Quale asset azionario rende di più nel 2016?

Pubblicato da: TommasoP - il: 19-01-2016 15:36 Aggiornato il: 21-01-2016 12:25

Questo post lo abbiamo realizzato, dopo aver analizzato con i migliori broker e i migliori trader Forex, i vari asset del 2015. A questi abbiamo posto il quesito: Quale asset azionario rende di più nel 2016?

dove-investire-nel-2016

Diversi broker ci anno fatto notare che dal loro punto di vista si prevede un rialzo di circa il 10% dell’utile per quasi tutte le azioni in Europa contro il 6,8% EPS di crescita per gli USA. Di conseguenza il settore finanziario vedrà aumentare i propri profitti solo dopo che la Federal Reserve provvederà ad aumentare i tassi di interesse.

Sulla base di queste considerazioni per l’anno 2016, vi possiamo segnalare alcune prospettive di investimento e raccomandazioni da tenere presente se si vuole investire e guadagnare con il trading Forex.

  • Dollaro americano

dollaro

Il primo asset su cui puntare è il dollaro americano, in quanto si prevede un deprezzamento dell’euro a causa di un’innalzamento dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve per la prima volta dagli ultimi 10 anni.

Per questo motivo consigliamo di fare trading con il dollaro americano. Fare trading con l’asset Dollaro-Euro o Dollaro-Franco svizzero, vuol dire appunto approfittarne del deprezzamento di queste valute. Sappiamo bene, infatti, che le valute con i tassi di interesse più elevati sono più attraenti per tutti gli investitori inquanto possono ricevere maggiori interessi.

Per il 2016 ci possiamo dunque aspettare che l’impatto della divergenza politica monetaria tra la FED e la BCE aumenti notevolmente. Di conseguenza la continua difficoltà economiche dei mercati emergenti e la caduta dei prezzi delle commodity vanno di pari passo con gli Stati Uniti, con la forza del dollaro e di conseguenza con l’aumento dei tassi di interesse.

  • Azioni europee

azioni-europee

Come abbiamo detto all’inizio, si prevedono per le azioni europee un aumento del 10% rispetto a quelle americane che cresceranno solo del 6,8%. Di conseguenza ci aspetteremo un catch-up degli utili societari europei i quali permetteranno alle azioni europee a prendere il sopravvento nei confronti di quelle d’oltreoceano.

L’unico handicap che bisogna temere è la crescita debole legata ai paesi europei. Il rischio è che le borse europee scendano a causa della debole crescita economica e a causa dell’assenza di stimoli economici da parte della BCE. 

  • Settore Finanziario

Il settore finanziario potrà trarre beneficio dalla forte domanda delle imprese, fattore legato sia a fusioni aziendali, sia ad acquisizioni. Il settore dovrebbe anche godere di una maggiore attività di prestito, spese di consulenza e interessi attivi.

La continua volatilità dei prezzi delle attività potrebbe guidare l’interesse verso le grandi banche o i grandi intermediari aumentando in questo modo il volume di scambio e di commissioni.

Il settore finanziario è stato uno dei pochi settori a mantenere nonostante il collasso mondiale, grazie alla forza dei ricavi e degli utili di crescita. E’ possibile prevedere un aumento dei profitti solo dopo che la Federal Reserve inizierà ad aumentare i tassi di interesse.

  • Settore tecnologico

settore-tecnologico

Il settore tecnologico rimane sempre uno dei maggiori e più attraente mercati grazie anche ai dati che confermano la crescita potenziale sia in termini di guadagno sia in termini di fusioni e/o acquisizioni delle attività del settore. Si registra, infatti, uno scambio di ben oltre 16.4 volte gli utili, e per tanto possiamo ritenere che i benefici tecnologici, provenienti da una crescita attraente e sostanziale possano continuare per tutto il 2016.

Il settore, nel suo complesso, gode di un grado relativamente elevato di leva operativa, di una bassa leva finanziaria, con la conseguenza che tutto questo è un chiaro beneficiario in materia di investimento. Questo settore ha chiuso il 2015 con un +3,8%.

  • Sanità Americana

sanità

Anche il settore sanitario, sembra essere un settore molto gradito ai nuovi trader e agli investitori; le caratteristiche del settore, infatti, hanno reso attraente gli investimenti grazie alla stabilità degli utili, sopratutto se consideriamo che la crescita top-line è veramente difficile da trovare.

Per questo motivo riteniamo che il settore sanitario è uno dei pochi settori, insieme agli altri presenti in questa guida, ad essere riuscito ad aumentare i ricavi.

I maggiori fattori che fanno ben sperare per questo settore anche per il 2016 sono:

  • dinamica degli utili del settore;
  • forte crescita del fatturato;
  • dividendi;
  • possibilità di acquisti di azioni proprie;
  • salute dei bilanci;
  • saldo elevato.

Al momento si sta registrando un consolidamento del trend grazie anche all’abbondanza di denaro contante e dei consigli di amministrazione che sono sempre alla ricerca di opportunità di incrementare l’efficienza, spingendo ulteriormente il settore a rialzo. I guadagni del settore sanitario prevedono una crescita di quasi il 10% nel 2016.

