Trader si nasce o si diventa?

Pubblicato da: TommasoP - il: 12-10-2016 16:08 Aggiornato il: 19-10-2016 11:16

All’inizio del 1980, due traders di successo, Richard Dennis e William Eckhardt fecero una scommessa. Dennis pensava che chiunque avrebbe potuto imparare a fare trading. Eckhardt, invece, credeva che le persone devono essere nate con un talento per fare trading.

Per risolvere la loro disputa, Dennis pubblicò sul Wall Street Journal che cercava tirocinanti. Risposero più di 1.000 aspiranti, e Dennis scelse i 13 più svegli, gli aspiranti più promettenti. Curtis M. Faith, di soli 19 anni, era uno dei tirocinanti.

Dennis chiamò la sua classe le “Tartarughe” dopo che aveva visitato un allevamento di tartarughe a Singapore, e decise che, proprio come quegli allevatori stavano crescendo le tartarughe, lui avrebbe potuto coltivare dei traders di successo.

Faith ed i suoi compagni di classe non erano i tipici ragazzi da strada, ma erano tutti molto intelligenti ed esperti nell’analisi e nella matematica. Il gruppo includeva un dottorando di ricerca, ex scommettitori professionisti e diversi trader professionisti.

Dennis vinse la scommessa. Chiaramente egli avrebbe potuto far diventare chiunque un trader. Faith, per esempio col tempo guadagnò più di 30 milioni di dollari come trader, sebbene avesse attraversato anche una fase in cui riusciva a pagarsi a malapena una stanza in hotel. Dennis fornì alle reclute una sessione di allenamento di due settimane.

strategie-trading-online

I trader amano il rischio

La prima lezione fu: i traders sono essenzialmente dei “drogati del rischio”, gli investitori invece, come Warren Buffett, comprano gli asset perché credono che il loro prezzo aumenterà, quindi li detengono per un lungo periodo di tempo. I traders, al contrario, non comprano beni tangibili come una compagnia o una materia prima. Essi comprano azioni, contratti futures e opzioni e non considerano ad esempio il carattere dell’amministratore delegato di una società come metro nel giudicare un titolo. I trader operano nel rischio.

I trader devono comandare le emozioni

La seconda lezione: Le emozioni possono essere il tuo peggior nemico (se tu agisci emotivamente) o il tuo migliore amico (se sono gli altri a comprare e vendere seguendo le emozioni). Le persone non prendono decisioni finanziarie razionali.

psicologia_del_trading

Gli economisti hanno sostenuto per lungo tempo che gli individui agiscono in base alla logica, ma i traders di successo sanno che le persone spesso cadono in preda alle loro emozioni. I traders bilanciano 4 grandi emozioni – speranza, paura, avidità e disperazione – le quali possono portarli ad avere comportamenti illogici e a diventare vittime delle “distorsioni cognitive”.

Alcune delle insidie che possono colpire i traders sono:

  • Avversione al rischio: l’impulso di evitare di perdere denaro che sovrasta tutte le altre decisioni.
  • Effetto costi sommersi: i soldi spesi sono più importanti dei soldi che verranno spesi in futuro.
  • Effetto disposizione: l’abitudine di tagliare i profitti e lasciar correre le perdite.
  • Polarizzazione sull’esito: giudicare la decisione presa sul suo risultato, e non sul processo che ha portato alla decisione stessa.
  • Polarizzazione sull’attualità: considerare le esperienze recenti più importanti delle esperienze passate.
  • Ancoraggio: affidarsi troppo ad informazioni facilmente reperibili.
  • Effetto carrozzone: basare le proprie credenze sulle credenze delle altre persone.
  • Credere nella legge dei piccoli numeri: trarre conclusioni basandosi su un numero troppo piccoli di dati.Mercato.

Componenti del trading Sistem

Cosa comprare o vendere? La prima decisione da prendere è cosa comprare o vendere, o in quale mercato operare.Se operi in troppi pochi mercati ridurrai le tue chances di individuare situazioni profittevoli, allo stesso modo però devi stare alla larga dai mercati poco liquidi.

Dimensione della posizione – Quanto comprare o vendere.

La quantità dei soldi da investire abbraccia sia la diversificazione che il money management. La diversificazione è il tentativo di ridurre il rischio dividendo i soldi investiti in molti strumenti diversi. Il money management invece è il controllo del rischio evitando di investire troppi soldi con l’obiettivo di non andare in bancarotta anche nel caso di una serie di perdite.

Segnali di entrata – Quando comprare o vendere.

Un sistema automatico genera segnali di entrata che definiscono esattamente a quale prezzo ed in quale mercato si deve aprire una posizione.

Stop – Quando uscire da una posizione in perdita. 

