Etf VS Fondi Comuni: ecco le differenze e i vantaggi/svantaggi

Pubblicato da: Luca M. - il: 23-10-2016 15:45

Quando ci si avvicina per la prima volta agli ETF, e si leggono – in maniera sintetica – quelle che sono le principali caratteristiche di questo strumento, si è spesso portati a confondere gli Exchange Traded Fund con i fondi comuni di investimento. Ma siamo sicuri che sia realmente così? Siamo sicuri che gli ETF e i fondi comuni di investimento siano degli strumenti “interscambiabili” per caratteristiche intrinseche? Naturalmente… no! Cerchiamo dunque di comprendere quali siano le differenze tra ETF e fondi comuni, e valutiamo in che modo potersi avvicinare all’investimento nell’uno o nell’altro strumento in maniera più consapevole.

Cosa sono gli ETF

cosa-sono-etf

Per rispondere a tutte le domande che sopra abbiamo avuto modo di anticipare (e tante altre ancora!), compiamo una piccola premessa, definendo gli ETF come delle particolari tipologie di fondo d’investimento o Sicav, negoziabili in Borsa (come se fossero delle azioni o delle obbligazioni!) e che hanno come obiettivo di investimento quello di replicare l’indice al quale si riferisce (cioè, il benchmark) mediante una gestione totalmente passiva (ovvero, limitandosi a replicare la composizione dell’indice, senza doverlo “battere”).

Dalle righe di cui sopra dovresti pertanto comprendere che gli ETF sono degli strumenti davvero molto particolari, che se da una parte richiamano le caratteristiche proprie di un fondo comune di investimento, dall’altra parte assorbono anche parte delle peculiarità delle azioni.

Cosa puoi fare con un ETF

etf

Grazie alle sue caratteristiche, sopra appena sintetizzate, con l’ETF potrai arricchire la gamma di strumenti finanziari a disposizione del tuo portafoglio, potendo ad esempio assumere una posizione in tempo reale sul mercato target con una sola operazione di acquisto (considera che, ad esempio, acquistando un ETF sull’indice FTSE MIB potrai raggiungere l’obiettivo di “acquistare” pro-quota tutte le azioni che lo compongono), puntando a realizzare una identica prestazione dell’indice benchmark cui si riferisce (pertanto, considerata la gestione tipicamente e totalmente passiva dell’ETF, acquistando un ETF sull’indice FTSE MIB dovrai attenderti una prestazione identica – o quasi – a quella dell’indice di Borsa).

Contemporaneamente, acquistando ETF riuscirai a disporre di un prezzo di mercato che sarà costantemente allineato al NAV, con rischi particolarmente ridotti per quanto attiene la possibilità di acquistare un ETF a premio o venderlo a sconto. Mediante gli ETF riuscirai altresì a conseguire una vasta e significativa diversificazione del tuo portafoglio (investire sull’ETF su FTSE MIB, per esempio, ti permetterà di prendere posizione sull’intero indice di mercato e, dunque, fare riferimento a un ampio paniere di titoli, diversificando e diminuendo il rischio del tuo impiego) e di ridurre il costo del portafoglio, considerando che gli ETF presentano una commissione annua ridotta rispetto agli strumenti con gestione attiva, e nessuna commissione di entrata, di uscita o di prestazione.

Infine, ti ricordiamo che l’ETF ti permetterà di beneficiare di proventi periodici (come le cedole delle azioni detenute nel portafoglio) eliminando il rischio emittente, valutato che gli ETF quotati sono fondi o Sicav con patrimonio separato rispetto a quello delle società che ne curano le attività di gestione del risparmio.

Alla luce di quanto sopra, dovrebbe risultare piuttosto evidente che gli utilizzi degli ETF sono molteplici, così come le loro finalità. Puoi pertanto fruirli per poter gestire degli investimento di medio o di lungo termine, puoi usarli per del trading di tipo intraday e per lo short selling, e così via. Puoi altresì sceglierlo per poter realizzare un piano di accumulo (PAC) mediante dei versamenti periodici, anche di piccolo importo.