  • Twitter

Anche se può sembrare strano, una delle azioni che non devono mancare nel vostro portafoglio è quella Twitter! I ricavi di Twitter continua a crescere incredibilmente, facendo registrare un +64% rispetto ad un anno fa. Oggi i ritmi sono un po’ calati, ma allo stesso modo si verifica una continua crescita. Nonostante tutto, però non è ancora apprezzato dagli investitori. Riteniamo che il problema maggiore sia legato al suo utilizzo e alle alte funzioni che esso possiede.

Queste sono le aziende che secondo le nostre analisi garantirebbero per il 2016 un rendimento. Se volete investire il vostro denaro vi consigliamo di farlo in questi settori; fare trading online sulle aziende che posseggono un altissimo potenziale come questo, non può che giovare ai vostri guadagni.

Strategia d’investimento per il 2016

strategie-dinvestimento-2016

Passiamo ora ad esaminare quella che possiamo definire come la migliore strategia Forex per il 2016.

Come abbiamo visto all’inizio del nostro post, le prospettive di crescita hanno avuto una maggiore influenza nei paesi sviluppati mentre il deterioramento delle prospettive nei paesi emergenti, accompagnato dall’emergenza cinese, hanno rafforzato le nostre convinzioni in merito a quello che viene definito come asset allocation, favorevole a tutti gli attivi rischiosi.

L’asset allocation punta su temi azionari, come ad esempio:

  • sostenibilità dei dividendi;
  • consumi;
  • ripresa in Europa e in Giappone;
  • caratteristiche regionali;
  • ricerca di spread e rendimenti;
  • valute;
  • materie prime.

Sulla base di queste caratteristiche e in prospettiva di una possibile crescita del PIL nei paesi sviluppati nel 2016 e 2017 anche se contenuti, si potrebbe optare per un investimento nei settori strategici, come quelli sopra riportati, spinti sopratutto da una politica accomodante e non aggressiva. La crescita globale oggi è vicina al 3% anche se pur minore rispetto a quella prevista a causa da una minor crescita dei paesi emergenti e dalla perdita di competitività dei paesi avanzati.

Se il sistema non inverte la rotta, per il 2016 avremo un avanzamento del PIL ma nel 2017 una stagnazione che non può essere trascurata.

Proprio sulla base di questo, la FED mantiene una politica prudente rispetto a quella della BCE definita come politica accomodante con i tassi di interesse a breve termine invariati per i prossimi 5 anni. Per quanto riguarda i rendimenti a lungo termine restano bassi, con conseguenza stabilizzazione dell’Euro nei confronti del dollaro e con lo Yen che riacquista un certo vigore.

Per tanto possiamo fondare la nostra strategia di investimento per il 2016 su 3 fattori:

  • Acquisto di azioni Europee e Giapponesi;
  • scegliere il giusto settore e/o titolo;
  • tenere sotto controllo la volatilità dei mercati ed i fatti connessi alla Cina e ai mercati emergenti.

Le migliori azioni dove investire nel 2016

miglioir-azioni-su-cui-investire-nel-2016

Conclusione

In base ai settori strategici elencati sopra, sulla base di alcune considerazioni fatte in merito, sulla base delle analisi condotte nel 2015 in prospettiva per l’anno che viene, riteniamo che i settori sopra descritti meglio si prestano all’investimento sulla base delle strategie da parte dei trader con suddivisioni strategiche all’interno del proprio portafoglio.

Se consideriamo:

  • che la crescita nei paesi avanzati sarà più forte rispetto a quella nei mercati emergenti;
  • che non vi siano crolli di nessun genere da parte della Cina;
  • che la stretta monetaria negli Stati Uniti sarà moderata;
  • i tassi di interesse in Europa e in Giappone rimarranno bassi;

allora possiamo scegliere di investire su azioni europee.

Al momento sembrano essere privilegiate anche azioni legate alle costruzioni, ai beni di consumo anche se non abbiamo dati certi e sicuri.

Per fare trading Forex, ed iniziare ad investire nel migliore dei modi, vi consigliamo di scegliere solo broker Forex & CFD regolamentati ed autorizzati come quelli presenti all’interno del nostro portale. Solo in questo modo potrete garantire il vostro denaro, in quanto vi offrono la possibilità di provare e fare pratica studiando le migliori strategie Forex con il conto demo. 

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IG.com
IG.com OpinioniConto demo
Fibo Group
Fibo Group OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
Plus500
Plus500 OpinioniConto demo
BDSwiss
BDSwiss OpinioniConto demo
FXORO
FXORO OpinioniConto demo
XM.com
XM.com OpinioniConto demo
Trade.com
Trade.com OpinioniConto demo
Kawase
Kawase OpinioniConto demo
AvaTrade
AvaTrade OpinioniConto demo
FXTM
FXTM OpinioniConto demo
Alvexo
Alvexo OpinioniConto demo
LCG
LCG OpinioniConto demo
iFOREX
iFOREX OpinioniConto demo
Easy Forex
Easy Forex OpinioniConto demo
FXGM
FXGM OpinioniConto demo
IronFX
IronFX OpinioniConto demo

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IG.com
IG.com OpinioniConto demo
Fibo Group
Fibo Group OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

TommasoP

Lascia un commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com