I traders che non tagliano le loro perdite sono destinati a non avere successo nel lungo periodo. La migliore strategia per tagliare le perdite è di individuare anticipatamente un livello sul quale chiudere la posizione.

Uscita – Quando uscire da una posizione in guadagno.

Un trading system completo dovrebbe specificare le condizioni in cui uscire dal mercato quando si sta guadagnando.

Tattica – Come comprare o vendere.

Il metodo attraverso il quale si giunge ad aprire una posizione piuttosto che un’altra.

Trend-following

I traders che seguono i trend provano a guadagnare sostenendo il movimento dei prezzi. Essi vi entrano quando il mercato segna nuovi massimi o nuovi minimi e mostra una direzione definita durante un periodo di alcuni mesi, ed escono dal mercato quando questo inverte.

Questa può essere una strategia profittevole, tuttavia identificare i trend richiede una vigilanza costante. Questo sistema ha molti rischi perché i trend reali sono rari, inoltre questi traders sono sicuri di perdere soldi una volta che il trend sarà finito.

Countertrend-trading

È l’opposto del trend-following. Invece di comprare sui nuovi massimi questi traders scommettono che il trend si invertirà e vanno short.

Swing-trading

Questo stile è simile al trend-following ma con un orizzontetemporale più breve. Mentre nel trend-following i traders inseguono il trend per alcuni mesi, gli swing-traders invece ricercano oscillazioni di prezzo di breve periodo e le seguono per al massimo qualche settimana.

Day-trading

Detenere una posizione per alcune ore, uscire dal mercato prima della chiusura giornaliera delle contrattazioni.

I 4 mercati

I mercati possono essere definiti in 4 modi:

  1. Stabile e calmo – Nessun grande salto né tonfo del prezzo.
  2. Stabile e volatile – Il mercato compie movimenti significativi nell’arco di giorni o settimane, ma non cambia la sua direzione nel lungo periodo.
  3. In trend e calmo – Il prezzo sale o scende gradualmente nell’arco di mesi, ma senza grandi oscillazioni giornaliere. Questo è il mercato perfetto per i traders che seguono i trend.
  4. In trend e volatile – Il mercato muove in una direzione netta, ma può invertirerapidamente.

Tradare sulle perforazioni – La perforazione è un sistema molto profittevole sul lungo periodo perché genera più vincitori che perdenti. Le Tartarughe utilizzano il metodo della perforazione, conosciuto anche come “canali di Donchian”. Essi devono osservare un dato mercato durante un periodo di 20 e 60 giorni, e comprare quando il prezzo perfora al rialzo il massimo del periodo. Di solito però, le perforazioni non avvengono e quindi non si apre nessuna posizione.

I 4 principi base

  1. Tradare sulle perforazioni – Una perforazione va bene, ma se non controlli la potenziale perdita, il tuo malloppo non durerà abbastanza a lungo.
  2. Controllare il rischio – Le Tartarughe controllano il rischio impostando stop-loss che chiudono le loro posizioni in automatico quando vengono raggiunti determinati livelli.
  3. Essere coerenti – La coerenza è fondamentale. Dal momento che hai un sistema, devi seguirlo. Perché due o tre operazioni possono renderti ricco o in bancarotta, assicurati di avere fiducia nel tuo sistema. Durante le sessioni di pratica, le Tartarughe hanno usato questo sistema per tradare sul prezzo del petrolio. Queste operazioni sono state redditizie, ma un breve ritracciamento ha scioccato molti degli studenti. La maggior parte di loro ha perso tutti i profitti accumulati. Solo chi ha mantenuto la fiducia nel sistema ha potuto guadagnare quando il prezzo del petrolio ha ripreso a salire.
  4. Falla semplice – Le persone pensano che i traders che guadagnano seguano strategie complicate e misteriose. I sistemi migliori sono quelli semplici; la parte più dura è seguirli.

Nel trading, è facile lasciarsi influenzare dalle emozioni e dall’ego per prendere decisioni. Traders inesperti spesso cadono nella trappola di credere che un’operazione profittevole dimostri la loro genialità, mentre una perdente dimostri la loro incompetenza. Persino i traders esperti cadono in questa trappola; i loro ego vogliono che siano in grado di fare delle previsioni accurate.

L’ego

Le Tartarughe hanno imparato che provare a prevedere il futuro è un’impresa da pazzi. Essi vogliono solamente fare soldi, giusti o sbagliati. Tuttavia, non importa se avere ragione è difficile. Ecco qui un trucchetto: Aspettati di perdere soldi in ogni operazione. Poi, quando questo accade, non considerarlo come un insulto alla tua intelligenza. La cosa importante non è che ogni operazione sia vincente, ma che ogni operazione sia fatta seguendo il tuo sistema.Le Tartarughe hanno imparato che la maggior parte delle operazioni sono perdenti. Questo sistema però può funzionare solo se tu tagli al minimo le perdite, e lasci correre i profitti, in modo che le poche ma significative operazione in profitto possano creare alla fine dell’anno un buon profitto.