Quali sono le differenze tra ETF e fondi di investimento?

fondi

Ricordato quanto precede, cerchiamo ora di domandarci quali siano le principali differenze tra gli ETF e i fondi comuni di investimento. In primo luogo, è bene ricordare come i fondi comuni di investimento non sono quotati sui mercati regolamentati (Borsa) e dunque hanno necessità di un soggetto collocatore (tipicamente, la banca o il promotore finanziario). Di contro, gli ETF sono quotati in Borsa, e sarà sufficiente disporre di un conto titoli con la propria banca / broker e di una piattaforma di trading per poterli gestire in piena comodità, senza dover necessariamente cercare un venditore di riferimento.

In secondo luogo, ricorda che – come peraltro abbiamo anticipato nelle righe che precedono – mentre i fondi comuni di investimento hanno una gestione attiva, gli ETF si limitano a una gestione di natura passiva, che come obiettivo ha quello di replicare i mercati. Il fatto che il fondo punti a “battere” il benchmark, e l’ETF si limiti a replicarlo, non vuol affatto dire che il primo sia meglio del secondo o sia in grado di fornirti un rendimento più elevato (anzi). I fondi non sempre sono gestiti in maniera accurata e, anche quando lo sono, non è detto che le decisioni del gestore del fondo si concretizzino in un successo. È altrettanto vero che gli ETF che replicano il benchmark, spesso (per motivi tecnici, di valuta, e non solo) non lo fanno con esattezza. Insomma, prendi sempre con le dovute attenzioni il riferimento del benchmark, e non attenderti dei rendimenti necessariamente pari o migliori allo stesso.

fondi-chiusi-scheda

Un altro grande elemento di divergenza tra fondi comuni di investimento e ETF è legato alla maggiore flessibilità nell’apertura e nella chiusura delle posizioni. Considerando che i fondi comuni di investimento non sono quotati, ne deriva che sarà possibile effettuare un acquisto e una successiva vendita solo quando l’operazione è contabilizzata (potrebbe volerci un giorno, o più). Gli ETF sono invece acquistabili e vendibili in ogni momento, rendendosi maggiormente adatti per un daily trading, ma fermo restando l’ipotesi di fruirne per investimenti eventuali di medio lungo termine.

fondocomune_1Ulteriormente, per le loro caratteristiche i fondi comuni di investimento sono tendenzialmente meno trasparenti in termini di prezzo: una volta scelto di acquistare / vendere le quote di un fondo, non avrai mai la certezza del prezzo esatto. Quando immetti l’ordine di acquisto o di vendita, non saprai esattamente il valore della quota, stabilito nel momento in cui, effettivamente, viene effettuata l’operazione, ma reso noto a distanza di uno o due giorni. La quotazione dell’ETF è invece in tempo reale, grazie alla sua presenza sui mercati regolamentati.

Continuando a scorrere le principali differenze, una è certamente riconducibile alla possibilità di poter fruire di rendimenti aggiuntivi determinati dalle caratteristiche degli stessi prodotti. In altri termini, nelle ipotesi in cui i fondi comuni di investimento abbiano investito in strumenti che erogano cedole, è possibile impostare una scelta alternativa tra il loro reinvestimento o la loro distribuzione. Con gli ETF, invece, questa scelta non c’è, e bisognerà pertanto sottostare al regolamento del fondo: in linea di massima, non vi è un orientamento di minore o di maggiore convenienza, fermo restando che nelle ipotesi in cui il dividendo debba essere necessariamente incassato, bisognerà guardare con attenzione alla possibile presenza di spese di incasso.

Ultima differenza che vogliamo sottoporvi in questo breve approfondimento sui principali termini che possono fungere da elemento divergente tra i fondi comuni di investimento e gli ETF è legata all’aspetto commissionale. Di norma i costi di gestione dei fondi comuni di investimento sono molto più alti di quelli degli ETF, e non raramente arrivano ad essere il doppio, il triplo o oltre.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

Piattaforma di TradingVotoRecensioneSito Web
Markets
Markets OpinioniConto demo
24Option
24Option OpinioniConto demo
Fxpro.it
Fxpro.it OpinioniConto demo
IG.com
IG.com OpinioniConto demo
IQ Option
IQ Option OpinioniConto demo

Informazioni sull'autore

Luca M.

Appassionato di Investimenti nel trading Online, Borsa, Trading Forex e Opzioni Binarie

Lascia un commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

E-investimenti.com

E-investimenti.com