regolamentati (Regolati EU) con licenza Cyces/Consob/Mifid – per evitare Truffe nel Forex
  • Calendario economico: Calendario economico in tempo reale giornaliero/Settimanale
  • Euro Dollaro: Quotazione/Cambio Euro Dollaro in tempo reale

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com