Consigli di trading online

consigli-trading-online

Tradano nel presente – Dimenticati del passato e non provare a prevedere il futuro. Ragionano in termini di probabilità, non di previsione

Nessuno può prevedere accuratamente il prezzo di un titolo, ma tutti possono usare sistemi che aumentano le probabilità di avere ragione. Si prendono le responsabilità delle loro operazioni.

Non incolpare il mercato o il tuo broker delle tue operazioni perdenti. Loro sono colpa tua. Accetta i tuoi errori e impara da essi. Le Tartarughe tradano i contratti futures delle più popolari borse sulle commodities americane, escludendo i mercati poco liquidi poiché è molto più semplice e vantaggioso operare in mercati molto liquidi. In generale tradano tutti i mercati americani più liquidi ad eccezione del grano e della carne.

Le dimensioni della posizione

Le Tartarughe utilizzano un “posizion sizing” algoritmico molto avanzato, poiché essi aggiustano la grandezza di una posizione in base alla volatilità del dollaro nel mercato. Ciò significa che una determinata posizione tenderebbe a muoversi verso l’alto o verso il basso in base alla stessa quantità in dollari a prescindere dalla volatilità di fondo di quel mercato. Le Tartarughe usano un concetto chiamato N per rappresentare la volatilità sottostante di un mercato. N è semplicemente la media mobile esponenziale dell’Averange True Range, indicatore molto famoso e conosciuto che indica la volatilità in un titolo.

A questo punto si deve andare ad individuare la volatilità del dollaro, questa è la formula: VOLATILITÀ DEL DOLLARO = N * DOLLARI PER PUNTO*Dollari per punto è la variazione in dollari di un contratto generata dalla variazione nell’asset. Supponiamo che 1 punto di variazione nell’asset generi una variazione di D dollari nel contratto, allora: Volatilità del dollaro = N * D.

Esempio: 1 contratto futures del petrolio corrisponde a 42.000 galloni, quindi la variazione di 1 punto sul prezzo del petrolio corrisponde alla variazione sul prezzo del contratto di $42.000, poiché 1$*42.000 galloni = 42.000$.

Le Tartarughe hanno costruito le posizioni in pezzi chiamate Unità. Così un’unità può essere calcolata usando questa formula: UNITÀ = 1% DEL CAPITALE / VOLATILITÀ DEL DOLLAROIl valore dell’unità indica quanti contratti di quello strumento devi comprare.Di solito i traders ripongono molta importanza ai segnali di entrata di un trading system. Le Tartarughe invece hanno due semplici sistemi da seguire.

Quando entrare nel mercato

Sistema entrata 1 – Le tartarughe entrano nel mercato quando il prezzo supera di un solo tick il massimo o il minimo dei precedenti 20 giorni. Se il prezzo supera al rialzo il massimo dei 20 giorni precedenti allora comprano una unità di quel titolo, se supera al ribasso il minimo la shortano.

Sistema entrata 2 – Entrare nel mercato quando il prezzo supera di un singolo tick il massimo o il minimo dei precedenti 55 giorni. Se perfora il massimo allora comprano un’unità, se perfora il minimo la shortano.

Stop loss

Un vecchio detto dice: “Ci sono traders vecchi; e ci sono traders coraggiosi; ma non ci sono vecchi traders coraggiosi.” Le Tartarughe utilizzano sempre lo stop-loss. Avere uno stop-loss non significa necessariamente impostare sempre degli stop con il broker.Se non si vuole rivelare la propria strategia, basta decidere un livello di prezzo toccato il quale si procede a chiudere manualmente la posizione. Le Tartarughe piazzano i loro stop basandosi sul rischio, e non devono rischiare più del 2% in una singola operazione.Se 1 N di movimento di prezzo rappresenta l’1% del capitale, allora lo stop-loss si sarebbe dovuto impostare a 2 N di distanza dal livello di entrata.

Quando uscire dal mercato

C’è un altro vecchio detto: “Non puoi mai andare rotto quando incassi un profitto.” Le Tartarughe però non sono d’accordo con questo detto, poiché uscire da una posizione vincente troppo presto è uno degli errori più comuni che si commettono nel trading. I grafici non si dirigono mai in una direzione in maniera diretta, ma compiono sempre dei ritracciamenti.

È normale quindi, per poter cavalcare un trend, dover sopportare a volte delle piccole perdite prima di riprendere a guadagnare. Consideriamo ora il sistema usato dalle Tartarughe; se esci da una posizione vincente con un profitto di 1 N ed esci da una perdente con una perdita di 2 N ovviamente sul lungo periodo avrai difficoltà ad avere un bilancio in positivo.

