Record lavoro in Usa: Borse in rialzo 3 maggio 2013

Pubblicato da: MatteoT - il: 03-05-2013 21:14

Con la pubblicazione di oggi dei dati sul mercato del lavoro in America si chiude la settimana di Forex. Settimana che, come dicevamo già ad inizio settimana, ha avuto nella giornata di ieri ed in quella di oggi importanti notizie. Prima, ieri, il taglio dei tassi di interesse della Bce e, oggi, con la pubblicazione dei non farm payrolls, ossia l’indicatore più importante nell’ambito del Forex. Entrambe le decisioni sono state accolte positivamente dal mercato.

Economia 2

L’Eurotower, ieri, ha comunicato di voler rafforzare il fronte delle Banche centrali attive per sostenere l’economia allineandosi, almeno in parte, con quanto già in corso in Usa ed in Giappone con Fed e BoJ. L’America, oggi, ha invece reso pubblici dati sul mercato del lavoro decisamente superiori alle attese.

I listini, incerti fino alla pubblicazione di questi dati, si sono rafforzati in seguito agli stessi ed all’apertura decisamente positiva dei listini Usa. Piazza Affari, in questo contesto, ha chiuso la seduta con un rialzo dell’1,04% tornando a lambire i 17mila punti, livello che rappresenta il massimo da inizio febbraio 2013 a questa parte.

Ottime anche le notizie sul fronte obbligazionario visto che lo spread si è ristretto ulteriormente chiudendo a 257 punti base; i rendimenti del decennale italiano, sul mercato secondario, continuano a calare e raggiungono, oggi, il 3,8%. Tassi record per i titoli a due anni calati allo 0,9%, ai minimi dal 1993, prima di risalire all’1%. Il rendimento dei Bonos spagnoli decennali è sceso sotto il 4%.

Nel resto d’Europa, Francoforte è maglia rosa con l’indice Dax che guadagna il 2,02% a 8.122,29 punti, fissando il nuovo massimo storico. Il Cac 40 di Parigi cresce dell’1,4% a 3.912,95 punti, l’Ftse 100 di Londra segna +0,94% a 6.521,46 punti al top dal 2007.

Ottime le notizie anche dai listini americani che, alla chiusura delle Borse europee, vedono un vero e proprio exploit: lo S&P 500 (+1,2%) ha superato per la prima volta nella storia la soglia di 1.600 punti, il Dow Jones quella di 15mila (+1%). Bene anche il Nasdaq, in crescita dell’1,3%. I

L’effetto della Bce e dei dati americani si vede anche sul mercato delle valute; l’euro chiude in rialzo a 1,3120 dollari e 129,86 yen grazie ai dati migliori del previsto sul mercato del lavoro Usa, che aumentano la propensione al rischio degli investitori. La moneta nipponica, considerata un bene rifugio, arretra quindi anche sul dollaro a quota 98,98. Il prezzo del petrolio Wti è a 95,74 dollari, in progresso dell’1,7% a New York. Movimento al ribasso invece per l’oro (-0,2%), che passa di mano a 1.467 dollari l’oncia.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com