Analisi Giornaliera Valute Forex 20 maggio 2013 e previsioni

Pubblicato da: MatteoT - il: 20-05-2013 9:05

Anche per il primo giorno di questa nuova settimana di forex trading ci sentiamo di non modificare l’orientamento di fondo. E’ sempre il dollaro americano a rimanere su posizioni di forza importanti, continuando ad essere in grado di catalizzare gli ingenti flussi di capitale che sono arrivati a premiare sia le borse che il biglietto verde.

Borsa Valori

E’ un movimento completamente nuovo negli ultimi mesi: borse ai nuovi massimi, soprattutto tra America, Germania e Giappone, e dollaro americano che si apprezza costantemente con una sorta di risk-on/risk-off simultaneo.

La liquidità iniettata dagli States continua ad essere premiata e fino a quando non si andranno a rimuovere gli stimoli gli investitori potrebbero essere portati a ricercare high yield su questi fronti, oltre che lavorare sulla asimmetrie che perdurano sugli obbligazionari, con i Paesi periferici in grado di offrire dei tassi risk free superiori al risk free ufficiale dell’area euro (no, non siamo pazzi, non avremmo mai immaginato di scriverlo ma se ci pensate bene è così).

Nella notte appena trascorsa, a proposito della famosa guerra valutaria, il ministro dell’economia giapponese, Amari, ha dichiarato che se lo yen dovesse continuare a svalutarsi questo potrebbe pesare eccessivamente sulla popolazione ed è quindi compito del governo evitare che ciò accada. Messaggio ipocrita o reale monito ai mercati?

Veniamo all’analisi giornaliera delle Valute Forexper questo lunedì 20 maggio 2013 ed iniziamo, come di consueto, dall’EUR/USD: la valuta unica europea rimane sempre impostata al ribasso nei confronti del dollaro. Sull’orario possiamo definire 1,2860-1,2885 una buona area di resistenza dove passa anche la media a 100 periodi. Solamente con la violazione di quest’area possiamo ipotizzare acquisti, mentre alla rottura al ribasso pensiamo a shortare il cambio con target anche fino 1,2750.

USD/JPY: il tentativo di recupero dello yen si è scontrato con il supporto in area 102,00. Sull’orario non è facile operare, mentre il quadro tecnico risulta essere più chiaro se ci si sposta sul 4 ore. Divergenza ribassista in formazione. In caso di ripartenza oltre 103,00 è lecito aspettarsi nuovi massimi del dollaro. Insomma: fase di congestione quella attuale.

EUR/JPY: continua a mantenersi in laterale questo cross valutario visto che il dollaro si sta apprezzando sia sull’euro che sullo yen. C’è la possibilità di operare con breakout e breakdown sfruttando il range e magari spostandosi su timeframe orari con l’aiuto di uno stocastico. Altrimenti aspettiamo che si raggiungano i livelli di 131,15 e 132,75 per valutare rotture che potrebbero portare il cambio a muoversi di 20/30 punti.

GBP/USD: il cable vede anche quest’oggi la sterlina inglese pesante e, come l’euro, è impostato al ribasso. L’area cruciale è quella che passa tra 1,5210 e 1,5240: da qui si potrebbe ipotizzare acquisti di dollari con ritorno sui minimi di mercato. In questo caso lasciamo stop loss fissi verso 1,5280. La violazione al rialzo di quest’ultimo livello lascia spazio fino 1,5320.

AUD/USD: la debolezza del dollaro australiano sembra non aver fine. Anche questo cambio, così come l’euro e la sterlina contro il dollaro, vedono un’impostazione ribassista. Qui sarà cruciale l’aera di resistenza tra 0,9800 e 0,9850. Al di sopra di 0,9880 ipotizzabili acquisti e tentativi di ripresa fino 0,9940. Ma occhio ai nuovi minimi, soprattutto in virtù del fatto che la prossima notte ci sarà il “minute” della RBA.

Prova il trading online con un conto demo gratuito

eToro Deposito: 200€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100€
Licenza: Cysec
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Informazioni sull'autore

MatteoT

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

E-investimenti.com

E-investimenti.com