Questo significa che non si può considerare la strategia dell’uscita senza tenere in considerazione la strategia dell’entrata. Sistema uscita 1 – Uscire dalla posizione quando si forma un minimo a 10 giorni per le posizioni in rialzo ed un massimo a 10 giorni per le posizioni al ribasso.Sistema uscita 2 – Uscire dalla posizione quando si forma un minimo a 20 giorni per le posizioni al rialzo ed un massimo a 20 giorni per le posizioni al ribasso.

Quali sono i rischi del trading online

Sono diversi i tipi di rischio che i traders devono affrontare:

  • “Drawdowns” – Un periodo ripetuto di perdite può portare a significativi danni al capitale di un trader. Se stai generando profitti elevati, i drawdowns sono soltanto un fatto frustrante della vita.
  • “Bassi ritorni” – Vero, puoi avere un anno negativo seguito da un anno positivo. Ma i sistemi con bassi rendimenti tendono a ripetere le loro prestazioni.
  • “Prezzo delle azioni” – Le grandi correzioni avvengono dopo eventi inaspettati come il Lunedì Nero del 1987 o l’attacco terroristico del 2001. Il Lunedì Nero ha colpito Faith; egli era short sull’euro/dollaro e sui T-bills, e lungo sull’oro e sull’argento, posizioni che gli hanno fatto immediatamente perdere 11$ milioni.

Rischio e rendimento

Per far fronte a tale incertezza, i traders calcolano il loro potenziale rischio. L’uso comune del ratio di Sharpe aiuta a quantificare il calcolo del rischio-rendimento, ma questo è limitato, perché è stato ideato per comparare i fondi comuni di investimento. Il ratio MAR, creato da Managed Accounts Report, LLC, divide i profitti annuali dalle grandi perdite, ma questo utilizza i rapporti di fine mese, i quali dovrebbe restituire risultati molto differenti dai ratio calcolati a metà mese. Questi ratios sono utili, ma i traders non si basano esclusivamente su una formula in particolare.

Strategie di trading online

strategie-di-trading-online

Le Tartarughe impiegano una serie di misure per provare a trarre un qualche tipo di vantaggio. Essi ricercano i breakouts, dove sono stati formati nuovi massimi o minimi di mercato. Essi utilizzano anche le medie mobili, calcolando il prezzo nell’arco di un dato numero di giorni, calcolano i canali di volatilità misurando la devizione standard o l’Average True Range.

Seguono inoltre la regola di uscire da una posizione dopo un periodo di tempo prestabilito, come ad esempio 20 giorni. Faith ha testato sei strategie comuni di trading in un periodo di 10 anni, dal 1996 al 2006, e le ha catalogati così:

  • “Trend di Donchian con tempo di uscita” – Questo sistema cerca i breakouts, poi esce dalla posizione dopo 80 giorni. Questa strategia genera un tasso di crescita composto annuo del 57,1%.
  • “Breakouts di Bollinger” – Questo sistema combina la deviazione standard con una media mobile a 350 giorni. Profitto annuale: 49,2%.
  • “Doppia media mobile” – Se la media mobile a 100 giorni supera al rialzo la media mobile a 350 giorni, questo è il momento di comprare. Profitto: 49,1%.
  • “Breakout del canale ATR” – I segnali di entrata al rialzo ed al ribasso vengono generati da una combinazione di Averange True Range e media mobile a 350 giorni. Profitto medio: 45,9%.
  • “Tripla media mobile” – Questo sistema combina le informazioni date dalle medie mobili a 150, 250, e 350 giorni. Profitto: 41,2%.
  • “Trend di Donchian” – Questo sistema indica ai traders di entrare dopo una perforazione a 20 giorni e di uscire dopo una perforazione a 10 giorni. Profitto: 27,4%.

Per tutti gli approfondimenti sul trading online, consigliamo la consultazione della sezione presente sul nostro blog. Come in tutti i nostri articoli, anche in questo vi ricordiamo la necessità di operare solo con broker regolamentati ed autorizzati, i quali sono gli unici che vi permettono di investire in modo serio e sicuro. Quelli di seguito riportati sono le migliori piattaforme di trading online. Se invece volete dirottare i vostri investimenti al di la del Forex, allora vi consigliamo gli investimenti con le opzioni binarie.

Se ancora non siete soddisfatti dei vostri investimenti vi consigliamo di seguire gli investimenti sicuri per capire dove investire oggi senza troppe complicazioni.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
eToro
eToro OpinioniConto demo
IG MARKETS
IG MARKETS OpinioniConto demo
XTrade
XTrade OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

TommasoP

Lascia un commento

E-investimenti.com

E-investimenti.com