Riepilogo valute Forex 19 maggio 2013

Pubblicato da: MatteoT - il: 19-05-2013 11:39

Come di consueto, eccoci qui per analizzare come si sono comportate le principali coppie valutarie nel Forex durante la settimana che si è chiusa alle 23.00 di venerdì 17 maggio 2013. Le sedute dei giorni precedenti sono state caratterizzate da un unico fattore: un mercato assolutamente pro-dollaro americano.

Economia 2

Il biglietto verde, come abbiamo più volte ripetuto durante le nostre analisi giornaliere Forex, si è apprezzato già sul finire di due settimane fa in seguito ai dati sulla disoccupazione Usa, calata verticalmente, ed ha proseguito questo trend di apprezzamento anche nei giorni scorsi. Apprezzamento che è avvenuto contro l’euro, ma anche contro tutte le altre major valutarie.

La settimana chiusasi venerdì, quindi, è quella che viene ricordata per la rottura ribassista, sull’euro/dollaro americano, della soglia di 1,3000 con la valuta europea che ha chiuso a 1,2834. Si tratta di una situazione derivante alla crescita del nostro Continente, sempre minore e sempre più inficiata da rischi sistemici. Dall’altra parte dell’Oceano, invece, siamo di fronte a dei dati che mettono in evidenza una situazione migliore, di reale ripresa economica e sociale. Il trend per la prossima settimana potrebbe essere ancora ribassista, con ipotizzabile violazione di 1,2800.

Veniamo al cable, ossia al rapporto tra il dollaro americano e la sterlina inglese. La major ha chiuso a 1,5168, calando decisamente rispetto all’1,53 testato ad inizio settimana. Per le prossime sedute potremmo attenderci un ulteriore calo di questo cambio valutario, non prima però di aver verificato un leggero ritracciamento. Il target ribassista ideale, comunque, rimane il supporto, oltre che importante soglia psicologica data la cifra tonda che rappresenta, di 1,5000.

Passiamo ora ad analizzare il rapporto tra il dollaro americano e lo yen giapponese. Solamente dieci giorni fa abbiamo assistito alla violazione di area 100; questa settimana, invece, abbiamo rotto anche 101, 102 e 103. In chiusura, un dollaro vale addirittura 103,19 yen giapponesi. La valuta nipponica, pertanto, continua a svalutarsi sulla spinta dell’economia messa in campo dal premier Shinzo Abe e dal governatore della BoJ Kuroda. L’andamento della major, per la prossima settimana, potrebbe continuare a favorire il biglietto verde.

Finiamo la nostra analisi con la situazione tra euro e sterlina inglese. Entrambe le valute stanno vivendo un periodo non facile, fatto di svalutazione se si analizzano i cambi principali: EUR/USD e GBP/USD. L’andamento, quindi, non può che essere laterale. Importante, di conseguenza, andare ad operare con breakout e breakdown del range identificato. Difficile pensare ad una direzionalità spiccata e decisa nelle prossime sedute.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com